Fare per Fermare il Declino

Dobbiamo fermare il declino italiano, di cui la crisi finanziaria è solo un’aggravante

Michele Boldrin eletto presidente, e nuova direzione nazionale

Pubblicato: Dom, 12/05/2013 - 12:45  •  da: Redazione di Fermare il Declino

Il congresso nazionale ha eletto Michele Boldrin nuovo presidente di Fare per Fermare il Declino, e scelto i componenti della nuova Direzione Nazionale, organo politico di Fare.

Hanno votato tutti i 100 delegati, con voto pubblico; verrà più avanti pubblicato l'elenco completo dei voti.

Questi i risultati della votazione

  Candidato Supporta
1 Ezio Bussoletti Michele Boldrin
2 Silvia Enrico Roberto Italia
3 Simona Benedettini Michele Boldrin
4 Costantino De Blasi Michele Boldrin
5 Federico Tonelli Michele Boldrin
6 Diego Menegon Roberto Italia
7 Stefano Scolari Michele Boldrin
8 Enrico Martial Roberto Italia
 

 

Commenti

Ritratto di giuseppe naim

 

A Congresso Nazionale quasi concluso prendo atto che

1)è stata negata a tutti la possibilità di visionare i risultati sui delegati con le preferenze, nonostante sia un diritto conclamato in tutti i sistemi di voto, la cui pubblicazione sul sito è stata solennemente promessa e illegittimamente disattesa.

 

2) Quale associato e candidato delegato, mi è stato di fatto impedito  esercitare il diritto a partecipare al Congresso Nazionale secondo le norme dello Statuto, negandomi in più la possibilità di verificare i risultati e quindi di poter effettuare un doveroso controllo e  riscontro democratico dei voti e dei seggi attribuiti con atto d’imperio.

 

3) Unico rimedio esperibile  è   il ricorso alla magistratura ordinaria che possa consentire a) di acquisire i dati finora tenuti nascosti  b)  verificare la legittimità delle procedure finora seguite per arrivare al Congresso Nazionale in spregio ad elementari diritti degli associati previsti nello Statuto

 

4) Con rammarico dovrò procedere ad impugnare la deliberazione odierna che proclamerà i risultati, per verificarne la legittimità non solo formale ma sostanziale e la sua conformità allo statuto varato dai soci fondatori, anche sotto il profilo del diritto a votare il presidente a SUFFRAGIO UNIVERSALE e  non attraverso delegati a  loro volta  con vincolo assoluto di voto legato alla scelta dichiarata 15 gg orsono

 

5) Qualunque associato intenda aderire alla verifica giurisdizionale  dei punti su esposti (diritto ad avere i risultati e verifica della legittimità della deliberazione finale del congresso) può farlo onde poter  procedere con un ricorso cumulativo, anche al fine di suddividere le spese del procedimento, ciò senza nulla togliere  a chiunque si sia impegnato per cercare di far ripartire un movimento che tanto poteva e può dare all’Italia, ma che non può farlo con metodi autoritari e poco trasparenti, invocando una presunta democrazia del web negata dai fatti e dai comportamenti.

 

Giuseppe Naim

Candidato delegato Calabria

Giuseppenaim@gmail.com

 

 

Ritratto di luigi.desiderato

Premessa: non ho sostenuto la candidatura di Roberto Italia ne' dei delegati che a lui offrivano il proprio supporto, pur conoscendolo personalmente e trovandolo persona non solo simpatica e gradevole, ma molto preparata. Cio' detto, prendo in prestito le parole di Roberto ascoltate in streaming: "se qualcuno crede di candidarsi a qualcosa per la quale andare in giro a dire "sono il presidente di qui" oppure "sono il responsabile di qua" ha sbagliato strada, ha sbagliato associazione, ha sbagliato partito". Pur comprendendo, ma non troppo fino in fondo, le tue argomentazioni, spero proprio che questa intenzione di adire le vie della magistratura per avere definitiva evidenza di un mancato raggiungimento di una legittima aspirazione personale debba naufragare prima di essere partorita. Se queste sono le premesse, non faremo mai un passo in avanti, ma sempre passi indietro e francamente non se ne vede la necessita'. In ogni caso, c' e' sempre la possibilita' di farsi eleggere alla DN con cio' che ha detto poco fa Michele, cioe' di aggiungere altri 8 elementi: prova a presentare le firme a sostegno e a farti eleggere nei tempi supplementari appena decretati. Ma prima, lascia perdere tutto quanto sottende il tuo scritto qui, ci fa male e soltanto male.

Ritratto di giuseppe naim

Caro Luigi, ti ringrazio per la comprensione delle mie ragioni,  sulle tue perplessità circa le mie aspirazioni, vorrei dirti che non ne ho e non ne avevo,  ho accettato di candidarmi come delegato al congresso nazionale dietro insistenti richieste dei miei amici poi eletti nel direttorio regionale (presidente etc..),e  pensavo di poter svolgere il mio ruolo, esclusivamente per questi 7 giorni, partecipando al congresso nazionale quale delegato. Punto...mi è stato impedito, ma non è questo il problema. Con modalità assolutamente non condivisibili, e questo E' il problema!. Non conoscevo, fino a poco fa, i voti e le preferenze che ho avuto, nessuno si è degnato di pubblicarli nè di farmeli avere. Ho appreso solo che un perfetto sconosciuto, mai visto prima, mai conosciuto da NESSUNO DEI FATTIVI calabresi di nostra conoscenza, ovviamente mai fattosi sentire con NESSUNO nè per email nè , ovviamente, ha partecipato al congresso di Catanzaro, era tra gli eletti. Con quanti voti?bho!!...unica casualità, era un sostenitore di altro presidente rispetto al nostro candidato. Di cui, detto per inciso, sono anche io un estimatore, nonchè sottoscrittore del manifesto. Ripeto, non è questo il problema.Ben vengano emeriti sconosciuti, che trovano nei meandri del web le loro preferenze, che non partecipano alle campagne elettorali, agli incontri, ai dibattiti.Purchè sia tutto alla luce del sole e con possibilità di verificarne i percorsi. Questo non è avvenuto in Calabria, nelle altre regioni non sappiamo. Solo ora apprendo dall'amico Sandro Brusco la scheda con i voti, e lo ringrazio sia l'opera svolta che per l'attenzione, tardivamente però, dimostrata. Nelle altre regioni è stato adottato lo stesso metodo? ...è corretto??   vedremo..

 

Ritratto di Tonino 17
Inviato da Tonino 17 il

Caro Giuseppe anche se non ti conosco, non credo tu agisca per il meglio, possibile che sempre da parte nostra (anch'io sono calabrese) debbano sorgere  i casini? Tutto cio mortifica, soprattutto quando si crea qualcosa di nuovo, e il dolo viene visto solo da alcuni provenienti da una parte dell'Italia. Non è obbligatorio essere per foza una figura importante quando si crede o si vuole FARE. Qui si tratta di creare un qualcosa che possa dare sollievo a questa nostra nazione e le divisioni , la magistratura, danno sicuramente una pessima impressione di tutti ma soprattutto di chi intraprende certe azioni. Basta con le manie di persecuzione.

Ritratto di carlo.stagnaro

Caro Giuseppe,

Mi scuso del ritardo con cui ti rispondo. Hai fatto bene a porre la questione perché mi dà l'opportunità di chiarire alcuni aspetti del processo elettorale.

1) La possibilità di visionare i voti non è stata "negata": semplicemente, banalmente e purtroppo, data la dimensione ridottissima del nostro staff non siamo fisicamente riusciti a predisporre le schede che illutstrano i risultati delle votazioni, distinguendo tra prime preferenze, seconde, ecc. Sandro ti ha ancitipato questa mattina la scheda relativa alla Calabria, che spero ti abbia convinto della regolarità e trasparenza delle operazioni di voto. Nei prossimi giorni pubblicheremo i dati relativi alle votazioni in tutte le regioni. A testimonianza della regolarità, che comunque potrà a breve essere verificata da chiunque, segnalo in ogni caso che ogni fase dello "scrutinio" è stata monitorata da due tecnici di fiducia dei candidati presidenti, Patrizio Gallovich e Ettore Menguzzo.

2) Non credo ti sia stato negato di partecipare al Congresso. La partecipazione era aperta a chiunque e a nessuno è stato impedito di entrare nella sala dove i lavori si svolgevano. Non sei stato abilitato a votare come delegato in quanto non sei stato eletto.

3) Spero sinceramente che tu riconsideri questa decisione. Le operazioni si sono svolte tutte in piena regolarità e trasparenza, a partire dalle modifiche statutarie che hanno recepito le regole proposte da Sandro e me. 

4) Vale quanto detto sopra. Sul tema dell'elezione diretta del presidente, vorrei sottolineare che la scelta di adottare un sistema basato sui delegati deriva da due aspetti, uno formale e uno sostanziale. Quello formale è che la Direzione Nazionale, incaricandoci di redigere le regole, ha fatto esplitico riferimento a questo metodo. Quella sostanziale è che era necessario, a nostro avviso, garantire una adeguata rappresentanza alle regioni meridionali. Se avessimo proceduto all'elezione diretta, il Sud avrebbe espresso circa il 12% dei voti, mentre attraverso il sistema dei delegati "pesa" per circa il 23%.

5) Come detto, tutti i dati verranno resi disponibili nei prossimi giorni e chiunque potrà rintracciarli facilmente sul sito. 

Aggiungo un paio di considerazioni relative ad altre opinioni che esprimi nei post qui sotto.

6) Il fatto che un "perfetto sconosciuto" sia stato eletto dipende semplicemente dal fatto che ha raccolto dei voti - cioè che un numero sufficiente di iscritti calabresi lo ha indicato tra le proprie prime, seconde, terze ecc. preferenze. Può essere etico o non etico, apprezzabile o no, ma è comunque frutto di una libera scelta di comportamento elettorale. 

7) Il sistema dell'appoggio esplicito e vincolante, da parte dei candidati delegati nazionali, a un candidato presidente - che naturalmente si può condividere o no - è presente fin dalla prima bozza della nostra proposta di regole (http://www.fermareildeclino.it/articolo/fare-congresso-le-regole-per-lorganizzazione-del-congresso-costituente) ed è stato ribadito in tutti i chiarimenti successivi.

Spero che questi chiarimenti, e la pubblicazione nei prossimi giorni di tutti i dati relativi al voto dei tesserati, siano sufficienti a fornirti il tipo di rassicurazioni alle quali, giustamente e legittimamente, ritenevi di avere diritto. Oggi è stata una giornata molto importante per Fare per Fermare il declino, in quanto il movimento si è finalmente dotato di una leadership riconosciuta e legittimata dal basso e di organi in grado di esercitare con pieno riconoscimento l'attività politica. La partecipazione al voto e al congresso testimoniano la grande voglia di Fare che pervade tanti di noi, consapevoli che il paese ha un grande biogno di un movimento come il nostro.

Ritratto di corrado.schiesaro

Carlo ciao,

mi auguro che i dati relativi ai voti dei candidati Presidenti regionali, direzione regionale e delegati vengano pubblicati con gli spaccati per provincia.

 

Ciao e grazie di tutto.    Corrado

Ritratto di carollo antonio

io non ho votato per michele .....ma siamo ancora in italia e non nella repubblica delle banane, prima incominciate a fare qualche tesserato ed ottenere qualche voto alle elezioni in calabria...e poi incominciate a parlare.....con i voti che avete ottenuto vi sono GIA' STATI REGALATI 4 delegati al congresso nazionale ( cosa già assurda in se stessa) ed adesso vi mettete pure a piantare casini....cambia partito ...iscriviti al PD dove hanno bisogno di persone come Te ..e sarai sicuramente apprezzato e forse potrai anche aspirare alla nomina di segretario...sembra infatti che lì ci sia carenza di candidati sia alla loro segreteria che alla loro presidenza....il loro congresso incomincerà in autunno quindi hai tutto il tempo per prepararti ed organizzare una campagna elettorale ad personam. ciao

 

Ritratto di maria.toscano

Scusi Antonio, ma sembra che non sia vero: alla Calabria sono stati regalati non quattro MA SOLO DUE delegati, anzi UNO -  mai visto dai fattivi locali, legga sotto - E' STATO REGALATO GIA' BELLO ED ELETTO, via web, evidentemente da non calabresi. In Calabria avvengono miracoli... ci hanno mandata già eletta anche la Rosy Bindi! Adesso rifacciamo i conti precisi: i calabresi hanno avuto 1 delegato, giusto? In effetti è il voto elettronico che può paracadutare dall'alto miracolati?

Ritratto di Onafets
Inviato da Onafets il

La proposta indecente

Giuseppe io vorrei farti una domanda:

Leggo che avevi intenzione di investire denaro in una azione giudiziaria per presunte incorrettezze di queste votazioni. Qualora ti dimostrassero la loro correttezza, della quale sono convintissimo, saresti disposto a versare la stessa somma nelle casse esangui di Fare?

Non a titolo di risarcimento, ovviamente, ma perche' credo che il prezzo della verita' debba essere lo stesso sia se si ha ragione sia che si abbia torto. Sarebbe anche un GRANDE segnale di fiducia nel nostro movimento che ieri 12/5 mi pare sia ripartito nel migliore dei modi.

Stefano

Ritratto di alessandro nayyeri

Gentile Giuseppe, come coordinatore del comitato livornese di FARE sono sinceramente dispiaciuto da ciò che leggo nel tuo post. Qui in Toscana il confronto è stato a tratti aspro Ma sincero. I candidati eletti hanno condotto una breve campagna elettorale per farsi conoscere in diversi eventi organizzati dai diversi comitati.
Sicuramente l operato di Stagnaro e Brusco può esser criticato, ma deve tener presente lo stato in cui hanno lavorato riuscendo ad ottenere un risultato fondamentalmente chiaro e trasparente.Credo sia opportuno ringraziarli, vigilare, ma sopra tutto iniziare a lavorare, a proporsi ad uscire dal nostro recinto e tornare ad incidere sulla scena politica nazionale.
Un cordiale saluto.

Ritratto di ftrimboli
Inviato da ftrimboli il

Comprendo le ragioni di Giuseppe Naim, ma non condivido lo strumento dell'azione giudiziaria: ci porterebbe solo ulteriori problemi e farebbe da specchietto delle allodole per i  giornalisti. 

E' la prima volta che si fa un voto telematico, ci possono essere problemi, da un lato, dall'altro è un diritto dei candidati conoscere il vero risultato con tanto di preferenze ottenute. 

Son certo che i risultati li avremo, anche se sarebbe stato meglio averli prima del congresso. 

mi permetto di far notare de iure condendo, per il futuro, di prevenire situazioni come quella che è accaduta in Calabria dove è stato eletto un delegato che non ha alcun collegamento con la Regione, ciò nonostante ha rappresentato la metà dei calabresi al congresso. Questa non è democrazia e sicuramente non è etico. 

Finisco qui e voglio godermi il nuovo spirito costruttivo ed il ritorno dei sorrisi sulle faccie di tutti i fattivi. 

Personalmente farò di tutto per far tornare il sorriso anche sul volto di Giuseppe Naim, validissimo fattivo che ha fatto un grandissimo lavoro durante le elezioni nazionali. 

Buon congresso a tutti !!! 

 

 

Ritratto di alberto.ramazzina

Caro Trimboli

concordo con te nello stemperare le critiche in questo momento quando a Bologna si stanno ponendo le fondamenta del partito e del nuovo statuto.

Mi pare quindi sterile cercare di "santificare" il vecchio statuto addirittura con ricorsi alla magistratura.

Vorrei che tu specificassi meglio la frase "situazioni come quella che è accaduta in Calabria dove è stato eletto un delegato che non ha alcun collegamento con la Regione".

Mi dispiace che siano avvenute simili cose anche se bisogna ammettere che non inficiano la validità complessiva del congresso nazionale.

Sono veramente felice che si sia arrivati ad un congresso di "uniti x FARE".

 

Ritratto di giuseppe naim

Caro Alberto, 

non si tratta di santificare nulla, ma solo di applicare le regole, da parte di chi pretende addirittura di governare l'Italia, devastata dal mancato rispetto delle regole.

Da parte di chi ha crocifisso un movimento intero a 7 gg dalle elezioni, devastando l'operato di migliaia e migliaia di persone che ci credevano dal Piemonte alla Sicilia. A me non pare che non diffondere i risultati elettorali sia etico, e nonostante tutto celebrare un congresso impedendo a chi magari ne avava voglia e diritto di partecipare.

A me pare che lo statuto non parlasse di voto ai delegati, nè che gli stessi fossero vincolati al voto (cosa che non mi risulta succeda in nessuna parte del mondo)...non mi risulta ci sia nel regolamento la specificazione del metodo del cd voto trasferibile, con tutti i dettagli su come è stato applicato... questa è trasparenza??

Mi spiace, ma io esigo delle risposte ai miei quesiti, in qualità di associato. Mi è stato anche detto " s eti piace è così, altrimenti te ne vai da un'altra parte" a questo campione di democrazia, dico che lui può dettare le sue regole  a casa sua, in una associaizone valgono le norme generali valide per tutti che tutti devono osservare.

grazie e a presto

Ritratto di alberto.ramazzina

Caro Giuseppe

ti sono umanamente vicino e credo di riuscire a comprendere i tuoi sentimenti.

Se non avesssi letto in altra parte che eserciti la professione di avvocato e che quindi hai acquistato questa impostazione di rigore, rimarcherei che sei stato eccessivo nelle tue parole.

Sui principi hai senza dubbio ragione, ma quello che volevo dire a Trimboli è che  un regolamento nato in velocità e quindi impreciso è stato (per me giustamente)  forzato per permettere, in tempi brevi, lo svolgimento del congresso e l'elezione democratica dei rappresentanti. Avrai notato anche tu il recente dibattito sui forum sì interessante ma sterile perchè non portava conclusioni fattive. Richiedere il ricorso alla magistratura su uno statuto superato e destinato ad essere pesantemente modificato dalla Direzione Nazionale mi sembra inconcludente e penalizzante per il futuro del movimento.

Sperando di essermi espresso chiaramente sono sempre a tua disposizione per ulteriori precisazioni.

Lasciami comunque dire che se questo è l'unico caso di possibili irregolarità sono contento e che quei pochi che hanno lavorato per il regolare svolgimento del voto sono stati molto bravi.

Sulla frase scritta da Trimboli: "situazioni come quella che è accaduta in Calabria dove è stato eletto un delegato che non ha alcun collegamento con la Regione" non ho ricevuto risposta e mi piacerebbe avere delle precisazioni. A me vengono due possibili risposte: 1) non conoscete abbastanza la vostra regione e vi siete trovati la non lieta sorpresa. 2) La persona in questione e di cui non conosco il nome non vive nella Calabria ed ha forzato il regolamento. Sarebbe necessario dunque che la Direzione nazionale indaghi sull'accaduto.

Infine mi scuso, anche se non ne faccio parte, per coloro che usando superficialità ti hanno attaccato in maniera assai pesante.

Saluti e sempre fattivi.

Ritratto di michele.parodi

Buonasera a tutti. Sono soddisfatto che sia chiusa una fase politica che è stata affrontata con spirito avventuroso e parecchie approssimazioni, colpevoli e incolpevoli, ora si riparte. Chiedo lumi a chi è stato più attento e saprà indirizzarmi, del bilancio e rendiconto delle spese elettorali si sa qualcosa? Mi sono perso qualche post o comunicazione o il tema e' ancora attuale? 

Ritratto di michele.parodi

Buonasera a tutti. Sono soddisfatto che sia chiusa una fase politica che è stata affrontata con spirito avventuroso e parecchie approssimazioni, colpevoli e incolpevoli, ora si riparte. Chiedo lumi a chi è stato più attento e saprà indirizzarmi, del bilancio e rendiconto delle spese elettorali si sa qualcosa? Mi sono perso qualche post o comunicazione o il tema e' ancora attuale? 

Ritratto di mauro.benincasa

Caro Giuseppe,

 

parlando di trasparenza io avrei iniziato a mettere a sostegno della tua candidatura un CV e programma come hanno fatto tutti gli altri candidati. Forse però ti hanno impedito anche di fare questo.

Ritratto di cigas
Inviato da cigas il

Congresso fatto. Dirigenza stabilita. Da qui in avanti qualsiasi polemica è inutile, controproducente e suona come rancore personale. Se uno tiene a questo movimento deve pensare solo ad andare avanti. Comunque il congresso era pubblico. Io che non ero ne candidato, ne tantomeno faccio parte di un coordinamento, insomma l'ultimo dei Fattivi (Oscar permettendo) ci sono andato e nessuno mi ha impedito di partecipare e ho applaudito alla nomina di Boldrin a "Coordinatore" seppur mi avesse maggiormente convinto la candidatura di Italia. Quindi pregherei tutti i reticenti astiosi di seppellire l'ascia di guerra perchè questa rissa ha già annullato la credibilità di FARE (o quello che sarà) ed è giunto il momento di recuperarla.

Ritratto di ftrimboli
Inviato da ftrimboli il

Caro Beppe Naim, 

sono convinto che il tenore di molte delle risposte date dai ns amici fattivi siano il modo migliore per farTi tornare il sorriso e soprattutto per continuare a credere in questo bel movimento che è partito nel peggiore dei modi ma che ha le carte più valide per trovare la meritata affermazione nel prossimo futuro (forse più vicino di quello che pensiamo). 

Tengo a chiarire che Beppe Naim è una persona fantastica, chiara e disponibile. Oltre che fondatore del comitato di Reggio Calabria, Beppe ha fatto un grandissimo lavoro durante le elezioni nazionali e si è sempre contraddistinto per la Sua abnegazione. Siamo stati tutti noi, fattivi della Calabria, a volere lui come delegato. La candidatura non è affatto partita da Lui ma da tutto il gruppo, quello vero che ha lavorato e che ha portato i voti in Calabria. 

Purtroppo Vi è stato un difetto nell'organizzazione, peraltro non facile, e come persone liberali sono convinto che sapremo imparare dai ns errori ed in futuro saremo capaci di impedire quanto accaduto in Calabria con l'elezione di un Delegato che non ha alcun collegamento con la regione e che non si è mai visto durante le campagne elettorali e duranti i congressi locali. 

Beppe Naim ha un grande "difetto" (o forse un pregio) che condivide con il sottoscritto: E' un avvocato di quelli veri che credono nella loro missione istituzionale. No tollera la violazione dei principi democratici e quindi, pur se irrilevante ai fini dell'elezione presidenziale, ha sollevato questa questione che merita comunque un approfondimento, anche se FUORI DALLA MAGISTRATURA, specie questa magistratura!!! 

Spero che Beppe desista dalla Sua intenzione di procedere giudizialmente e mi auguro che torni subito a lavorare per FARE Calabria. Abbiamo bisogno di Te Beppe, come fattivo ... e magari anche come avvocato, ma non contro il partito !!! 

Nonostante tutto, oggi è stata la migliore giornata che FARE si poteva augurare. Forse è andata oltre le migliori aspettative !!! 

Sogni d'oro e Buon Risveglio a tutti i Fattivi 

Da Domani SI RIPARTE !!! 

Ritratto di Nastika
Inviato da Nastika il

OT. Saluti a Francesco da Nastika. Credo tu abbia ragione, anche se posso capire la "delusione" di Naim, pur non conoscendo la vicenda nei dettagli. Ma quel che è FATTO è FATTO; adesso cerchiamo di darci da FARE, per il bene di tutti, del nostro paese, dei nostri figli.

Ritratto di Bepparl
Inviato da Bepparl il

Sinceramente posso capire la delusione elettorale, ma la polemica no.

immagino che se Carlo Brancati è stato eletto, vuol dire che ha preso più voti del terzo: mi pare si chiami democrazia (eviterei commenti "persona che non rappresenta il territorio")

se non ci credete, dovreste parlare di brogli (o malufunzionamenti dell'algoritmo di calcolo).

visto che c'erano due rappresentanti di lista, e che ci hanno messo tre giorni a verificare il risultato "istantaneo" del calcolo, mi sembra poco probabile.

faccio notare che tutti i regolamenti di voto (composizione degli organi, sistemi di voto, ....) proposti da Carlo e Sandro, sono stati integrati nello Statuto attuale dalla DN uscente: tutto assolutamente legale, prima di minacciare pubblicamente azioni legali occorrerebbe conoscere le cose.

visto che poi si tratta di "candidature di servizio" (ovvero c'è solo da lavorare), non credo che lo spazio manchi: immagino che il neo-eletto Presidente Regionale abbia bisogno dell'aiuto di tutti, eletti e non.

con simpatia,

Giuseppe Arlotta

Ritratto di estanghe
Inviato da estanghe il

Caro Giuseppe Naim,

sono certo che quello che è accaduto sia dovuto esclusivamente alla debolezza della struttura organizzativa di Fare, che con pochi mezzi e persone ha organizzato fra mille polemiche il suo primo congresso. Sono altrettanto certo che se lo spirito che ti spinge all'impegno in Fare è quello giusto avrai altre mille possibilità di far valere le tue buone ragioni!

Onestamente ti cito come esempio il grande valore di Marco Saltalamacchia che ha svolto un grandissimo lavoro e poi ha rinunciato alla sua certa elezione nella DN. Questo è ciò che ci deve caratterizzare SEMPRE, il puro spirito di Servizio alla diffusione delle IDEE nelle quali crediamo.

Cordiali Saluti

E.S.

 

Ritratto di oscar_ch
Inviato da oscar_ch il

Egregio Avvocato (che quindi non gli costa più di tanto fare cause) Giuseppe Naim,

se ha deciso di aderire al M5S, cosa viene a fare polemiche inutili qui ? qui abbiamo bisogno di gente che abbia volglia di FARE,

non che cerca poltrone, e per prima cosa dobbiamo credere nelle buona fede di chi ha organizzato il Congresso, e le elezioni

si posso anche fare degli errori, siamo agli inizi ne faremo ancora, quello che non ci servono sono dei provocatori, e LEI ha tutta l'aria di esserlo.

con osservanza......

Ritratto di vincenzo.pinto

La risposta, Avvocato Naim, e' palese per me che ho fatto sei esami di diritto in tutto, non capisco come non possa esserlo per un esperto di legge. Statuto vigente, punto 8.4:

LA DIREZIONE NAZIONALE DELIBERA, A MAGGIORANZA SEMPLICE DEI PRESENTI, LE MODIFICHE DELLO STATUTO.

Come principio mi raccapriccia, infatti sono quello che ieri a Bologna ha fatto il primo intervento per chiedere "ma il nuovo statuto sara' sottoposto al voto degli associati?" (risposta: no, perche' le modifiche vengono fatte vigente lo statuto attuale). Confermo che mi sembra sbagliato dare questo potere alla DN, ma come si puo' anche solo pensare di adire le vie legali quando lo statuto era gia' stato modificato anche solo per permettere che il Congresso si tenesse sulla base delle regole redatte da Brusco e Stagnaro? Non capisco.

Ritratto di alberto.ramazzina

Caro Vincenzo

Sarebbe bellissimo discutere in 5000 o 10000 delle modifiche allo statuto, ma penso che dopo un anno saremmo ancora al punto di partenza.

E' molto più facile e semplice mettere d'accordo otto o sedici persone.

Altra cosa è, di fronte a domande puntuali su un si o un no, andare ad interrogare gli aderenti con una semplice e più democratica consultazione  via web.

Sul "non capisco" anch'io non ho ancora capito se in seno al movimento sia più importante fare politica per crescere o darsi ad esercizi di giurisprudenza.

Ritratto di vincenzo.pinto

Ciao Alberto, ho richiesto che lo Statuto fosse sottoposto AL VOTO dei tesserati, che vuol dire: questa e' la proposta, vi piace o ci fa schifo. E per la cronaca non lo vedevo nemmeno come un voto formale, semplicemente come una legittimazione dal basso di qualcosa elaborato come dici tu da un numero ristretto di persone. Carlo (Stagnaro) ieri ha parlato di partecipazione. Concordo con lui.

Ritratto di massimo.laccisaglia

Credo che sia legittimo chiedere la pubblicazione dei risultati completi sia delle votazioni regionali che di quelle del congresso nazionale.
Suppongo che sia previsto. O se no che venga almeno data una spiegazione plausibile.
Le proteste leggittime possono essere arginate in un modo molto semplice: non fornendo sostanza che le possa alimentare.
Massimo Laccisaglia

Ritratto di giuseppe naim

 

Cari Amici Tutti,

anche quelli che mi hanno invitato ad andare nel PD, nella Lega Nord (che per me non è un’offesa :-), e  da Grillo, (sono iscritto a un meet up, che come tutti sanno è aperto a tutti i cittadini ma non sono un attivista),  ho sollevato un problema per me sentito in quanto mi sono sentito umiliato dal non poter avere contezza di un risultato elettorale che riguardava la mia regione e il gruppo di amici che faticosamente ha tenuto accesa la fiammella liberale di Fare in Calabria.

Devo dire che dopo il mio “sfogo” ho ricevuto, sia pur tardivamente, (ma non è mai troppo tardi) i famosi dati da Sandro Brusco, con una bellissima mail dove l’amico Sandro non ha per niente sottovalutato le mie richieste, e piuttosto che sbeffeggiarmi, come hanno fatto altri, si è assunto TUTTA LA RESPONSABILITA’ dell’accaduto, rammaricandosene pubblicamente.

E’ stato un gesto che mi ha colpito molto che conferma la signorilità e correttezza della persona, già conosciuta in  campagna elettorale ed apprezzata per la franchezza oltre che per la passione civile e la competenza.

E’ un gesto inusuale del nostro panorama inselvatichito dove nessuno è responsabile di nulla e si conosce solo la contumelia e l’offesa,  che lascia ben sperare in un futuro migliore dopo anni bui come quelli che stiamo vivendo dove l’etica della responsabilità, il valore della parola, il rispetto altrui sembrano irrilevanti.

Parimenti ho apprezzato Carlo Stagnaro che più tecnicamente ha illustrato il suo punto di vista sui dubbi da me  manifestati, opinabile nel merito ma inappuntabile e corretto nell’esposizione, così come i tanti che si sono comunque pronunciati sulla questione .

Cito solo loro due perché li ho conosciuti personalmente e perché in effetti hanno apportato argomenti decisivi alla mia “sete” di conoscenza.

Non è mia intenzione creare problemi né al neo Presidente Boldrin, che apprezzo, né a nessuno, mi ritengo soddisfatto delle risposte ricevute e non intendo più proseguire nell’annunciata verifica in quanto superata e inutile,né mi interessa arzigogolare sulla legittimità o meno di certe modifiche statutarie.

Resta solo un ultimo dubbio  su quanto avvenuto in Calabria, che mi auguro venga chiarito dalla Direzione Nazionale, ed è la genesi  della candidatura e l’elezione del delegato Carlo Brancati, contro il quale ovviamente non c’è nulla di personale, ma che ad oggi  nessuno conosce in Calabria, anzi, qualcuno pensa che non sia neppure calabrese e addirittura neppure residente nella nostra regione. Poi magari si scoprirà che è persona degnissima ed impegnata da tempo con Fare, magari in qualche sperduto paesino dell’entroterra calabrese dove risiede, ma anche questo ormai è irrilevante, ed al massimo ci si potrà prendere un caffè assieme quando finalmente avremo modo di conoscerlo.

Un caro saluto a tutti con gli auguri di buon lavoro, anche se personalmente non mi sento più di continuare la mia esperienza con Fare, se non da simpatizzante.

Giuseppe Naim

 

 

Ritratto di giaga
Inviato da giaga il

e beh? ... tutto qua?...

... riguardo all'iscrizione a 5 stelle del 1 Aprile 2013 nessuna risposta?

... Vedrai che ce la caverai a trovare un posto al caldo ...

l'Italia ha bisogno di gente così.

Ritratto di fabio.pontiggia

Mi sento coinvolto per aver sollevato la "questione M5S", quindi voglio spiegarmi.

Non era mia intenzione invitarLa ad "andare da Grillo". Ero solo curioso di sapere se si stava parlando della stessa persona perchè - ma è una mia personale opinione - non vedo molti punti di contatto tra FARE e il M5S ( alcuni temi trattati possono anche essere comuni, ma l'approccio mi sembra molto differente ). Che poi ai meetup si potesse partecipare anche senza essere attivisti, lo ammetto, l'ho scoperto solo ora ( non ho molto interesse sull'organizzazione del M5S.. ).

In ogni caso, sono contento che abbia cambiato idea sul ricorso alla giustizia.

Ritratto di Cromat82
Inviato da Cromat82 il

Avvocato Naim, penso che se avesse richiesto delucidazioni in maniera più pacata piuttosto di minacciare fantomatici (e quantomeno inutili) ricorsi alla giustizia ordinaria, magari ci avremmo fatto tutti una migliore figura: lei parla di "panorama inselvatichito" e irrilevanza del rispetto altrui, però non mi sembra che il suo alzare la voce in questa maniera rappresenti un miglioramento della situazione.

Conosciamo tutti le difficoltà organizzative di FARE in questo momento, ed è proprio per questo che si è deciso di accelerare il processo che ha portato al Congresso Nazionale: magari sarebbe il caso di fare mente locale prima di scrivere a ruota libera in spazi pubblici che, ricordo, non sono a esclusivo consumo nostro, ma anche di molta gente che non vede l'ora di gettare fango sul nostro movimento.

Ritratto di Carlito Brigante

Vada per il caffè!

CB

P.S.: ti ho scritto su FB, l'unico canale che ho trovato, in alternativa scrivimi sulla mia email per favore che ti spiego perché (e quanto) sono calabrese! :)

Ritratto di arsantafe
Inviato da arsantafe il

La fiducia c'è e perdura dove c'è trasparenza o... fanatismo!  :-) Le regole se difettose vanno perfezionate, salvaguardando l'operatività. Modificare gli staturi dall'alto  fuori di un Congresso in futuro non dovrebbe più verificarsi, per esempio.

Siamo mica al "centralismo democratico" di leninian memoria, o alla farsa della democrazia via web (aparte il voto fnale ai candidati, che può andare), che è tutto meno che "diretta" (vedi le assemblee ateniesi, bella differenza)!

 

Scrivi un commento

Accedi o registrati per inserire commenti.