Fare per Fermare il Declino

Dobbiamo fermare il declino italiano, di cui la crisi finanziaria è solo un’aggravante

Stai per votare Pd? Vota FARE per fermare il declino perché...

Pubblicato: Ven, 08/02/2013 - 18:15  •  da: Redazione di Fermare il Declino

Vota FARE per fermare il declino perché 

in politica l’importante non è vincere, ma fare le cose giuste. Oggi il PD, pur di vincere le elezioni, ha scelto di diluire il suo programma appiattendosi su promesse populiste che sa di non poter mantenere, in particolare sul mercato del lavoro. Il PD ti sta illudendo di tornare all’epoca del posto fisso, sebbene ciò non sia più sostenibile. Ma, attraverso questa illusione, il PD impedisce di introdurre tutti quegli strumenti tipici di una democrazia moderna che consentono di gestire meglio le transizioni occupazionali, a partire da un moderno stato sociale. Infine, il responsabile economico del PD Fassina insiste nel ritenere che si esce dalla crisi aumentando la spesa pubblica, senza capire che decenni di maggiore spesa inefficiente e clientelare ci hanno portato proprio in questa situazione. Maggiore spesa significa maggiore debito, minore crescita e maggiori tasse per le uture generazioni, oltre che ancora più potere per i politici in Parlamento.

Commenti

Ritratto di Natascia Finotto
Inviato da Natascia Finotto (non verificato) il

permettimi: PD= Più Declino

Aspetto sempre il momento in cui il Renzi li manderà a quel paese: uno ad uno. Un partito di ipocriti, melensi, rosiconi, incapaci (perchè solo un idiota incapace non riesce ad approfittare del vuoto totale dell'altra parte: invece è sempre a rimorchio dell'altro). Insomma, il parente povero del pdl.

Mah, penso al momento in cui guarderemo al passato e tutto ciò, questi partiti, non esisteranno più

 

Ritratto di spino99
Inviato da spino99 il

Sono convinto che il PD, con Matteo Renzi, abbia perso l'occasione storica di rivoluzionare il sistema politico italiano. Avrebbe potuto formare il vero polo socialdemocratico moderno europeo. Peccato! ora dovremo aspettare la prossima legislatura con l'auspicio che si riesca almeno a cancellare questa infame legge elettorale e che si giunga veramente alla formazione di due poli gestiti da politici seri ed autorevoli. Berlusconi permettendo.

Ritratto di lamberto.angeloni

Sono convinto che oggi una catastrofe aliti sull'Italia : IL RITORNO DI BERLUSCONI. Purtroppo non c'è che il PD che possa scongiurare questa eventualità e che comunque all'interno del PD possano essere presenti forze che in futuro possano aggregarsi per costruire un cambiamento.

Sono un fautore della prima ora di FD ed avevo sperato in una aggegazione con Grillo che ritengo non sia stata neanche tentata. Allo stato attuale credo che voterò PD per evitare Berlusconi ma dove possibile darò un voto disgiunto per testimoniare che credo in FD .

Ritratto di maria.toscano

Tutti ma proprio tutti dobbiamo votare FARE alla Camera, perchè questo benedetto quorum del 4% è nazionale e, se non lo raggiungiamo, neppure Oscar entra in Parlamento. Anche al Senato, almeno nelle regioni dove c'è anche una minima possibilità di raggiungere l'8%, dobbiamo votarlo. Dove non è proprio possibile (ma chi lo dice?) allora potremmo avere "il privilegio" di scegliere fra le varie padelle e braci dove preferiamo farci cucinare. Non sarei tanto sicura che in autunno si rivota, perciò dobbiamo farcela ora.

Ritratto di alberto.ramazzina

Credo che una aggregazione con una primadonna come Grillo sia impossibile. E poi a me Grillo, anche se sono convinto che incarni la giusta incavolatura degli Italiani, fa ancora più paura dei vecchi apparati, a causa della sua demagogia e superficialità delle soluzioni proposte.

Impedire a Berlusconi di governare ancora non è una condizione sufficiente per fermare il declino. Sfortunatamente nessuno degli attuali poli ha le idee buone per risollevare il Paese. L'unica giustificazione per il voto disgiunto può essere per il voto al Senato dove solo in alcune regioni del nord FiD ha la possibilità di superare il quorum.

Ritratto di jjLio
Inviato da jjLio il

Scusa se mi permetto, ma mi ricordi la pubblicità della sambuca Molinari: e prendi una decisione no!
"Condivido FD dalla prima ora, ma voto PD e poi forse vediamo..." CIOE'??
Chiaro come un cocktail venuto male.
Che vuol dire "voterò PD per evitare Berlusconi" ?!?! Non sarebbe meglio votare con la convinzione che non sia dato a Tizio per far torto a Caio?
Personalmente spero ci siamo sempre meno "Molinaristi"...

Ritratto di antman
Inviato da antman il

La spesa pubblica puo' essere un grande motore, se ben indirizzata. Quello che serve è trasparenza e ricambio. E fiducia nella struttura dello stato e nel confronto tra persone più che nelle iniziative di singoli cani sciolti.

Ritratto di Ventuno
Inviato da Ventuno il

Prima mi disperavo perchè non mi sentivo rappresentato da nessuno, nessuno era in grado di esprimere ragionamenti sani, lucidi, concreti e solidi, scevri dalla mera logica di retorica e partito, o peggio ancora di casta. Ora mi dispero perchè questo qualcuno c'è, e invece di essere al 40% come sarebbe corretto, è solo al 6%! Ma c'è ancora spazio per crescere e lavorare in vista del futuro, non mollate!

Ritratto di mario.trombetti

2 + 2 fa sempre 4

Se stai per votare PD e sei un marxista puro e duro... ti rispetto, la penso diversamente da te e spero che anche tu mi rispetti.

Se stai per votare PD soltanto per fare un dispetto a Berlusconi, credimi: il dispetto maggiore glielo fai votando Fare per Fermare il Declino; il dispetto maggiore non è votare per un'idea antitetica ma è dimostrare che le idee liberali sono rappresentate da qualcun altro, e meglio.

Se stai per votare PD e credi a Bersani quando dice "noi siamo liberali", ti prego, mettiti a ridere anche tu, ma come non perdoni le balle a Berlusconi, non consentire a nessuno di prenderti in giro.

Se stai per votare PD e credi a Bersani quando dice "i partiti fanno i partiti, le banche fanno le banche", ti prego, arrabbiati: c'è un limite alla presa in giro, se Berlusconi dice di non voler fare il premier gli credi? se diceva di voler fare le primarie gli credevi? ma se sei appena appena smaliziato, ricordati anche di quando dicevano "abbiamo una banca"....

2 + 2 fa sempre 4, sia a sinistra che a destra!

Ritratto di Eddy75
Inviato da Eddy75 il

Sbagliando, non vado a votare ormai da tempo. Dico sbagliando perché non è giusto non votare, ma non riesco proprio a votare qualcosa che non mi rappresenta e che non mi da fiducia. Non posso votare scegliendo tra uno che ha la lebbra e l'altro la rogna. Non posso proprio.

Oggi finalmente non vedo l'ora che arrivi il giorno delle elezioni per poter finalmente tornare a mettere il segno su qualcosa che mi rappresenta, qualcosa che sento parte del mio pensiero!

 

Ritratto di antman
Inviato da antman il

Un compagno di banco in seconda elementare mi diceva: tra merda e sciolta scelgo merda. Scegliere è comunque meglio che estraniarsi e subire.

Ritratto di alberto.ramazzina

La Costituzione vieta l'astensione elettorale, cosa che è invece permessa all'estero. Credimi, non ti puoi incolpare per la mancanza di un partito decente rispetto alle tue idee. Finalmente c'e FiD.

Ritratto di jjLio
Inviato da jjLio il

Questo è lo spirito giusto! Anch'io non ho mai fatto il record dei 100mt nei giorni di votazione. Arrivato a 47 anni trovo in Oscar e la sua squadra di "pazzoidi" (passatemi il termine scherzoso), l'UNICA VERA SINCERA NOVITA'.
Ho sperato fino all'ultimo (e continuo a farlo) che non ci siamo "alleanze & inciuci" già STRA-VISTI e (tristemente) STRA-COLLAUDATI.
Come dice OSCAR: BAAAASTAAAA!
PD? PDL? Grillo da piazza? Per favore, iniziamo a parlare di cose serie e che stanno sul Pianeta Terra.

Ritratto di roma
Inviato da roma il

Vorrei ricordare una cosa agli elettori in pectore del PD: se Berlusconi è ancora sulla scena è perche dall'altra parte c'è Bersani.

Entrambi sono la faccia della stessa medaglia,entrambi sono i capibastone del Partito Unico della Spesa Pubblica.

Il PD,ovvero il sistema PD-MPS-CGIL-COOP ha soffocato nella culla il rinnovatore Renzi,riesumando per reazione lo zombi Berlusconi.

Attenzione!!!! votando fideisticamente questo PD si perpetuerà per contrapposizione il voto al PDL di Berlusconi.

Se Renzi avesse avuto la Leadership oggi per il PD non ci sarebbero problemi di allenze Monti  VS Vendola tantomeno problemi sulla maggioranza in senato.

Il  60% degli italiani ,me compreso, avrebbe votato Renzi sperando in un cambiamento reale ma purtroppo le cose sono andate diversamente.

L'unica alternativa è rimasta FID

Meditate compagni,meditate.

  

Ritratto di antman
Inviato da antman il

Gli scenari immaginari di SE e MA riguardanti Renzi sono illusioni. Renzi è una parte integrante del PD. Anche vincendo le primarie non avrebbe potuto stravolgere del tutto la struttura del PD, che dentro ha sia del buono che del cattivo. Ma almeno qualcosa di buono ce l'ha

Ritratto di Natascia Finotto
Inviato da Natascia Finotto (non verificato) il

amico mio, se avesse vinto il Renzi alle primarie sire silvio neppure si sarebbe candidato

Ritratto di remly
Inviato da remly il

Fermare il Declino è una proposta politica interessante, che incarna ideali liberisti che non hanno mai trovato reale spazio nel PDL. Il mio dubbio e rammarico è come mai una formazione guidata da una persona brillante come Oscar Giannino non abbia avuto l'acume politico di allearsi con qualche altra forza politica per avere la possibilità di entrare in parlamento e di rappresentare i propri elettori. Purtroppo la scelta di presentarsi da soli costringe molti potenziali elettori a rivolgersi altrove per avere una rappresentanza in parlamento. Forse questa scelta è già stata spiegata, ma io ancora non riesco a comprenderla

Ritratto di luca.baldi
Inviato da luca.baldi il

Sinceramente trovo strano che riconoscendo come valida e credibile (secondo me unica) la proposta di FID uno non lo voti perché è piccolo, ma ancora più strano che si cerchi qualcosa d'altro pur di essere rappresentati in parlamento, è una contraddizione in termini, se è valida la si vota e si sostiene e non si va in cerca di qualcosa che gli somiglia ma che non c'è. Non si può continuare a votare il "meno peggio", con questo sistema siamo arrivati a questo drammatico punto. La forza di FID è il programma che i "mestieranti" della politica (tutti: PD PDL MONTI etc etc) sperano non venga mai attuato perché in contrasto con i loro interessi ed è per questo che FID non si allea con nessuno. Poi sul fatto che non saremo rappresentati in parlamento lo vedremo dopo il 25.

Ritratto di giorgialea
Inviato da giorgialea il

io credo invece in questa scelta, anzi è proprio perchè non si sono alleati con nessuno che voterò FD. allearsi con qualcuno voleva dire adeguarsi ad un sistema che invece va cambiato, si dice dimmi con chi vai e ti dirò chi sei.... giusto?

Ritratto di armando.conti

a mio parere, premesso che Renzi non è affatto il cavaliere senza macchia e senza paura contro i cattivoni del PD, egli ha avuto un grande successo, ma non ha vinto perchè la maggioranza dei partecipanti alle primarie ha scelto Bersani.

le regole c'erano ed erano sostanzialmente ragionevoli (faccio anche notare che chi ha votato, ha preso l'impegno morale di votare centrosinistra alle elezioni.); se non piacevano a Renzi, Giannino e Zingales, pazienza.

è una balla colossale la storia (che anche Giannino va raccontando di continuo ovunque vada) che Renzi avrebbe cambiato l'Italia, che Berlusconi si sarebbe ritirato, bla, bla, bla e non so quanti altri miracoli.

detto questo, con il 30-35% (stimato) di indecisi, succede che uno che "sta per votare PD" cambia idea e vota FID.

Ritratto di luca.baldi
Inviato da luca.baldi il

Caro Armando rispetto la tua fede verso Bersani, la stessa fede che non ti fa analizzare obiettivamente quello che è successo con le primarie. Ti sei dimenticato che la quasi totalità dei responsabili regionali e provinciali del PD erano contro Renzi? Ti sei chiesto perché? Se non sei in grado di rispondere è inutile discutere. Ti sei dimenticato che sono state messe delle regole per limitare al massimo il numero dei votanti? Ti sei chiesto perché? Se non sei in grado di rispondere è inutile discutere. Poi sul fatto che chi votata doveva impegnarsi a votare PD alle elezioni è stato un ricatto morale vergognoso che la dice lunga sulla concezione della democrazia e della libertà di espressione di Bersani e compagnia cantante. Infine quando dici che è un balla che Renzi avrebbe cambiato l'Italia ti do un semplice dato: alle primarie hanno votato 3,2 milioni di persone, alle primarie per i candidati hanno votato 1,2 milioni di persone. Ti sei chiesto perché? Se non sei in grado di rispondere è inutile discutere. Purtroppo avevate la possibilità di creare un centro sinistra veramente moderno con Renzi, che io da ex elettore di cdx avrei sicuramente votato, e l'avete sprecata malamente, vincerete (purtroppo) le elezioni ma come al solito le vostre contraddizioni ma soprattutto la voglia di occupare poltrone e potere farà perdere al nostro paese altro tempo ritardando la ripresa e condannandolo ad un inesorabile DECLINO dal quale sarà durissimo risalire. È proprio vero che siamo un popolo che dimentica facilmente e non analizzare quello che è successo negli ultimi 18 anni vuol dire non capire il presente, ma non ti voglio convincere, non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire, vota PD ne pagheremo le conseguenze te compreso. 

Con affetto 

Ritratto di spino99
Inviato da spino99 il

Caro Luca Baldi,

condivido totalmente tutto quello che hai scritto. Purtroppo gli iscritti e i simpatizzanti storici del PD votano quel partito per fede e non per ragione. Quello che mi spaventa di più è vedere i giovani rappresentanti bersaniani del PD che hanno le stesse idee e lo stesso modo di esprimersi e di comunicare dei loro storici predecessori che giustamente Matteo Renzi avrebbe voluto rottamare.

Ritratto di alberto.ramazzina

Caro Luca

Concordo con la tua analisi, ma perchè colpevolizzare Armando? Credo che, per principio, non si debba colpevolizzare nessuno per gli errori commessi nel passato anche recente. Abbiamo tutti un passato e quindi errori li abbiamo commessi tutti. Dobbiamo sforzarci a guardare in positivo verso il futuro, altrimenti facciamo il gioco della vecchia politica: sbranarsi l'un l'altro, stoppare l'altro anche a costo di impedire le riforme. Lo so non è facile liberarsi di un vecchio modo di pensare a cui anche i giornali ci hanno abituato.

Non credo che la vittoria di Renzi avrebbe stravolto  il PD, ma avrebbe sicuramente  contribuito a far scoppiare le contraddizioni interne di un partito finora legato a filo doppio alla CGIL.

Scusami ma a me non sembra che Armando sia un fedelissimo di Bersani. Ha fatto solo un'analisi, che ha me sembra verosimile, su Renzi.

 

Ritratto di luca.baldi
Inviato da luca.baldi il

Non ho assolutamente dato colpe ad Armando, la sua risposta era un chiaro appoggio se non a Bersani sicuramente a come viene gestito e condotto il partito, che ricordo essere responsabile al pari del PDL e di tutte le altre forze che ci hanno portato allo sfacelo, e sono convinto che la vittoria di Renzi avrebbe cambiato e di molto non solo il PD ma tutto lo scenario politico, compreso la (forse) definitiva uscita di scena di Berlusconi (come avrebbe potuto competere con uno che ha la metà dei suoi anni?) 

Ritratto di armando.conti

caro Luca, provo a risponderti: 1) non ho alcuna fede in Bersani, ma neanche in Renzi. 2) è noto che la maggioranza del partito appoggiasse Bersani, infatti ho scritto che Renzi ha certamente ottenuto un grande successo; certo per le proprie qualità, ma non solo. basta non leggere solo le agiografie di Renzi. 3) ho seguito, il dibattito e le polemiche sulle regole: è mia opinione che le regole fossero ragionevoli, compresa quella che limitava l'accesso al ballottaggio ai soli votanti del primo turno, salvo casi particolari. 4) l'impegno morale a votare PD alle elezioni mi sembra una richiesta sensata. non è certo una cambiale. ma se non ho intenzione di votare PD perchè dovrei votare alle primarie? 5) ricordo che, da più parti, è stata considerata fisiologica la differenza di affluenza. inoltre, se ben ricordo, alle primarie per i candidati erano presenti diversi seguaci di Renzi; toccava a lui/loro mobilitare gli elettori per confermare, anche per i candidati, il consenso ottenuto nelle primarie per il premier. 6) in conclusione, io penso che Renzi ha certamente qualità di politico e di front man (infatti, è noto che, nella sua giovane vita, sostanzialmente si è occupato solo di politica professionale), quindi ha provato a prendersi il partito, con molti ostacoli all'interno, ma con rilevanti sostegni (di varia natura) dall'esterno, una sorta di scalata ostile che non è andata a buon fine. Questo è il dato, almeno per il momento. 7) il PD vincerà le elezioni? così si dice. sentivo ieri sera (sondaggio La7) che al momento ci sarebbero circa 25% di indecisi e circa 10% di astenuti (per tua informazione, io faccio parte di questo 35%). penso che, per tutti i contendenti (magari ognuno per motivi diversi), quest'ampia fetta di potenziale elettorato sia importante e, forse decisiva.

spero di essere stato in grado di rispondere. è stato un piacere discutere con te.

Ritratto di luca.baldi
Inviato da luca.baldi il

Be adesso aspettiamo a parlare di agiografia di Renzi, ancora non è santo. A parte le battute mi fa piacere che sei fra quel 35% di potenziale elettore di FID, dico questo perché sono sicuro che con il tempo apprezzerai sempre di più lo spirito e le finalità di questo movimento, ovvero FARE quello che serve per l'Italia e gli italiani. Risulta evidente che rimaniamo su posizioni molto diverse per quanto riguarda le regole delle primarie, in tutti i paesi dove le primarie vengono fatte non esiste che chi non ha votato al primo turno non può votare al secondo. Proprio perché sono andato a votare alle primarie e come me tanti altri è la dimostrazione che la vittoria di Renzi avrebbe cambiato le cose. Non sono d'accordo neanche quando chiami scalata ostile quanto ha provato a fare Renzi, casomai l'opposto. In ogni caso decidi prima del 25. Anche a me fatto piacere confrontarmi con te. 

Ciao

Ritratto di Furetto
Inviato da Furetto il

Io penso invece che Renzi fosse solo un palloncino gonfiato.

Ha tentato di arruffianarsi Berlusconi con la famosa cena a casa sua (di Silvio), e adesso esprime stima nei suoi confronti per come sta conducendo la campagna elettorale. Stima!!! Dico, stima!

Ma è una campagna elettorale giocata da Berlusconi tutta a suon di menzogne e di effetti scenici, cagnolini in braccio, finte fidanzate e Balottelli, e le solite pagliacciate che sciorina da 20 anni, con l'aggiunta delle volgarità tipo chiedere a una impiegata "quante volte viene?"

Come si fa a dire una cosa del genere, a rilasciare un attestato di stima a uno squallido megalomane come  Berlusconi, all'uomo che secondo Oscar Giannino stesso è il maggior responsabile della situazione in cui siamo?

Temo che molti in FiD abbiano travisato il personaggio Renzi, illudendosi che fosse un autentico riformatore che potesse scardinare certe logiche. Io, da par mio, l'ho sempre ritenuto solo un chiaccherone, una confezione bellina col vuoto dentro.

Per quanto riguarda il voto disgiunto: non mi sembra peregrino decidere di votare PD al senato per ostacolare Berlusconi, perchè io, mentre sono convinto che FiD supererà il 4% alla camera, penso che sia praticamente impossibile che superi lo sbarramento al Senato.

Esiste quindi altra possibilità di ostacolare concretamente Berlusconi al Senato che votare PD? Secondo me, no.

Se Silvio vince al Senato FiD non avrà possibilità di azione perchè Berlusconi farà terra bruciata, a meno che Giannino non voglia dialogare con lui dopo averlo definito pubblicamente un buffone e aver sparato contro di lui a palle incatenate.

Mentre se vince il PD e si piazza qualcuno di FiD alla Camera almeno col PD ci si può ragionare, non sono degli invasati che cantano "meno male che Silvio c'è", non sono una manica di leccascarpe proni ai voleri del capo come quelli del PDL.

Traduco il concetto: se proprio ci si deve auspicare una controparte vittoriosa con cui dialogare, questa non è certo il PDL, a mio modo di vedere.

 

 

 

 

 

 

Ritratto di luca.baldi
Inviato da luca.baldi il

Ma per l'amor di Dio, dialogare con Bersani ed il PD? Ma stiamo scherzando? Di riforme del lavoro e del welfare la controparte sarebbe Fassina, che incarna l'antitesi del pensiero di FID. Far vincere il PD anche al senato equivale a consegnarli l'Italia, ergo rimane tutto uguale (quando va bene) che tradotto vuol dire che non ci risolleveremo più dal DECLINO. Dare il voto al PD (come al PDL) vuol dire essersi dimenticati cosa è successo negli ultimi 18 anni, e non capisco come possa farlo uno che ha aderito a FID, è una colossale contraddizione. 

Ritratto di luigi russo

PD= Accelerare il Declino

Ancora che vogliono spremere l'arancia....( con più tasse = più spesa pubblica ) anche quelle di sicilia sono esaurite....questi vivono su un'altro pianeta, quel pianeta che gli assicura uno stipendio di oltre € 15.000 ; quindi perchè non vanno a vivere altrove dove si sta meglio tipo alle bahamas, Cuba, Brasile, Caraibi...oppure vanno in pensione perchè sono tutti anziani ed egoisti....meglio se lasciano il posto ai giovani senza futuro!!!!!!

Ritratto di luca.baldi
Inviato da luca.baldi il

Ciao Guido, la prima cosa che dovresti fare è leggere il programma (anche le schede di approfondimento), troveresti la/le risposte alla tua domanda. Provo a riassumere i principali punti per capitoli:

1) abbattimento del debito pubblico con le dismissioni = meno interessi da pagare, ergo più risorse a dispodizione 

2) abbattimento della spesa pubblica = più risorse per il calo delle tasse

3) più calo delle tasse = più crescita e più posti di lavoro 

4) più meritocrazia 

5) più attenzione ai giovani ed alle donne 

6) welfare dedicato a chi ne ha più bisogno e non per difendere i soliti noti

7) più spesa per istruzioni e e ricerca

Se ragioni un attimo capirai che per un operaio votare per i soliti partiti (tutti, ma sia dx che sx che centro) vuol dire essersi dimenticato cosa hanno fatto negli ultimi 18 anni, ma basta che ti guardi i tasca. Dobbiamo cambiare il paese è non il proprio orticello, ne va del futuro delle prossime generazioni. 

 

Ritratto di maria.toscano

Un operaio dovrebbe votare FilD volando, perchè se FilD vincesse l'economia crescerebbe sicuramente un pò di più e quell'operaio, anzichè aver paura di perdere il lavoro saprebbe: 1) che l'impresa dove lavora andrà meglio, 2) che comunque troverebbe un altro lavoro.

Al giorno d'oggi, quello che veramente difende gli operai non è il sindacato, ma un'economia in espansione, per cui hanno possibilità, anzi facilità di trovare lavoro e anche di ottenere aumenti di salario. Altrimenti, col declino, solo paura e cassa integrazione!

 

Ritratto di Sonia Baron

Per i giovani, per i nostri figli, per le future generazioni. Non possiamo rinunciare a credere di poter essere RAPPRESENTATI in questo Paese. Non possiamo svendere il futuro dei giovani per i "diritti acquisiti". Dobbiamo lottare e credere in questa sfida che se pur difficile e probabilmente lunga e' l'unica via. 

Ritratto di oscar.b
Inviato da oscar.b il

Ciao Guido, tutti dovremmo votare FARE per il solo motivo che è il solo partito che ha un vero programma spiegato nei minimi dettagli, provate a leggere quelli degli altri, sono tutti approssimativi. E poi mandiamo a casa la vecchia oligarchia. Forza Oscar

Ritratto di Filippo.Lignola

Ci provo io

L'operaio perchè la sua azienda continuerebbe a vivere e non verrebbe strangolata da tasse sempre più alte o da crediti non pagati dallo stato

L'impiegato statale perchè lo stato non fallirebbe e quindi il suo posto di lavoro sarebbe garantito (spero invece che i dirigenti statali vengano rapidamente tagliati sia nel numero che nello stipendio)

Ritratto di francesca.ricciardi

Un operaio può essere preoccupato di vivere in un paese che non attrae più investimenti e che soffoca le aziende, compresa la sua, con burocrazia, inefficienze infrastrutturali e tasse.

Un impiegato statale può essere irritato al vedersi circondato di sprechi e di personaggi che fanno carriera senza meriti. Penso a tanti insegnanti eccezionali pagati quanto colleghi incapaci e assenteisti.

Ritratto di marco manfredi

Un operaio è parte importante di una azienda. Tanto importante di quanto Lui vuol essere. Qualsiasi buon imprenditore (gli altri li porta via il mercato insieme alla loro azienda ed ai collaboratori) è attento alla motivazione ed alla capacità di ciascun suo collaboratore. Questa vera sinergia porta ad alti traguardi tutta l'azieda a benefici economici per tutti. Le aziende siffatte oggi hanno meno problemi delle altre perchè insieme si sono irrubostite e insieme supereranno più facilmente la crisi. Partecipare a rimuovere le difficoltà e il peso enorme delle tasse (quelle sulle imprese italiane sono le più alte in Europa) che oggi che uno stato incapace fa pesare sulle aziende (tutte) mette in difficoltà anche quelle ben gestite e quindi tutti i posti di lavoro....e quindi tutto il sistema socio-economico e quindi il Paese....oggi siamo a questo punto....non pensa anche Lei Guido che ora siamo "costretti" a decidere di cambiare mentalità??

Ritratto di Guido Montagna

 

Ringrazio tutti quelli che mi  hanno risposto .

La mia domanda un po' provocatoria " perchè un operaio dovrebbe votare FiD"  , era una domanda /risposta/ conferma di quello che io già penso.

Però quando parli con altre persone e cerchi di convincerle a votare o quantomeno ad interessarsi del nostro movimento , vuoi essere sicuro di avere gli argomenti giusti e convincenti .

"Facile " è convincere un imprenditore ,un professionista ,una partita IVA , più difficile un operaio che pensa di essere protetto solo dal PD.

Mi ha fatto molto piacere leggere le vostre note che saranno di aiuto a molti .

 

 

Ritratto di Gianluigi Melesi

PD e PDL = Spendopoli

Ha ragione Giannino: questi due partiti sono in realtà dalla stessa parte. Sono la spendopoli degli ultimi 19 anni.

Non taglieranno mai tasse, spesa, debito e sprechi e soprattutto mangia mangia della politica.

Non accetteranno mai di ridurre il peso dello Stato sull'economia non accetteranno mai di liberare le forze del libero mercato riducendo il perimetro di spesa, oppressione fiscale, monopolio pubblico, mancanza di concorrenza non solo di aziende pubbliche ma anche del 60% dei settori che PD e PDL per 20 anni hanno contribuito a DISTORCERE con bandi e gare pubbliche preconfezionati.

 

Ritratto di esox lucius

In realtà Destra e Sinistra non esistono, è solo una tattica per fottere più soldi.

Sviluppo e crescita, qualcuno di dx o sx ha detto qualcosa di sensato? Solo mungere l'armento.

L'ultima cosa che taglieranno sono i propri introiti, che si compongono di più voci, alcune palesi, altre occulte, altre clandestine. Ma piuttosto che rimetterci un euro di tasca propria - poi...non "propria", ma presa a un lavoratore -  lasciano che il lavoratore si dia fuoco. E' configurabile l'omicidio preterintenzionale?

Quanti ne hanno sulla coscienza? E non mollano. E gli Italiani li votano. Provo ogni giorno la stessa sensazione di impotenza, come camminare nelle sabbie mobili.

Che facciano bum a queste elezioni, o alle prossime, altrementi obtorto collo anch'io - che ne sono terrorizzato - dico che l'unica strada sarà il colpo di stato.

Gian

Ritratto di massimo.dammacco

Io, naturalmente, voterò per FARE (e voterò per la prima volta dopo molti anni). Ma non mi nascondo che sarà difficilissimo superare la soglia di sbarramento. E' comprensibile. FARE è nato da poco e non si possono pretendere miracoli anche se sperare è lecito. Oltretutto si ha l'impressione che la prossima nascente legislatura avrà vita breve: non sono cambiati gli attori, le logiche spartitorie, le cose che andavano fatte vengono ora riproposte dagli stessi in chiave elettorale e non sarannole penose apparizione con cagnolino a convincere gli elettori (quelli che vogliono il cambiamento intendo perchè c'è anche una cospicua parte di italiani che non vuole cambiare un bel nulla). Io voterò per FARE ma sarò contento se il M5S raggiungerà il risultato che i sondaggi prospettano, perchè prima di  ricostruire bisogna liberarsi dell'oppressore e il M5S sarà la bastonata ben assestata che lo tramortirà. Costi quello che costi. Poi, in letizia, rimosso il cadavere, si potrà ripartire e FARE, nel frattempo cresciuto, diventerà un punto di riferimento per tutti.

Ritratto di esox lucius

Più o meno è quello che mi auguro anch'io: dx e sx producono un esito di ingovernabilità, vengono messe da parte, si nomina precipitosamente un governo d'emergenza, non ci capisce niente nessun altro e Fid costruisce.

Ora, chi lo può fare? Quelli di prima no, che' anzi compongono il cadavere che dev'essere rimosso.

Fid di sua iniziativa no, non ne ha le forze.

Schieramenti paralleli (Monti e...europei), il Pres. Rep.(e...europei), Terzi imparziali, collegi arbitrali? Monti bis? 

Fid nel frattempo cresce? Se Monti etc. si reinsedia, ti voglio vedere scrollarselo di dosso...

In tutti i ragionamenti di questo tipo, compreso il mio, manca sempre l'atto di assoluta volontà  per cui le cariatidi si schiodano e i nuovi arrivano. Ho una paura del diavolo del colpo di stato, ma se non li si cannoneggia questi non se ne vanno!  

Su base legale non si può, le leggi le hanno fatte loro a loro uso e consumo, morderanno sempre le terga degli elettori.

su base volontaria manco a parlarne, invecchiano, implastichiscono, cristallizzano ma sono sempre li'.

Di morte naturale non muoiono,

su base negoziale ti escono al massimo un patto con gli italiani che poi sparisce...

Forse la soluzione estrema per evitare la violenza o la...democrazia cristiana potrebbe essere la commissione di cittadini ad interim, eletta a suffragio popolare, che si sciolga dopo aver costituito il governo, ma me la vedo brutta nei criteri di elezione.

Gian

 

Ritratto di PACINI MAURIZIO

Finalmente!

Finamente un articolo che muove critiche al PD! Finora, le punte di acredine erano state rivolte al PDL, in via preferenziale.

Ciò rende FiD ancora più credibile.

Ritratto di Natascia Finotto
Inviato da Natascia Finotto (non verificato) il

perchè un operaio dovrebbe votare FiD? Ma semplicemente perchè invece di diritti di carta e sulla carta (a partire dall'art. 1 della costituzione: una presa per i fondelli costituzionale, appunto) farebbe di tutto per pretendere l'adempimento del dovere dello stato di non rubargli soldi dallo stipendio.

Ritratto di Natascia Finotto
Inviato da Natascia Finotto (non verificato) il

buongiorno Sandra. Penso (spero) che la Redazione pubblicherà qui sul sito la registrazione della giornata.

Le mie impressioni?

Qualche pillola (meglio però vedersi la registrazione e farsi un'idea in proprio):

1. mi sono piaciuti molto gli interventi della fondatrice (penso di nome Elena) su "donna, welfare", del candidato (penso in Lazio, e purtroppo non in posizione di cadregone sicuro) che lavora all'Agenzia Spaziale italiana, del biologo molecolare, di Pagliarini sul federalismo vero;

2. sugli approfondimenti tematici la cosa che ha attratto molto il mio interesse è la proposta sulle cooperative scolastiche (e la conseguente "concorrenza" tra scuole, ovviamente stiamo parlando di quelle pubbliche): mi pare una buona idea;

3. esilarante il discorso finale di Giannino (bordate a pd (bersani che lecca il culo ora a renzi, tanto che è stato sentito parlare fiorentino e finanche indossare una maglia viola....), a pdl (silvio e i 4 milioni di nuovi posti di lavoro che hanno fatto finanche inarcare il sopraciglio all'angiolino in platea....), ingroia (Oscar come nella pubblicità di Clooney con il toro di ghiaccio e il Martni, insomma, una "stretta" o "tagliata" là allorche quell'idiota di ingroia ha "spiegato" come e dove troverebbe i soldi per tutto quanto ha promesso che farebbe: guardate, questa è la parte più divertente, da competizione con Crozza, Giannino è bravissimo), il prof. monti (scoop: Giannino ci ha rivelato che quando Obama chiamò Monti non parlarono affatto di Italia, Europa, cariche, Germania: Obama volle solo assicurazioni su FIAT da Monti. Il resto si sa: visita di Monti alla Fiat,ecc......diciamo che Monteprezzemolo ha i santoni in paradiso e che è lì a proteggere ben noti interessi, che non sono certo quelli degli italiani). Alla fine Giannino ha indicato qualche buona idea su come convicere gli indecisi, essendo questo il bacino da cui può attingere FiD.

4. Giannino ha affermato la sua opinione: il prossimo governo durerà poco, e allora per FiD si aprirà la vera grande opportunità. Ha detto che al prossimo giro TUTTI i fondatori si candideranno.

Ci sono molte cose che non mi sono piaciute: la cosa che proprio non mi è piaciuta è che non si è parlato affatto di conflitto di interessi (a dire la verità si è parlato solo dei conflitti di interessi degli altri, in particolare di quelli di cui saranno portatori, se eletti, alcuni candidati di Monti, come Bombassei). Poichè per non pochi candidati di FiD c'è un evidente conflitto di interessi (sopratutto per alcuni candidati a cadregone sicuro: l'ho già segnalato, piu' di una volta, e non solo io, molti aderenti hanno segnalato ciò), sono uscita dalla fiera con l'amara sensazione della delusione (il punto del programma dei dieci punti per me era fondamentale quando ho deciso di aderire a FiD; nessuno in campagna elettorale sta parlando di conflitto di interessi, della seria intenzione di fare una legge apposita, e di quali saranno i contenuti di tale legge, che, a mio parere, dovrebbe essere varata al primo consiglio dei ministri. Invece tutto e tutti tacciono: anche FiD, cari aderenti, perchè anche FiD deve "tutelare" alcuni conflitti di interessi). Questo mi dispiace davvero tanto e spero in un intervento di Zingales sul punto

Ritratto di alberto.ramazzina

L' aver segnalato il punto sul conflitto di interessi è una cosa non solo importante ma basilare per una politica credibile di FiD.

Prima delle 10 proposte operative ci dovrebbe esserne una su morale ed etica, che dica in chiaro cosa pensa FiD.

Anche se è vero che le 10 proposte esprimono implicitamente la posizione del movimento.

Dalle mie conoscenze sul meccanisco di creazioni delle leggi non credo che un governo possa efficacemente legiferare a riguardo.

Il perchè è presto detto. Il governo può emanare un decreto legge che deve essere confermato dalle due camere entro 60 giorni. Dubito che una legge tanto importante possa passare in questo lasso di tempo. Solo proposte presentate da parlamentari potranno essere discusse senza la spada di damocle del tempo.

E speriamo che i partiti diano la priorità necessaria su questo tema fondamentale della vita politica ed economica italiana.

Ritratto di luca.baldi
Inviato da luca.baldi il

Ciao Natascia permettimi di darti del tu, vedo che insisti, e non sei l'unica, sul conflitto di interessi. Scrivi che FID volutamente non tratti e non parli di questo argomento per interessi di alcuni candidati, detto che è tutto da dimostrare, non ho elementi al riguardo, vorrei porre la tua attenzione al 4° punto del programma al capitolo LIBERALIZZAZIONI, se vai nella scheda di approfondimento nella sezione TELELECOMUNICAZIONI ED EDITORIA c'è scritto :

Applicazione rigorosa delle norme antitrust e delle norme relative al conflitto d'interesse 

Più chiaro di così!!!! 

Ritratto di sandro giusti

Si, confesso, stavo per votare PD. Anzi no , stavo per votare "il meno peggio" (che forse mi sembrava il PD avendo votato a sinistra per una vita). Ma non ero per niente contento di votare Bersani, perchè se pensi che sia "il meno peggio" vuol dire che comunque non sei convinto. E comunque da mesi mi convinco che - purtroppo- era meglio in periodo dei Craxi, Forlani Andreotti etc. Almeno loro erano POLITICI, quelli che ci stanno governando da TROPPI anni sono solo opportunisti: oltre alle loro tasche (e a quelle dei loro parenti ed amici)non esiste altro, solo spremerci al massimo per i loro comodi!

Allora che fare? Ad un certo punto scopro FID ed ho finalmente ritrovato l'entusiasmo nel voto. Trovo un programma che mi convince, trovo la voglia di iscrivermi, e comincio a parlare con la gente. E così sono convinto che molti potranno dare il loro voto. E se è un partito piccolo chi se ne frega, l'importante è ritrovarsi in un programma valido , essere CONVINTI di quel che voti, "il più meglio" e non "il meno peggio".

Abbiamo tempo per crescere, se non è adesso sicuramente la prossima volta, basta crederci!

Ritratto di PAOLO RAFFICONI

Ho appena fatto l'iscrizione perchè finalmente leggo un programma che mi rappresenta e sposo in toto le parole di GIannino, se il partito è piccolo ancora (ma poi vedremo quando si faranno i conti) l'importante è aprire una piccola crepa nel muro granitico dei professionisti dello sfascio della politica Italiana. Fare un primo passo e continuare a lavorare nella stessa direzione senza mollare mai. Questo è importante. "Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono... poi vanno a casa!!!! " Mi ero quasi deciso a votare Il Movimento 5 Stelle" ma poi ho letto il programma di FID e non c'è stata storia. Avanti tutta.

Ritratto di STEFANO.BERTOLETTI

Forse saranno maturati i tempi (ho quasi 32 anni, sono del 1981), ma questo è il voto  che sento  più mio. Fino ad ora ho sempre votato Centro Destra: ora, però, è venuto il momento di FARE. Ma la cosa forse più assurda e che forse mai capirò, è che questa "Truppa" di "Coraggiosi Economisti, Uomini e Donne" è accusata di essere troppo precisa: http://youtu.be/kqF_rxRMhaU . "Lei non sta facendo gli esami", come dicono Tabacci e Storace. Ma hanno capito il significato di "fungibile"? Secondo me no.

Grazie di avermi dato la voglia di andare a votare.

P.S.: naturalmente anche per la Lombardia. Carlo Maria Pinardi!

Ritratto di luca.baldi
Inviato da luca.baldi il

Ragazzi siamo in tanti e convinti. Come ha detto Boldrin all'anti meeting ci stiamo paracadutando di nascosto, quando se ne accorgeranno (dopo il 25) per loro sarà troppo tardi. 

AVANTI COSÌ!!!!!!!! 

Ritratto di antonio carlino

Quanto alle considerazioni su Renzi, sono d'accordo con Luca Baldi. Gli hanno fatto la guerra perché lo temevano, Bersani in primis; io, che non ho mai votato a sinistra (i miei ideali di ragazzo erano La Malfa, Malagodi, Spadolini), ho votato  Renzi alle due tornate delle primarie PD. E lui avrebbe sì cambiato le cose ed a lui sarebbe andato un massiccio voto trasversale che avrebbe sbaragliato l'apparato da Comintern del PD.

Rispondendo a Sandra Neri io c'ero: è stato tutto inaspettato ed entusiasmante, coinvolgente e commovente; sì commovente - e questo è di grande auspicio - per la stragrande presenza di giovani e per uno come me ormai avanti negli anni è stato come uno squarcio alla  speranza. Un tripudio di partecipanti (la sala stracolma), un mare di bandiere FARE sventolanti, finalmente il conforto di sentir parlare in maniera coerente, concreta e soprattutto onesta. Purtroppo intorno alle 16 sono dovuto andar via (dovevo avere il tempo di tornare in Stazione Centrale per   non perdere il treno), ma comunque ho fatto a tempo a sentire Oscar almeno per la prima parte del suo intervento nel quale ha anticipato novità straordinarie che nei prossimi giorni saranno oggetto di pubblicazione sui principali quotidiani (in breve,ci ha ufficializzato un elenco di noti professori universitari italiani e stranieri che periodicamente valuteranno gli effetti e l'efficacia delle linee programmatiche del nostro Movimento). Grandioso!

Ed a questo punto comincio anch'io ad essere d'accordo con le previsioni di Michele Boldrin che ha parlato di un possibile 7% e quindi circa 3 milioni di voti.

Per aspera ad astra|!

 

Ritratto di CARLO COTTINO

Dopo anni di voti "contro" qualcuno o qualcosa, quasi vergognandomi di dire che avevo votato cdx, ora per la prima volta voterò "per" qualcuno!

Ma il mio voto a FARE non sarà "per" Giannino, che pure apprezzo e stimo da anni, sarà per il futuro di mio figlio, sarà per vedere qualcosa di nuovo che si muove, sarà per un'Italia migliore che c'è e talvolta non osa farsi vedere.

Grazie a tutti per avermi dato questa opportunità.

 

Ritratto di SergioPinsone

Perdonatemi ma non riesco a seguire la conversazione io credo che bisogna partire da alcuni concetti importanti, i vari partiti, movimenti e/o politici vanno giudicati per ciò che hanno fatto e non per quello che promettono, quindi basta ascoltarli e ricordiamo piuttosto ciò che hanno fatto.

Per quanto concerne  l'oggetto della conversazione Renzi dopo le primarie dovrebbe farci capire perché sia rimasto nel Pd se crede veramente quanto affermava altrimenti e lecito pensare che le primarie siano state un teatrino per adescare i moderati . Personalmente penso che votare Pd o Pdl sia un grave errore e che non bisogna aver timore di votare un piccolo movimento come Fare perché forse non raggiungerà il 4% e quindi non entrerebbe neppure in parlamento sappiamo tutti  che un temporale inizia con poche gocce ma anche che a volte si trasforma in un alluvione e questo dipenderà da ognuno di noi. Buon lavoro Sergio

Ritratto di DB2009
Inviato da DB2009 il

Nel mio piccolo, sto trascinando alcuni ex elettori PD a votare per FARE... anche loro si sono resi conto che il vero cambiamento non può avvenire per mezzo di chi in realtà ha sempre difeso lo status quo... Andiamo avanti così! PS:  i sondaggi CATI ci stimano attorno al 2%, quelli CAWI intorno al 5%, io inizio a crederci veramente che si possa superare la soglia di sbarramento... 

 

Noi siamo l'unica soluzione credibile al declino in atto... 

 

Ritratto di esox lucius

All'antimeeting non c'ero e mi dispiace, essendo di Milano e a due passi dalla Fiera.

D'accordo in pieno con Giannino che la vera occasione sarà in seconda battuta, a fuffa depositata.

E' vero e l'avevo notato che Fid non tratta alcuni temi, tra cui i conflitti di interesse interni, ed è anche vero però che non è stato accettato qualcuno che aveva omesso "dettagli" sul suo passato. Credo che in questa fase di evoluzione sia anche difficile che certi temi siano esposti con priorità, ma sono certo che in macchina progetti di gestione del problema ci siano, sicuramente ispirati da principi generali e non "ad personam":

Non conoscendo i particolari non posso formarmi un giudizio nel merito, di sicuro un fiume in piena oltre a fango e sassi contiene anche ettolitri di buona acqua. 

Certo Giannino e c. pongono verbo quando sono sicuri, e motivano; questo finora han fatto. Dagli albori di Radio24.

Gian

Ritratto di luca.baldi
Inviato da luca.baldi il

Ho letto molti (troppi) post al riguardo del conflitto di interessi e come FID "non" ne parli o non lo tratti, i casi sono 2: o non si è letto il programma oppure si è in malafede (non lo credo). Basta andare al punto 4 del programma, quello che parla di liberalizzazioni, e leggere la scheda di approfondimento, c'è un riferimento esplicito al conflitto di interessi, se non bastasse guardate il video a questo link http://video.corriere.it/giannino-a-me-indecisi/f80db26e-72e1-11e2-bdf7-..., e sentite cosa dice Giannino al proposito.

Ritratto di maria.toscano

OK sig. Baldi, è chiaro che sia il programma di FilD che Giannino parlano di netta opposizione al conflitto d'interesse.

Quello che alcuni lamentano e contestano è che invece siano stati candidati dei personaggi (Saravalle?) in attuale o potenziale conflitto d'interesse.

Io non conosco questa/e persone, né i fatti specifici;  volevo solo spiegarle qual'è il problema qui: si informi lei nel merito e ci sappia dire se sono giuste le contestazioni.

Io spero che ci sia un vero chiarimento, per FilD, al quale comunque dobbiamo concedere la nostra fiducia, operando perchè mantenga tutte le sue promesse di etica e trasparenza, che sono la ragione per cui abbiamo aderito.

Ritratto di luca.baldi
Inviato da luca.baldi il

Ho letto da più persone di eventuali conflitti di interesse di alcuni candidati tra cui Serravalle, pertanto le contestazioni sono giustificate se chi evidenzia questi conflitti poi li  descriva e sopratutto li provi affinchè chi come me, lei e tanti altri  sia informato. Partendo dal punto che bisogna essere garantisti, almeno io lo sono, se crediamo nel progetto FID e nei suoi leader, Giannino in testa, dobbiamo credere che il conflitto d'interessi all'interno del nostro movimento non sia un problema, o vogliamo ipotizzare che anche Giannino ci sta raccontando delle balle? Dato che non lo credo assolutamente dobbiamo anche dire che per colpa dell'assurda legge elettorale le liste sono state fatte in tempi talmente brevi che una accurata selezione dei candidati non era possibile, pertanto potrebbe essere che alcuni elementi non siano "opportuni", ma confiidando nella serietà ed onestà che vedo trasparire prepotentemente all'interno del movimento sono certo che anche le eventuali mele marce ( se ce ne sono) verranno eliminate. 

Ritratto di Natascia Finotto
Inviato da Natascia Finotto (non verificato) il

ben detto, Maria. Beh, c'è anche Pera.

Mi permetto di chiarire che il mio disappunto sul tema "conflitto di interessi" riguarda, tra l'altro, proprio l'indicazione di una normativa organica sul punto (quindi, a prescindere da FiD).

Luca, mi perdoni, ma le indicazioni che lei ha dato sono un po', come dire, tautologiche. Mi spiego: certo che troviamo scritto in varie parti del programma di FiD che ci vuole una normativa sul conflitto di interessi, che le lliberalizzazioni devono essere fatte in questa ottica, ecc. Il problema è che non è indicata da nessuna parte una traccia (che è l'unica cosa di cui per ora potremmo dibattere) di quale sarebbe il contenuto normativo di tale auspicata legge (che, ovviamente, vado oltre la, per così dire, "episodicità" con la quale, varie normative specifiche, già ora trattano del conflitto di interessi (ad esempio, la normativa societaria nel codice civile).

Mi permetto di fare un esempio che forse chiarisce un poco: uno dei problemi più gravi che c'è in Italia è dato dal fatto che spesso il "controllato" ha legami (di vario genere: familiare, politico, di categoria - stavo per dire di casta- di territorio, ecc...) con il "controllore". Come lo risolviamo questo problema? Semplicemente come si fa ora con una semplice "auto-certicazione"? E'uno spunto, per carità, ma forse è un pochino utile per capire la prospettiva.

Ritratto di luca.baldi
Inviato da luca.baldi il

Cerco di rispondere. i vostri post sono bene argomentati ed esaurienti, e sicuramente inducono a riflettere, cosa che per fortuna vedo fare da molti iscritti a FID, anche questo è un altro elemento positivo, vuol dire che pensiamo con la nostra testa, cosa che per altre parti politiche, specialmente a sx, non è così, ovvero non voglio dire che non pensano, ci mancherebbe, ma spesso fanno quello che i "capi bastone" dedidono senza nessun spirito critico, l'unico sentimento è l'antiberlusconismo (capibile).  Perdonate la lunga premessa, è indubbio che sulla base di quello che avete scritto si può essere indotti a pensare che i vari personaggi citati abbiano interessi personali visto cosa e con chi hanno svolto alcune attività, però se mi permettete è una visione "maliziosa", capisco che con quello che siamo stati abituati a vedere e sentire negli anni dagli attuali esponenti politici si parta prevenuti, ma parlare di conflitto di interessi senza che queste persone siano state messe alla prova lo vedo un atteggiamento più alla Ingroia che da veri liberisti. Perchè non pensare che essendo professionisti del settore la loro esperienza sarà utile affinchè certe attività (per esempio le liberalizzazioni) non vengano svolte in maniera più che corretta? Altrimenti per evitare questo, bisognerebbe che ogni settore della macchina pubblica fosse gestito da chi con quel dato settore non ha niente a che vedere. Per assurdo, con questo ragionamento mettere un Zingales come responsabile dell'Economia  non sarebbe possibile,  io invece sono convinto che proprio la voglia di cambiamento e di rinnovamento che è nel DNA di FID mi porti a pensare che l'etica e la deontologia siano le qualità insite di coloro che per FID avranno compiti di rappresentanza in parlamento con la ragionevole convinzione che faranno quello che serve nel totale rispetto delle leggi escludendo qualsiasi tornaconto personale. Sono un ingenuo ottimista? Forse si !! Detto questo una proposta che obbligasse chi fosse eletto al parlamento per FID ad abbandonare/sospendere la propria attività durante la legislatura (l'ho semplificata ma spero che il concetto sia chiaro) mi vedrebbe sicuramente favorevole, e comunque occhi aperti sempre !!!!

 

Ritratto di Natascia Finotto
Inviato da Natascia Finotto (non verificato) il

Caro Luca, non non sei un ingenuo ottimista, sei (come tutti noi, io magari un po'di meno) fiducioso nel fatto che, avendo tu aderito in totale libertà di interessi a FiD, anche tutti gli altri abbiano avuto la stessa disinteressata motivazione ad aderire. Questo mi pare corretto e condivisibile: ed infatti penso che la base di FiD sia contraddistinta da questa motivazione. Perdonami, invece, la malizia: quesi signori di cui hai letto non lasceranno MAI i loro studi legali. E farebbero bene: perchè dovrebbero? L'opzione che vengano "allontanati" in quanto eletti di FiD mi pare, altresì, palesemente impossibile: è capitato solo al (povero) Giannino. E questo gli fa grande onere e a noi un gran beneficio: si dedica totalemnte a FiD e solo per l'interesse politico di FiD. Vengo al dunque: quei signori, semplicemente, non dovevano candidarsi e potevano comunque mettere a disposizione di FiD (come giustamente tu indichi) la loro perizia, la loro esperienza, la loro competenza nelle liberalizzazioni e privatizzazioni. Altrimenti che pensiero faresti qualora, chessò, passasse la privatizzazione della Rai grazie anche e soprattutto ai voti di FiD (magari su proposta di FiD, persentata e relazionata in Parlamento da FiD, dai suoi eletti) e gli incarichi fossero assegnati a BEP e/o GOG. Mi limito a richiamare le approfondite analisi di Zingales sul lobbismo americano in Manifesto Capitalista. Ecco, a proposito di Zingales: scusa, ma il tuo esempio non mi pare calzante proprio perchè Zingales è un econimista "purista": mi pare che l'unico incarico che abbia in Italia sia quello di consigliere di amministrazione "inipendente" di Telecom. Praticamente non rappresenta nessun socio di controllo ed è lì, appunto, per fare le pulci e rompere anche un po' le palle (e lo fa molto bene: la vicenda delle azioni di responsabilità lo testimonia e gli fa onore). Ecco, queste sono le mie fortissime perplessità.....

Pagine

Scrivi un commento

Accedi o registrati per inserire commenti.