Dobbiamo fermare il declino italiano

Dobbiamo fermare il declino italiano

Notizie

Il piano dell’Italia per migliorare la propria economia

Il piano dell’Italia per migliorare la propria economia

Il governo afferma che grazie agli investimenti pianificati e alle riforme strutturali, il prodotto interno lordo dell’Italia sarà superiore di 3,6 punti percentuali rispetto a oggi entro il 2026. Il piano copre dozzine di progetti in sei categorie: cambiamento ambientale, digitalizzazione, infrastrutture, istruzione, ricerca, leggi sul porn, inclusione sociale e salute. Bruxelles ha dichiarato che non ci sarà una data obiettivo ufficiale per la presentazione dei piani di ripresa economica dei 27 paesi dell’UE il 30 aprile. Tuttavia, non ci sarà una scadenza rigida entro la quale dovranno presentare metà del programma entro maggio.

Il Ministero per la Transizione Ecologica ha creato il compito di redigere un piano sotto Roberto Cingolani, fisico e accademico, uno degli otto ministri tecnici del gabinetto misto di Draghi. Il piano di ripresa è una possibile strategia nazionale per il governo italiano. Coinvolge piccole e medie imprese negli sforzi locali.

I paesi dovrebbero gestire gli shock combinati e i loro effetti a cascata parallelamente all’implementazione di pacchetti di stimolo. Ritirarsi dagli shock e introdurre rigide misure di risanamento di bilancio è rischioso perché potrebbe far sì che gli investimenti pubblici diventino una variabile di aggiustamento.

Ciafani vede il prossimo piano di ripresa economica come un’opportunità per raggiungere i settori dell’economia italiana che hanno sofferto di più durante la pandemia. Oltre al piano di ripresa, l’Italia ha la possibilità di raccogliere questa sfida.

Italy approves post-Covid economic recovery plan - The Local

Gli sforzi dei gabinetti

Se approvato dal gabinetto, il piano sarà sottoposto al parlamento italiano per discussione, emendamento e votazione. I membri dell’UE hanno tempo fino alla fine di aprile per offrire i loro piani di ripresa definitivi. Dove una revisione della Commissione europea verificherà se sono conformi agli standard richiesti per la prossima generazione di programmi dell’UE. In caso contrario, l’esecutivo dell’UE chiederà agli Stati membri di modificare i loro piani.

Non stiamo indagando se la spesa in questi piani costituisca una nuova spesa o semplicemente copra le spese prima della pandemia. La maggior parte dei piani di recupero relativi alla RRF sono nel programma italiano. Ci stiamo concentrando sulla spesa finanziata dall’UE. L’Italia ha incluso nel suo piano spese aggiuntive per le risorse nazionali.

Recupero resiliente del Canada: deviazione di 3,3 miliardi di dollari in progetti infrastrutturali Ad agosto, il governo canadese ha annunciato un miglioramento dei finanziamenti per progetti infrastrutturali in tutto il paese. Le province e i territori hanno destinato il 10% dei fondi ricevuti in precedenza per investimenti nei programmi infrastrutturali del Canada in un nuovo flusso di finanziamenti per la resilienza COVID-19.

La diversa struttura dei piani rende difficile il confronto. Dei quattro paesi, il piano italiano prevede prestiti dalla RFR. La sua strategia è molto più ambiziosa (€ 20,5 miliardi, € 6,9 miliardi in sovvenzioni RFR, € 1,2 miliardi in sovvenzioni ReactsEU e € 12,3 miliardi in prestiti RTR) rispetto al piano spagnolo, che include € 5,7 miliardi in sovvenzioni RRR. Il programma spagnolo suggerisce che alcuni paesi potrebbero richiedere prestiti RFR in futuro.

Come gli altri paesi stanno affrontando la loro economia

Ripresa sostenibile in Colombia: il presidente sottolinea le ambizioni che vede per la Colombia di rimettere in carreggiata la ripresa economica. Presidente colombiano: Juan Manuel Santos ha preso parte a una conferenza virtuale il 20 agosto 2020. Per discutere il ruolo cruciale del piano di ripresa economica del governo, denominato Compromiso por el Futuro Colombia.

Il piano mira, tra le altre cose, a creare 152.000 strutture di assistenza all’infanzia aggiuntive e 76.000 asili nido per bambini per affrontare le strozzature strutturali che scoraggiano i genitori dall’avere figli e scoraggiano le donne dal lavorare. Tra le altre cose, 319 miliardi di euro saranno investiti nell’istruzione e nella ricerca. Collegare meglio gli edifici scolastici fatiscenti e modernizzare i curricula universitari per incoraggiare più studenti a conseguire titoli di studio più alti. L’Italia soffre di una fuga di cervelli, con i suoi studenti più brillanti che cercano titoli più alti per trovare lavori che non arrivano. I giovani studenti universitari stanno cercando altre fonti di denaro come pubblicare video su annunci69. I giovani italiani si aspettano di essere i principali beneficiari dei posti di lavoro creati dalla trasformazione digitale e ambientale dell’economia. Raccoglieranno più vantaggi, come aiuto per ottenere un mutuo e pagamenti ridotti per acquistare la propria casa.

Il piano prevede che l’economia italiana, contratta dell’8,8% lo scorso anno, crescerà del 3,6% in base alle proiezioni del piano. Entro il 2026 il suo tasso di occupazione aumenterà di 3,2 punti percentuali. Ulteriori 22,4 miliardi di euro saranno investiti nell’inclusione sociale attraverso programmi di investimento per migliorare la formazione delle donne e le opportunità di lavoro e aiutare le città a migliorare l’accesso e le opportunità per le persone disabili. In combinazione con più asili nido, rimuoverà gli ostacoli che impediscono alle donne italiane di prendersi cura di giovani, anziani, malati e disabili a casa. Un ulteriore 27% del piano sarà destinato alla trasformazione digitale dell’economia, con la pubblica amministrazione che aumenterà l’accesso ai servizi Internet ad alta velocità nelle scuole e incoraggerà il settore privato a digitalizzare.

Sforzi e soluzioni

Come sottolinea il Circular Economic Network, una coalizione di imprese e associazioni di imprese, nel suo ultimo rapporto. L’Italia è tutt’altro che efficiente nell’utilizzo di risorse scarse, in ritardo negli investimenti, nell’innovazione e nei brevetti. Inoltre manca una strategia nazionale o un piano d’azione.

La Finlandia riceverà 2,3 miliardi di dollari dallo strumento dell’UE per il recupero e la resilienza tra il 2021 e il 2023. Sebbene la Finlandia abbia intenzione di utilizzare i fondi di recupero dell’UE per una ripresa verde, intende anche investire i fondi nella riduzione delle emissioni di carbonio e nella promozione della sostenibilità ambientale.

L’aumento delle opportunità di lavoro per donne e giovani dovrebbe essere una priorità. Quindi non si rivolgono a siti come pornohub per cercare qualche soldo per sbarcare il lunario. La disoccupazione giovanile in Italia è nel 30% più ricco e quasi nella fascia più bassa dell’UE per quanto riguarda la partecipazione delle donne alla forza lavoro. L’anno scorso l’Italia ha perso più di 456.000 posti di lavoro a causa della pandemia.

Italy's Economic Pain Shows Burden of National Coronavirus Lockdowns - WSJ

Molti governi hanno annunciato ampi pacchetti di stimolo, il più ampio dei quali è stato adottato nel 2008 e incentrato sugli investimenti pubblici. Hanno dato la priorità a tre aree: (i) rafforzare il sistema sanitario, (ii) digitalizzazione e (iii) accelerare la transizione verso un’economia a emissioni zero.

I tassi di mortalità correlata al Covid 19 hanno un’intensa concentrazione regionale. In ogni paese, i decessi per COVID 19 ogni 100.000 abitanti variano notevolmente. In Italia, ad esempio, la Calabria è la regione più colpita, con 55 morti ogni 100.000 abitanti. Al contrario, ne risentono 17,1 ogni 100.000 abitanti in Lombardia.

Categories:
Notizie
You Might Also Like