Fermare il declino: una lista alle prossime elezioni

Pubblicato: Sab, 08/12/2012 - 18:00  •  da: Redazione di Fermare il Declino

Si è svolta oggi una riunione dei fondatori e dei coordinatori territoriali e tematici di Fermare il declino. I circa cento presenti hanno deciso all'unanimità di partecipare alle prossime elezioni nazionali e regionali. Hanno inoltre chiesto ad Oscar Giannino di guidare una lista elettorale aperta a movimenti civici e locali, ma che escluda alleanze con partiti politici esistenti, con nuove liste rappresentate da vecchi leader e con la classe dirigente responsabile del declino del nostro paese.

A breve verranno costituite liste elettorali ispirate ai principi di trasparenza, meritocrazia e democrazia, e una direzione provvisoria che affiancherà Oscar Giannino nella competizione elettorale. Nei prossimi mesi gli aderenti saranno invitati ad esprimersi e a votare gli organi sociali di una vera e propria formazione politica.

Commenti

Ritratto di donato.didonna

"che escluda alleanze con partiti politici esistenti, con nuove liste rappresentate da vecchi leader e con la classe dirigente responsabile del declino del nostro paese": dobbiamo fare il disegnino?

Ritratto di Adelgardi Fabio

I giornali del buon Silvio, appena dato l'annuncio che saremo della partita, hanno cominciato ad attaccarci.

ottimo segno!!! Hanno paura. 

Hasta la victoria siempre!

Ritratto di mariano.fantinucci

Mai!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Attenzione, che se si va con vecchie conoscenze, già purtroppo negativamente sperimentate (PDL= partito dei l......) per quel che mi riguarda continuo a non andare a  votare (e sarebbero 15 anni !!!!!

Ritratto di nicola.della.corte

Dimostriamo che l'Italia è viva ed andiamo avanti così. Ma che si vada a governare per cambiare le cose. È quindi ok anche ad alleanze per il bene dell'Italia. Non bisogna avere paura  quando si porta avanti la meritrocrazia 

Ritratto di Del Seppia Fabrizio

...Grande NOTIZIA .... dubbio che ITALIA FUTURA si allei con Casini e Fini in appoggio a un Monti Bis... appoggiato da Pd Vendola ....e Fermare il declino che ruolo avra'???

...Avrai comunque il mio appoggio c'e' bisogno di una RINASCITA che riparta dal MERITO.

 

Ritratto di Del Seppia Fabrizio

....confermo che in caso di candidatura di Mario Monti ...FID dovrebbe appoggiare la candidatura per non disperdere le Energie fondamentali per un vero Cambiamento necessario al paese per 

Rinascere e dare Speranza .

Ritratto di Flaminia Marinaro

Bisogna proporsi in modo eclatante e nuovo, enunciando da subito programmi precisi argomento per argomento:  "scuola pubblica"..."matrimoni gay"...."Ilva"...."tasse" e tutto il resto che già sappiamo.

Gli elettori devono capire immediatamente la concretezza e la credibilità di un movimento che non si propone solo per provocazione ma per risolvere problematiche reali che destano molte preoccupazioni.

Il manifesto già sottoscritto dai fondatori è un ottimo punto di partenza ma va precisato e contestualizzato.

 

Ritratto di Ferraris Mauro Biagio

peraltro i problemi sorgono ora : raccolta firme , liste per tutte le circoscrizioni ecc. I partiti tradizionali hanno oramai meccanismi oliati mentre per un movimento appena nato ritengo che questi siano problematiche da non sottovalutare. Il bello comunque non e' la meta ma il viaggio. Procediamo velocemnte ma con cautela..

 

 

Ritratto di massimo panizza

sì sono d'accordo, alleanze di merito...ma attenzione, perchè il rischio di trasformismo da parte di aderenti al PDL è altissimo...quando la nave affonda, i topi saltano sulla prima scialuppa disponibile. Vorrei anche dire con forza che se il movimento/partito non riesce a superare l'ostracismo mediatico da cui è circondato, la prova sarà durissima, per non dire impossibile

 

Ritratto di dadocast
Inviato da dadocast il

 

Ciao mitico Oscar. Io penso che SB non lo voterà quasi nessuno, ma non si può mai sapere.Di sicuro noi faremo fatica a vincere, perché penso che la gente che ti segue alla radio o su altri media di comunicazione di massa sia poca rispetto al totale dell’elettorato che la pensa come noi.Bisogna mettere in cima alla lista qualcuno di famoso oltre che adatto.Hai pensato all’opzione Monti?Secondo me lui la pensa come noi su molte critiche che hai mosso al suo governo, che evidentemente doveva sempre scendere a compromessi per avere i propri decreti approvati in parlamento.Perché non gli proponi di sedersi ad un tavolo a parlarne?Lui sarebbe una figura che potrebbe riunire tutti i movimenti civili che la pensano come noi, che mi auguro esprimano il pensiero della maggior parte dei cittadini italiani.Cosa ne dici? Grazie per tutto quello che fai e dici e saluti.Alessandro Castelli 

Ritratto di Doriano Scarabello

Dai Oscar, ci affidiamo a te e a tutte le persone serie e cmpetenti com te che ascolto spesso in trasmissione su radio 24.
Tutti noi italiani possiamo sperare solo in Voi e a questo punto penso che non sia il caso di cercare nessuna alleanza di tipo politico con chichessia.
Forza dobbiamo rialzarci, nel mio piccolo cercherò di diffondere al massimo questa meravigliosa notizia e proposito "FERMARE IL DECLINO"

Ritratto di relavo
Inviato da relavo il

elitarismi. Sono d'accordo; non facciamo settarismo, facciamo politica attiva e focalizzata a risultati concreti e raggiungibili. L'Italia ne ha avuti e ne ha ancora fin troppi di parolieri settari e combattenti in poltrona. L'Italia ha invece un disperato bisogno di gente seria. Di gente che sa ascoltare, riflettere, confrontarsi e decidere. Ma sopratutto di gente libera da ideologie e preconcetti e sinceramente onesta. Siamo adulti vaccinati e con le nostre cicatrici dell'esperienza sulla pelle, non ci lasceremo infinocchiare certamente dai rubagalline professionisti della politica. Ben vengano ad unirsi politici che vogliono davvero il bene del paese, piu' saremo e piu' conteremo.

Ritratto di Guido Montagna

solo 4 parole ma di una profondità enorme . Spero che l'incredibile

entusiasmo di questi primi giorni del FiD vada avanti nel tempo.

Io ho due figli giovani , mi interessa farli crescere in una Italia

migliore.

Ritratto di federico.castelnuovo

Premesso che, come direbbe il dott. FrankenstIn, SI PUO' FARE!!!, mi permetto di mettere i miei due centesimi:

Facciamo qualcosa di rumoroso!

Ad esempio, guardando giusto le notizie dell'uiltimo paio di giorni, diciamo qualcosa sull'inqualificabile emendamento anti personal vaporizer (alias sigarette elettroniche) che con un colpo di penna cerca di fermare uno dei pochissimi settori che sta crescendo vorticosamente in modo coerente al libero mercato.

Non chiudiamo porte; non parliamo di alleanze, ma di cosa fare (i mitici dieci punti), con chi ci sta, purchè o non abbia avuto ruolo nel declino o, qualora lo avesse avuto, lo rinneghi con forza e convinzione.

Accettiamo qualche punto degli altri, anche se populistico, e non a fine di alleanze, ma in senso di apertura mentale democratica. Che so, da Grillo prendiamo l'atteggiamento verso i costi della polica. Da Bersani la capacità di far convivere sensibilità diverse su temi individualmente fondamentali ma che non dovrebbero costituire in questo momento il discrimine. Da Maroni la lotta alla mafia fatta con le manette e non con le chiacchiere e i convegni. Da Vendola e Di Pietro la capacità di essere chiamato sempre e comunque da tutti a dire la sua su tutto.  

Buon lavoro, ragazzi.

Ritratto di antonin
Inviato da antonin il

D'accordo fare qualcosa di rumoroso, ma la mia proposta è:

FARE CAUSA AL MINISTRO DEL LAVORO E AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PER L'ERRORE DEGLI ESODATI.

Sono architetto, libero professionista; se faccio errori nel mio lavoro devo pagare, sono sottoposto a multe salatissime, da rovinarmi e, in casi estremi anche la gallera. Perché un misitro e il suo responsabile, il Presedente del Consiglio, non devono rispondere per gli errori comessi nel loro lavoro? 260.000 persone, presubilmente altretanto famiglie, lasciate senza lavoro (stipendio) e senza pensione è un errore e non una scelta politica. In più, i soldi (ulterioire spesa pubblica) per lo "scivolone" dei manager pubblici (che già guadagnano quasi tutti più del presidente degli SUA!) ci sono, ma non quelli per riparare all'errore degli esodati.

Abbiamo tra i nostri aderenti legali che possono studiare la facenda; credo che il rumore che provocherebbe una simile azione ci darebbe un'ottima visibilità.

I tempi sono cambiati e non dobbiamo mollare!

 

Ritratto di corrado.schiesaro

habemus Papam?????

 

Nei prossimi mesi???? spero che sia la fretta di informarci.....

CONVOCATE SUBITO  ENTRO FINE ANNO UNA CONVENTION NAZIONALE CHE TENGA CONTO DEI NOSTRI SUGGERIMENTI, OPINIONI, CANDIDATURE E VOTAZIONI!!!!!!! 

 

CARICAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

 

Ritratto di franco.puglia

Prima si approvano le candidature (e non ci saremo nè tu ne io ad approvarle) poi con calma, se il movimento ottiene buoni risultati vedremo cosa concedre a questa base di rompipalle che vorrebbero, pensa un pò, la Democrazia !!! Adesso non c'è tempo, e ierei nemmeno, quindi legge marziale.

Forse anche se il comunicato avesse tardato un poco ed avesse detto di più ...

Interessante questo fatto dell'unanimità ! Neppure uno contario !!!

 

Ritratto di davide.merigliano

Scendiamo in piazza e facciamoci sentire

Sarà un natale rumoroso e parleranno tanto di noi tanto di Silvio e degli altri c'è proprio poco da dire

Sappiamo proprio tutto e soprattutto sappiamo e contiamo ogni giorno i danni che hanno provocato

Tiriamoci su le maniche e Buon lavoro a tutti 

 

Ritratto di Sasi
Inviato da Sasi il

Posto anche qui il commento che ho scritto su Facebook (dove rischia forse di passare inosservato):

Gli aderenti saranno chiamati anche ad esprimersi sulla composizione delle liste elettorali - come era stato dato per certo qualche mese fa - oppure deciderà tutto la "direzione provvisoria"?

Senza alcun intento polemico, beninteso: trovo che la questione della composizione delle liste (come dimostrano i dibattiti di questi giorni sulle "parlamentarie" del M5S e sulla necessità di farle come primarie aperte anche in seno al PD) sia un carattere fondamentale per una forza politica che aspira ad una netta discontinuità con il passato.

Grazie in anticipo per i chiarimenti - se ci saranno.

Salvatore

Ritratto di Sasi
Inviato da Sasi il

Nessuna sfiducia. Solo il chiedere conto di un impegno precedentemente preso, e che non riguarda un dettaglio ma un punto estremamente importante proprio per segnare quella discontinuità che FID si propone tra i suoi obiettivi.

Rinnovo la domanda ad eventuali responsabili del movimento che siano all'ascolto: gli aderenti saranno coinvolti nel procedimento di formazione delle liste? Se sì, in che modo?

Ritratto di Legan
Inviato da Legan il

Per Fermare il Declino e non andare km continuità con il passato, devono semplicemente essere apportate le seguenti modifiche:
- uscire dall'euro
- considerare illegittima la parte di debito contratta dagli speculatori che nulla ha a che fare con la produzione reale (quindi non pagarla)
- rispolverare la zecca italiana ed iniziare a restituire tutte le banconote targate bce per immettere moneta della Repubblica Italiana
- la stampa della moneta (la lira?) non deve essere proporzionale a valori nulli come all'epoca era la riserva d'oro, ma ALLA PRODUZIONE REALE DI BENI E SERVIZI cioè, più si produce, più si stampa moneta. Ciò ricreerebbe l'ecosistema dell'economia italiana.

Vi potrei dire anche che esiste un tipo di motore che si nuove in maniera perpetua e che non.necessita di combustibile che in Italia è fuori legge per ovvii motivi....

Detto ciò, che sono solo alcuni dei punti ma che sono alla base della ripresa, se non si fa cosi non c'è uomo o partito che possa fermare il declino.

Ritratto di matteo.bergamin

Ma sei fuori?

Ma ti rendi conto delle cavolate paurose che hai detto?

Uscire dall'euro è la prima e più grande. Torna a scuola per piacere e cerchiamo di parlarne dopo, ok?

Una sola speranza: speriamo di non fare una semplice lista dallo "zero virgola", ma di fare massa critica! Onore al merito!

Ritratto di gilberto.bonaga

Legan non so se sei un troll o se ci credi davvero in quello che dici, nel secondo cso credo che il tuo posto sia tra i Grillini o i seguaci di Crosetto, noi non bbiamo intenzione di offrirti null di quanto chiedi.

Ritratto di federico.chiesi

Avanti così! Proviamo a dare un volto al centro-destra, basato sui principi liberali, legalitari e meritocratici. 

Proviamo a fondare insieme da zero un VERO partito di centro-destra, lasciando stare inciuci ed alleanze con chi negli ultimi 20 anni ci ha prima portati sul baratro e fatto perdere anche l'ultimo briciolo di credibilità e poi con un abile coup de theatre si è dileguato scaricando su altri le proprie responsabilità.

Adesso è il momento di guadagnare visibilità e far capire agli elettori e agli Italiani che un'alternativa SERIA e CAPACE al PDL esiste, che la parola 'destra' non fa rima con 'berlusconi' e che è ora di chiudere definitivamente questo libro per scriverne un altro. Io ci credo!

Ritratto di Stefano Palma

purtoppo il sopra non esiste, come il centro di casini ( ad oggi al 4%), ricordiamoci che si andtrà a votare con il porcellum!!

quindi fermi sui 10 punti ma con i piedi per terra, solo le coalizioni hanno possibilità e lo sbarramneto è al 5% alla camera e all'8% al senato!

o siamo in grado di fare un gran casino sui media ( e Oscar ne avrebbe le capacità) o quelle percentuli saranno ardue da raggiingere in pochi mesi.

Real politik

Ritratto di Giovanni Delfino

Bisogna fare Real Politik e assolutamente fare i conti col Porcellum. Fermare il Declino può diventare una forza importante ma per funzionare deve per forza allearsi con qualcuno mantenendo la propria identità ma nel senso di indicare un comune candidato premier. Questo candidato non può essere nè Berlusconi nè Bersani nè Grillo, tutti e tre troppo distanti dalle idee del movimento.

La soluzione potrebbe essere che tutte o quasi le forze moderate che sono fuori dal PdL convergano su un candidato moderato credibile, che potrebbe facilmente prendere più voti di un Berlusconi ormai impresentabile. Potrei pensare ad Emma Marcegaglia o a qualche altro imprenditore importante. 

Ritratto di gilberto.bonaga

FAtevela da voi, la real politik. Noi no, nonla facciamo, Il comunicato emesso e' chiaro, siete fuori tempo massimo e nessuno (sottolineo NESSUNO!) ha appoggiato l'idea di fare alleanze per superare uno sbarramento che noi supereremo ampiamente da soli.

Basta con i tentennamenti, basta con le interpretazioni capziose delle nostre affermazioni, basta con le proposte che nessuno, da dentro fermare il declino, si e' sognato di fare.

Noi siamo fermare il declino, non siamo ne' di destra, ne' di sinistra, non ci interessa nessuno che abbia avuto parte nello sfascio dell'Iitalia, sia da politico, sia da dirigente.

Se hanno paura di perdere il cadreghino, si alleino da soli, tra di loro. Il risultato di chi ha tentato la carta delle alleanze con politici e responsabili dei danni che stiamo subendo e' sotto gli occhi di tutti. Garzie ad Oscar, che non ha mi avuto dubbi ed agli altri fondatori tutti, nessuno escluso, noi siamo fuori da quei disastri. E intendiamo restarci.

 

Ritratto di Guido Montagna

Purtroppo si, una buona parte degli italiani sono culturalmente TV dipendenti.
(altrimenti come avrebbe fatto Berlusconi a vincere )
Putroppo si, gli italiani sono dipendenti da un capo carismatico
(altrimenti come avrebbe fatto Berlusconi a vincere )

Quindi Oscar ti devi sacrificare all'altare dell'informazione mediatica , oppure
se non te la senti ( cosa comprensibilissima ) cercare una persona ;
qualcuno ha citato la Marcegaglia ; perchè no , senz'altro meglio di Montezemolo.

Oppure Oscar cerca qualcuno di valido e un po' conosciuto ; questa è la politica;
i programmi da soli non portano al successo ( in Italia ) .

Anche il M5S ha un leader e forse il suo successo è anche per merito di un comico , ma conosciuto da tutti.

Ritratto di vito.santangelo

Purtroppo è vero, o si fa un gran casino sui media o si rischia di non fare in tempo ad ottenere il risultato sperato. Grillo insegna.

Detto questo: sempre immoderati per raggiungere i 10 punti del manifesto

Ritratto di franco.maloberti
Inviato da franco.maloberti (non verificato) il

di sicuro Boldrin è di sinistra (ha un blog su Il fatto quotidiano che non mi sembra molto sopra). E' pur vero che scrive

è assolutamente necessario evitare le guerre ideologiche e la retorica altisonante attraverso cui usualmente si svolgono, per concentrarsi sui problemi concreti e le cose da fare. (31 Ottobre)

ma io mi aspetterei che tali cose fossero scritte su questo sito e non per un pubblico "diverso".

Ritratto di gilberto.bonaga

Il vero partito del centro destr non mi pare che sia nelle corde di FErmare il Declino, Se smetterete di attribuirci etichette che non ci appartengono e di tirarci per la giacca verso incasellature che non ci descrivono, ci fate un grosso piacere.

Noi siamo pragmatici (cit O.Giannino) e sopra (cir M.Boldrin). Chi si aspetta qualcosa di diverso restera' inevitabilmente deluso.

Il centro destra, negli ultimi 20 anni ha fatto schifo. Il centro sinistra pure. Noi con quella gente li' non abbiamo e non vogliamo avere nulla a che fare.

Grazie.

 

Ritratto di federico.chiesi

Sono pienamente d'accordo con entrambe le risposte e mi sembra molto appropriata la frase di Boldrin, che mi era sfuggita. Pensavo di essere stato chiaro quando ho detto che bisogna partire da zero e che non voglio avere nulla a che fare con gli attori politici (o almeno la stragrande maggioranza) che sono stati in scena negli ultimi 30 anni.

Tiriamo una linea e ripartiamo da zero.

Quello che volevo dire è che difficilmente l'elettore di Vendola o di Bersani (e quindi di centro-sinistra) possa essere interessato a FID e al suo programma. Ben vengano persone serie e 'pragmatiche' che sposino la nostra causa, a prescindere da obsolete e inutili etichette.

Ritratto di Ventuno
Inviato da Ventuno il

Anche io ero caduto nello stesso errore di pensare che ci fosse una direzione, un'intenzione di posizione nell'arco parlamentare, ma sono stato puntualmente "bacchettato" dagli admin della pagina facebook di Piemonte e val d'Aosta :) L'essere super-partes, l'essere attaccati solo ed esclusivamente ai contenuti, è un ulteriore punto a favore di questo movimento, una bellissima presa di posizione che mi era sfuggita; se FiD mi piaceva prima, figuriamoci ora che so anche questo!. Sottolineatelo in lungo e in largo, perchè non si possa commettere il facile errore in cui siamo caduti io e Federico! Buon lavoro e buona fortuna!

Ritratto di silvano
Inviato da silvano il

destra, sinistra?  ....non vorrei che FiD si qualificasse come un movimento di destra o di centro destra, ma solo come il partito dell'impegno e dell'equilibrio, del ritorno della politica al servizio del Paese e non del suo sfruttamento a fini di parte. 

Ritratto di maria.toscano

Forza Oscar!

Vado indietro nel tempo: ricordo Ugo La Malfa, ministro del Tesoro, in occasione di una Finanziaria, solito assalto alle casse dello Stato, dire testualmente, alla TV in bianco e nero, "mi stanno spennando, una penna alla volta".

Mi sembra quasi una nemesi storica che possa toccare a Lei di fermare il declino.

In bocca al lupo, noi ci siamo.

Ritratto di SG87
Inviato da SG87 il

Da oggi i liberali, di destra o sinistra che siano, hanno una casa comune! Bene Oscar al comando provvisoriamente, saremo poi noi fra qualche tempo a decidere a tutti i livelli da chi farci guidare!

Bene così, poche chiacchiere e tanta concretezza. Non strombazziamo tutti i giorni come Italia Futura, ma a quanto pare da oggi siano il nuovo contenitore liberale italiano. 

Perfetto il NO ai vecchi partiti! 

Ritratto di gilberto.bonaga

Fermare il declino non e' la casa di nessuna formazione politica, non e' il rifugio di alcuna etichetta politica.

NOn siamo ne' di destra ne' di sinistra e non ce ne frega nulla di offire case a nessuno etichettato in un modo oppure in un altro.

Abbiamo i nostri dieci punti, sono chiari, sono pratici, sono attuabili e sono in grdo di migliorare la situazione. Stare ad affiibbiarci etichette politiche non fa il nostro interesse, che e' attirare consenso d parte di persone di tutte le idee politiche su questi dieci punti (alcuni dei quali manco sono liberali).

Chi cerca qualcosa di diverso da quello che abbiamo chiaramente diverso da quello che abbiamo intenzione di fare e per cui siamo nati, sara' inevitabilmente deluso.

E poi i liberali portano jella, lo so bene, visto che svariati decenni addietro ne facevo parte. Lsciamoli divertirsi nei loro mille partitini senza truppe. Noi siamo decisamente un'altra cosa.

 

Ritratto di augusto.cantu

Mi aggrego e mi congratulo: forza Oscar.

Ti ho sentito molto amareggiato l'altra mattina alla tua trasmissione radiofonica e ti comprendo.

E' difficilissimo far recepire al popolo il tuo messaggio economico (i 10 punti), ma non ti scoraggiare.

Bisogna provarci in ogni modo. Almeno chi l'ha capito ha qualcuno da votare; altrimenti l'unica alternativa resta il non voto.

Per il proseguio bisognerà che qualche tecnico della comunicazione confezioni il messaggio / gli slogan per il popolo, che vota anche se non capisce perchè il declino si arresta solo con la tua ricetta.

Un cordiale saluto

Augusto

Ritratto di Guido Montagna

Provate ad immaginare che programma e che slogan tirerà fuori Berlusconi
per il suo rientro . Sarà un capolavoro di comunicazione , populismo e falsità
a cui molta gente crederà di nuovo .

Un messaggio /slogan ci vuole anche per noi.
Il messaggio economico dei 10 punti è troppo generale per essere preso sul serio
da chi non ci conosce.
Tutti i partiti hanno un programma che suona sempre come rottura con il passato.

Noi dobbiamo dire perchè possiamo attuarlo e gli altri no.

Ritratto di francesco.vignaroli

Benissimo! Ci daremo da fare e, indipendentemente dal risultato elettorale che otterrermo, è vitale per il nostro Paese che iniziamo la nostra presenza politica. Col tempo cresceremo, ma per fare un percorso bisogna iniziare a camminare. Grazie a tutti (... e a Oscar in particolare): coraggio!

Ritratto di marco.bicocchi.pichi

Bene, sarà molto dura con il Porcellum e con i tempi ristretti ma si deve fare perchè Fermare il Declino propone l'unica alternativa che può dare una speranza all'Italia. Perchè questa speranza si concretizzi occorre compiere un miracolo di democrazia e trasparenza ed un grande sforzo organizzativo e finanziario. 

Occorre la consapevolezza che fronteggiamo gravi rischi. E' urgente che il movimento promuova nei prossimi giorni una raccolta di profili candidati al ruolo di Probiviri con un regolamento chiaro ed approvato democraticamente dagli aderenti. I tempi brevi da qui alle elezioni possono indurre ad abbassare la guardia, ma questo sarebbe un errore mortale. 

La nostra Italia ha bisogno di ricette di rinnovamento radicale, ha bisogno di persone coraggiose che non cercano potere ma generosamente vogliono dare di sè stessi per il bene comune. 

Cerchiamo proposte e metodi nuovi per selezionare i candidati attraverso un sistema da "executive search": che i candidati siamo chiamati e convinti piuttosto che si auto candidino. Che la valutazione dei curriculum e delle motivazioni sia affidata a persone disinteressate, capaci ed oneste, dei Probiviri.

 

 

 

Ritratto di mariano.fantinucci

Nel 2008 ce l'ha fatta anche l'UDC; vi rocordate il richiamo al pericolo del "voto inutile" fatto da Berlusconi in quell'occasione? Eppure Casini quella volta ce l'ha fatta; che poi abbia sprecato quel patrimonio di fiducia è altro discorso ( o forse erano tutte clientele?). SONO SICURO CHE CE LA FAREMO, MA BISOGNA PARLATRE ALLA PANCIA DELLA GENTE !!!!!!!!!!!!

Ritratto di alessandra.baldassari

Finalmente si parte davvero! Dopo le ennesime pagliacciate degli ultimi giorni non possiamo rimandare oltre di costruire un'alternativa concreta al nostro Paese.

Grazie Oscar e forza, siamo tutti con te!!!

 

Ritratto di eliaberdin
Inviato da eliaberdin il

io direi di lanciare subito sfide televisive (in senso di dibattiti) a Bersani&Co. e Berlusca&Co.! bisogna dare battaglia sulle idee, ci vuole più tivù! 

in bocca al lupo a noialtri!

Ritratto di bezzicante
Inviato da bezzicante (non verificato) il

Ahimé, quanto mi dispiace. Da "Movimento" (quante volte avete sottolineato questa vocazione, essere movimento, voler essere sale per la crescita e per il rinnovamento) a partitino, confusi fra gli altri, in quella palude centrista affollatissima, per guadagnare uno zero-virgola per cento...

Vi lascio con rammarico e non vi voterò, pur condividendo diverse vostre idee.

Auguri a tutti voi.

Ritratto di Mticali
Inviato da Mticali il

È che cosa dovremmo fare, restare movimento ed aspettare la fine ? Sostenere altri ? È chi ? Io sono felice della scelta di Giannino, occorre rischiare e non penso che saremo un movimento da 0,..

cordialmente

Ritratto di gilberto.bonaga

Ma secondo te, ci siamo spaccati le reni per due mesi per restare un movimento? Ma non scherzare, dal primo giorno era chiro che saremmo andati alle elezioni, i fondatori lo hanno sempre detto e chi ha sparso dubbi ed equivoci non sono stati certo loro.

Ti perdiamo se ci prsentaimao alle elezioni? fammi capire l'alternativa sarebbe che no avremmo avuto il tuo voto (e qullo di alcuni milioni di elettori) non presentandoci e restando un movimenti di mosche cocchiere, oppure perdere il tuo voto, ma prendere quello di lcuni milioni di elettori? Aspetta che ci penso un po' cos ci conveniv fare? Anzi, dimmelo tu, cos ci conveniva fare?

Non credo che si sentira' la mncanza dei pavidi, nell nostra battaglia.

 

Ritratto di doriana.de.russis

CHE BELLISSIMA NOTIZIA !!!!

Finalmente Oscar si è convinto e , quindi, deciso ... non si poteva piu' stare fermi e continuare a vedere lo spettacolo sempre piu' triste e squallido che lo scenario "politico" ( ahahahaha!! ) italiano sta dando ... guidati dalla serieta' , dall' onesta' , dalla competenza , dal senso della realta' di Oscar e dei suoi collaboratori sono convinta che avremo degli ottimi risultati .

io , nel mio piccolo, daro' il mio contributo ... 

 

Ritratto di gilberto.bonaga

Oscar e' sempre stato convinto e deciso. Non gli hanno reso un bel servizio quelli che hanno riportato, distocendole ed interpretandole, le sue parole e le sue affermazioni.

Ritratto di cleo
Inviato da cleo il

E' veramente una BELLISSIMA NOTIZIA!!  FINALMENTE!  Anche io nel mio piccolo darò il mio contributo e farò del mio meglio per diffondere le idee del movimento. Vedere comunque questa sera su la 7 nella trasmissione "In Onda" Zingales con la spilla di "fermare il declino" è stato un enorme piacere. Credo che si debba continuare così, cioè avere visibiltà in Tv per arrivare alla grande platea.

 

Ritratto di claudiobassani

Dice bene Davide Merigliano, tiriamoci su le maniche e, aggiungo io, idee e polemiche costruttive  ben vengano, c'è bisogno della collaborazione e dell'impegno civile di tutti gli aderenti. Le polemiche sterili e le idiozie lasciamole ai soliti partiti politici.

Ritratto di michele.parodi

Sarà difficile, ma e' la cosa giusta. Oggi abbiamo volantinato abbiamo dato quasi mille volantini, eravamo in due stamattina e altri quattro oggi pomeriggio. Abbiamo ricevuto tanti incoraggiamenti, i voti sarà più difficile prenderli, ma orgoglio e coraggio ci guideranno

Ritratto di giovanni.mirabello

Zero virgola percento.. Caro Oscar apprezzo la decisione ma Ti invito a ripensare ai troppi paletti.  Senza alleanze si rischia di non concludere nulla.  Avanti anche a costo di qualche compromesso..

Ritratto di gilberto.bonaga

Cr0o giovanni, sei arrivato lungo. E' grzie a pavidi come te che abbiamo perso anche troppo tempo a dubitare di farcela. Ormai Fermare il Declino non tornera' sulle proprie decisioni. Avremmo dovuto deciderlo prima, invece di farci opprimere dai dubbi di qualcun altro. Ora basta. La vostra idea di correre con altri non ha trovato alcun sostenitore., Fatrtrevene un ragione e pianttela di insistere. Se ci volete dare un mano in questa difficilissima impresa, ne avremo tutti grandi soddisfazioni. Se siete in giro per spargere dubbi, grazie, ci vete gai' ftto perdere troppo tempo.

 

Ritratto di Elena Bombardieri

grazie a tutti di metterci la faccia e soprattutto a Oscar, che in due anni e mezzo di trasmissione  mentre vado al lavoro la mattina (da quando lo seguo io),

- mi ha aperto gli occhi mentre tanti mentono, o dicono le mezze verità che gli convengono

- dato fiducia, già prima con quello che ha sempre fatto, e ora con questo passo ulteriore

grazie grazie grazie

Ritratto di luca.tolu
Inviato da luca.tolu (non verificato) il

Carissimi,

apprezzo e condivido le decisioni prese.

Cerchiamo soltanto di essere un pò più aperti nel campo delle alleanze. Il nostro 3/6% può crescere in un alleanza, mentre potrebbe decrescere in una corsa solitaria.

Avanti così.

Vi aspetto in Sardegna ovviamente (qui non siete ancora scesi!).

Buon lavoro..

Ritratto di gilberto.bonaga

Hai letto il comunicato? E' una decisione presa all'unanimita'. Cosa vuol dire "essere un po' piu' aperti nel campo delle alleanze"? COn le storie delle llenze ci bbiamo perso mesi di tempo ed un pacco di voti.Ora che le abbiamo esplicitamente escluse all'unanimita', cosa vorresti fare, ricominciare a perdere tempoe sostenitori? MI sa che non hi capito bene il significato e la portata della decisione presa oggi. Oppure ti sei spiegato malissimo in italiano.

 

 

Ritratto di luca.tolu
Inviato da luca.tolu (non verificato) il

Caro Gilberto, con questi tuoi toni da militante M5S i voti li fai perdere tu.

Comunque io l'italiano lo leggo e lo scrivo sufficientemente bene, difatti questa frase che sotto riporto non è per nulla in contraddizione con quanto da me scritto:

"Hanno inoltre chiesto ad Oscar Giannino di guidare una lista elettorale aperta a movimenti civici e locali, ma che escluda alleanze con partiti politici esistenti, con nuove liste rappresentate da vecchi leader e con la classe dirigente responsabile del declino del nostro paese".

Che significa aperte a movimenti civici secondo te? Cerco di essere meno generico: è ovvio che alleanze con attuali partiti come il PDL siano fuori luogo per ragioni morali e di incompatibilità tra il progetto FID e dinosauri come il CAV. E' ovvio che FID sia incompatibile per ragioni programmatiche con tutto ciò che ha a che fare con la sinistra. Ma restiamo allerta per progetti che potrebbero nascere nell'area liberale. Molte persone stimate (penso a Crosetto per esempio) potrebbero essere dei valori aggiunti e delle possibilità di crescita anche nei consensi senza svendere i valori costituenti di FID. E sopratutto, io credo che le porte siano ancora aperte anche ad Italia Futura. E' tutto un work in progress, nulla è deciso.. Credo che il futuro ci riserverà delle sorprese..

A presto Gilberto!

Ritratto di gilberto.bonaga

No, non e' un work in progress, ieri abbiamo deciso chiaramente cosa fare, non c'e' piu' trippa per gatti e i dubbi non hanno piu' spazio,ne' ragione di essere.

Lo abbiamo comunicato, ma evidentemenre in modo non sufficientemente chiaro, visto che non pretendi di non aver capito cosa c'e' scritto.

La prossima volta, ci metteremo i sottotitoli, cosi' che anche chi fa fainta di non capire, non potra' piu' stare a farci perdere del tempo.

In Bervissimo: Corsetto puo' rivolgersi ovunque, per cercare un irciclaggio, ma da noi non lo avra'.

Montezemolo fa parte dell "classe dirigente responsabile del declino delnostro paese".

Noi non siamo alternativi alla sinistra o alla destra. Noi non siamo liberali. Noi siamo "pragmatici" e "sopra". Stiamo e staremo con chiunque aderira' seriamente con i dieci punti che sono il nostro programma e su cui chiediamo consenso. Prima questa cosa verra' recepita anche da chi fa finta di non capire per incasellarci in etichette che non ci descrivono e non ci appartengono, e prima riusciremo ad uscire da questa situazione ridicola per cui si vota uno schieramente, purche sia dal proprio lato e anche se dice e fa delle cazzate vergognose (ma ti sembra mai possibile che noi si possa prendere in considerzione uno che vuole uscire dall'euro come Crosetto? E' offensivo nei confronti della nstra intelligenza).

Dici che dovremo andare col movimento 5 stelle? Perche' no. Loro , nell loro ingenuita' ed entusiasmo, sono perlomeno persone nuove che non sono caccia di riciclaggi. Li preferisco ai personggi che, per anni, hanno accettato di sostenere le porcate fatte dai padroni dei loro partiti e si sono accorti solo ora, visto che sanno che alle prossime elezioni dovranno trovarsi un lavoro onesto, che forse sono in cattiva compagnia. E che sostengono improbabili tesi proprio come i Grillini.

Se adesso la piantiamo di farci perdere tempo seminando dubbi ed insinuazioni inconsitenti, magari noi avremmo da correre per le elezioni. E lo faremo con entusiasmo, ora che e' chiaro che non c'e' spazio per fraintendimenti.

 

Ritratto di luca.tolu
Inviato da luca.tolu (non verificato) il

"Noi non siamo liberali", "perchè no allearci con il Movimento 5 Stelle"...

Per fortuna sono abbastanza intelligente da capire che tu parli solo in rapprsentanza di te stesso. Perchè credo che l'80% dei sostenitori di FID, come il sottoscritto, prima di fare qualcosa insieme a quel tribuno demagogo e semianalfabeta di Grillo preferirebbero cedere i propri diritti civili e politici sull'altare della salvaguardia della propria dignita di essere pensante.

Comunque questo tuo attaccare e mancare di rispetto le persone che scrivono qui che la persano diversamente da te è tipico dei grillini. Forse hai sbagliato movimento...

Comunque non ti faccio perdere tempo. E' una perdita di tempo confrontarsi e mettersi in discussione vero? 

Ritratto di gilberto.bonaga

E' sicuramente una perdita di tempo pretendere di modificare una decisione presa all'unanimita' il giorno dopo che la decisione e' stata presa, u=proponendo alleanze con personaggi impresentabili e che sono molto peggio dei Grillini. Non so cosa ti faccia pensare che l'80% (non il 79%, proprio l'80%)  si comporterebbe coem te. Perf rotuna il 100% di chi ha deciso le sorti del movimento dei vri Crosetto ed incapaci vari nonne vuole sentire neanche parlare. Fattene una ragione.

Ritratto di maria.toscano

NON E' ESATTO!

Siccome quel che scrive mi giungeva nuovo, sono andata a riascoltare la puntata di In Onda: non è esatto dire che Crosetto voglia "uscire dall'euro", faceva solo un ragionamento sugli attuali effetti di un certo malfunzionamento del sistema, (che deriva sempre dall'origine dei problemi dell'eurozona, che è ingabbiata in una moneta unica ma non ha ovunque lo stesso "stato di salute" dell'economia reale, lo stesso governo dell'economia, una vera e propria banca centrale).

Non sono difensore d'ufficio di Crosetto, giustamente Zingales ha risposto tranchant che il PDL è morto, ma veramente Crosetto aveva detto che lui ed altri, se non riescono a fare dentro il PDL la politica in cui credono, la faranno magari in un altro soggetto, ed invitava, semplicemente invitava Zingales ad assistere a un convegno che terranno a Roma domenica prossima, 16 dicembre, che significativamente è il giorno in cui avrebbero dovuto svolgersi le primarie del centrodestra.

Dico questo solo per amore di verità, posso immaginare che quel giorno Crosetto e gli altri possano anche uscire dal PDL. Anzi, nella stessa trasmissione Paolo Mieli ha fatto la previsione che l'area di centro nelle prossime settimane si articolerà. Bene, chi vivrà vedrà.

Per evitare fraintendimenti e commenti ripeto che la mia opinione è che FiD vada da solo, che mantenga la discontinuità coi politici e i partiti di ieri e di oggi, ma non farei di ogni erba un fascio: "v'han delle differenze in ogni cosa...

Ritratto di gilberto.bonaga

"non stringere accordi elettorali con alcuno dei partiti oggi rappresentati in Parlamento anche se cammuffati e dei loro leader nonché con la classe dirigente responsabile del declino, e a valutare possibili alleanze con movimenti civici e locali solo dove e nella misura in cui siano compatibili con i nostri principi ispiratori e punti programmatici"

Piantatela con Crosetto, e' un parlamentare, quindi per 10 anni con noi non avra' visibilita' di persona (l massimo puo' essere uno dei quasi 40.000 aderenti e si puo' offrire per fare volangtinaggi) e se fonda un moviment politico. ricde nella definzione che abbiamo votat e che riporto sopra.

Ora, per favore, parliamo di cose serie?

 

 

 

 

Ritratto di maria.toscano

Visto che ha ricopiato varie volte il comunicato avrebbe potuto togliere quella doppia m da cammuffati... così come avrebbe potuto evitare di scrivere più volte che "Crosetto vuole uscire dall'euro". Meno male che c'è il replay della trasmissione a disposizione di chiunque voglia capire come stanno le cose.

Non m'interessa alcuna polemica personale. Fermare il Declino dovrebbe essere, anzi è, un movimento di persone serie: lei senz'altro lo è, però non mi sembra che sia investito del potere di decretare quali siano le "cose serie",  di cosa noialtri dobbiamo o non dobbiamo parlare.

Secondo me, contestazioni, scissioni, anche imbarazzi e drammi umani negli altri partiti, sono "cose serie" e illuminanti nell'attuale vicenda politica che registrerà parecchi scossoni di qui a febbraio, prima di quello tsunami che potrebbe portare il voto.

Ritratto di Paolo Fadelli

Bravo Gilberto! Ci vuole chiarezza. Il Paese ha bisogno di idee chiare e di mani pulite! Ne' a destra, ne' a sinistra. Pragmatici, convinti e battaglieri. Non è il caso di andare a capare una mela buona in un cesto di mele fradice. Il Paese è pieno di persone capaci, e mai invischiate nella politica che ci ha portato fin qui. Il nostro è un Paese straordinario fatto tante piccole imprese che sopravvivono con coraggio, strozzate da una valanga di tasse e adempimenti assurdi: veri e propri eroi. Il nostro è il paese con il più grande patrimonio artistico del mondo. È uno dei paesi paesaggisticamente più belli del pianeta. E potremmo continuare con il clima, la cucina ecc... Solo degli incapaci e dei disonesti - o per dire meglio , dei LADRI - potevano ridurre in questa situazione una nazione con tutto questo patrimonio!  Sono dei farabutti, che cosa si dovrebbe spartire con costoro? Nulla, proprio nulla. Hai ragione, se ci dovesse essere un dialogo possibile - ammesso che lo si voglia fare - potrebbe essere solo con M5S. Avranno idee diverse, ma almeno sono persone per bene. Grazie a Oscar, a Zingales e a tutti gli altri che stanno mettendo le loro competenze e le loro facce per il bene del nostro Paese.

 

 

 

Ritratto di carmelo.principato

Auguri ad Oscar Giannino. La sua discesa in campo rappresenta la medicina giusta per curare il malessere dell'Italia. Mi permetto solo un suggerimento: nel logo del movimento, sostituirei l'espressione "Fermare il declino" con «FERMIAMO IL DECLINO» perchè lo reputo più inclusivo e coinvolgente.

Esprimi anche Tu la tua opinione

https://docs.google.com/spreadsheet/viewform?formkey=dHBDQWtqOFZ0TUtVUUU...

Report delle risposte alla data dell'8/12/2012:

http://i.imgur.com/yhWHH.jpg

Ritratto di maria.toscano

Meglio soli...

anche noi, nel nostro piccolo, dobbiamo avere un pò di "vocazione maggioritaria": nel senso che i nostri princìpi, le nostre posizioni politiche ce li rappresenta FiD. Chiunque li condivide sinceramente, venga con noi per fare riforme liberali e meritocratiche.

Ritratto di luca.luchesini

Grazie Oscar, grazie ai Promotori e ai coordinatori tutti per aver ben interpretato il momento e gli umori della base!

 

Si parva licet, siamo come Churchill sotto le bombe naziste nella Londra del giugno 1940 senza la certezza che andra’ poi a finire bene. Abbiamo invece davanti a noi la certezza di patrimontismi piu’o meno pasticciati per altri 2 anni almeno (sperando che il Paese regga). Ma occorre che qualcuno resista per salvare l’anima per il dopo senza la quale nessuna ricostruzione sara’possibile.

PS: Ricordatevi anche che Churchill era disposto a patti con il diavolo pur di battere Hitler. Ci ando' molto vicino con Stalin. Speriamo poi non tocchi un patto con S anche a noi....gia' arrivare alla L(CdM) e'abbastanza duro!

Ritratto di mauro leghissa

Molto Bene!!

  Avanti tutta.   Ora vediamo di stupire chi ancora non crede che si possa cambiare.

        Avanti senza paura e senza tentennamenti, il gioco sarà duro ma se poi si vince....... vuoi mettere la soddisfazione.

 

       Complimenti.

 

 

Ritratto di franco.maloberti
Inviato da franco.maloberti (non verificato) il

Mi unisco al coro di approvazioni. 

Tempi tosti davanti a tutti!!! Facciamo vedere la differenza: trasparenza, meritocrazia e democrazia.

Ritratto di Tommaso Trucolo

Bene!!!

La discontinuita' con il passato è FONDAMENTALE.

Bersani e Berlusconi, che sono la stassa cosa, in primis!

Ritratto di Sergio Pozzi

Monti da le dimissioni. La campagna elettorale parte ufficialmente. La maggioranza degli italiani vuole essere governata da un sistema dove si coniugano serietà, equità e merito finalmente! Con questi tre elementi si possono sopportare anche i sacrifici se sono chiari gli obiettivi primo fra tutti un lavoro per i giovani che se lo meritano e l'avversario politico non sia più un nemico da sconfiggere con ogni mezzo, anche illegale, ma lo si batta con le idee (.. non l'ideologia!!).

Basta con i soliti nomi, non ne possiamo più!!!. Promesse, promesse,.. e ancora promesse .. ma i soldi dove li troviamo se non razionalizzando i costi dell'apparato pubblico, combattendo l'evasione e la corruzione, mandando in galera i funzionari corrotti (.. ma i medici dei falsi invalidi non li cita mai nessuno??).

Propongo a Oscar una manifestazione nazionale, giusto per contarci e finalmente uscire dalle sale e andare per strada. Al teatro Manzoni di Monza eravamo in tanti, tutto poieno,... ma alla fine eravamo poco più di 1000, .. un pò pochini e fuori non c'era la fila!!

Ritratto di cesarezac
Inviato da cesarezac il

 

Evasione fiscale, fuga dall’Italia di cittadini e imprese, perché?

L’evasione fiscale oltre ad essere un reato, è anche una pratica immorale. Essa sottrae risorse al Paese e altera i corretti rapporti di concorrenza tra le imprese danneggiando quelle che operano nel rispetto delle regole.

Il nostro Paese è detentore del record di evasione fiscale tra tutti i Paesi dell’UE. Oltre a questo, è detentore di un altro record: quello della più elevata pressione fiscale. Tra i due fenomeni vi è una stretta correlazione di causa ed effetto. Uno dei due è causa dell’altro. Chi è nato prima? L’uovo o la gallina? Una delle due ipotesi potrebbe essere che gli Italiani sono votati all’evasione per motivi genetici. L’altra ipotesi sostiene che quando la pressione fiscale supera determinati limiti, e non si può dubitare che nel nostro Paese questi limiti vengono abbondantemente travalicati, il cittadino anziché essere chiamato dallo Stato ad una  giusta contribuzione sui proventi delle proprie attività, si trova ad essere sottoposto ad una sorta di rapina di Stato. In tale ipotesi, l’evasione fiscale sarebbe interpretata come legittima difesa e di conseguenza una pressione fiscale così elevata sarebbe causa e giustificazione della grande diffusione dell’evasione.

La conferma di questa ipotesi è correlata ad altri fenomeni: la fuga di capitali,  d’imprese o di semplici cittadini. Ma anche ad un drammatico fenomeno: un certo numero di piccoli imprenditori  innanzi alla prospettiva del fallimento delle proprie imprese e alla conseguente necessità del licenziamento dei dipendenti, sono arrivati al suicidio. Certo che un cittadino che fugge dal proprio Paese o un imprenditore che sposta la propria attività all’estero o che addirittura arriva al suicidio, non lo fa per capriccio. Le aziende che delocalizzano la produzione, contrariamente a quanto viene fatto credere, non sono indotte a questo passo né comodo, né facile dal minor costo della mano d’opera all’estero: i salari dei lavoratori italiani sono i più bassi della U.E., ma da una serie di fattori tra cui ai primi posti proprio l’eccessiva pressione fiscale.

Stando così le cose, perché il governo non abbassa l’entità della pressione fiscale? Perché ha bisogno di risorse per il mantenimento degli impiegati statali, degli ospedali, e dei numerosi enti pubblici istituzionali, compresa l’attività parlamentare. Allora, tutto bene? No, per niente bene, perché ad onta di una pressione fiscale che abbiamo visto produrre effetti così disastrosi, le entrate fiscali  non sono aumentate ma hanno registrato una contrazione. In conseguenza di ciò, le ulteriori manovre governative, si stanno caratterizzando per  numerosi tagli, dai tribunali ai posti letto negli ospedali, all’assistenza sociale, manovre ancora una volta, fortemente recessive. E’ stato messo in moto un micidiale meccanismo dagli effetti perversi che si autoalimenta potenziandosi.

Altro che governo dei tecnici, dilettanti allo sbaraglio!  Che cosa avrebbe dovuto fare il governo? Elementare Watson. La ricchezza di un paese è rappresentata dal cosiddetto PIL, acronimo che sta per Prodotto Interno Lordo, cioè la quantità di beni di consumo o servizi, prodotti dai cittadini, dalle aziende, piccole e grandi che siano. Quindi, niente ricchezza, ma anche niente introiti tributari  senza crescita e sviluppo.

Con questa pressione fiscale, il PIL è condannato a morte. E poi, bisogna eliminare tutti gli ostacoli che impediscono crescita e sviluppo. Continuiamo ancora una volta a farne l’elenco: riforma della giustizia, riforma e semplificazione della burocrazia, adeguare alle reali necessità del Paese, infrastrutture informatiche e stradali, porti aeroporti, scuola.

Per evitare i tagli, che come le cronache ci mostrano, stanno provocando l’insofferenza di strati sempre più vasti di una popolazione usa ad obbedir tacendo, è necessario aumentare la capacità contributiva dei cittadini. La spending review non basta, e la riduzione dei costi della politica per quanto doverosa e richiesta a gran voce, nemmeno. E’ indispensabile puntare su crescita e sviluppo. Non vi è altra strada. Questo è quanto bisogna chiedere a gran voce a questo o a qualunque governo.

Non ha importanza il colore del gatto, la cosa importante è che acchiappi i topi. Ci troviamo in questa drammatica situazione perché parecchi Italiani si sono dimostrati più interessati al colore del gatto che ad altro.

 

CESARE ZACCARIA – ANZIO                 9 DICEMBRE 2012

  

Ritratto di daniele.ciampichetti

Avanti ventre a terra e stupiremo anche noi stessi !

C'è una grandissima fetta di popolazione che è senza rappresentanza politica , tanto più dopo che Bersani ha vinto le primarie del PD e dopo che Berlusconi ha scelto di tornare a far danni.

Sembrano scelte fatte apposta per favorirci.

Ritratto di cesarezac
Inviato da cesarezac il

OSCAR, puoi contare su di me. Chiama nella squadra, Giorgio Squinzi, il prof. Alberto Quadrio Curzio.

In bocca al lupo. - Cesare Zaccaria - Anzio RM

Ritratto di Daniele Parata

é una grande notizia... Ed é quello che ci voleva per risvegliare l'entusiasmo che ultimamente andava un po' scemando. Ora il gioco si fa duro, basta con i sofismi e 'scendiamo in campo' tutti, compattamente, a sostegno di Giannino.

Ritratto di stefano.scuotri

Anima, cuore e cervello da adesso alle elezioni di marzo.. Non mi risparmiero' nel dare il personale contributo al progetto. Zero dubbi e zero richieste.. mi basta la speranza che sia la volta buona per cambiare qualcosa. Mi unisco a tutti  gli altri amici di FiD nel ringraziare Oscar ed i fondatori. 

 

Ritratto di Roberto Felisati

Non perdiamo la calma...è saggia la decisione di partecipare alle prossime elezioni. E' utile e necessario partecipare ad una campagna elettorare...per farvi conoscere...per entrare in parlamento. Bersani potrebbe vincere le prossime elezioni...Berlusconi occupa un'area politica, nel centrodestra, in forte competizione con le idee liberali di Fermare il Declino...non sarà facile penetrarla al primo colpo...ma anche all'opposizione ci si può far conoscere e il nostro movimento ha estremo bisogno di visibilità e di finanze.

Dovete considerare che la ridiscesa in campo di Berlusconi sarà sicuramente l'ultima...senza di lui il PDL è "il nulla" come abbiamo visto in questi ultimi giorni...impotenza e litigiosità estrema (la forte personalità del Cavaliere fa troppa ombra).

Fermare il Declino deve imparare ad essere compatto mantenendo fede ai propri principi...in giro per il mondo circolano individui, anche con grandi capacità dialettiche, capaci di infiltrarsi e seminare discordia.

Non bisogna farsi troppe illusioni...la delusione potrebbe essere cocente...c'è la fondamentale necessità che, al più presto, emerga un leader con grande carisma nei confronti del popolo ma uguale con gli uguali nei confronti degli altri dirigenti del partito.

E' importante pianificare e darsi dei traguardi da raggiungere...mantenendo la compattezza...quando Berlusconi uscirà definitivamente di scena, sarà un gioco da ragazzi soppiantarlo ed ereditare l'elettorato di centro destra liberale. Disciplina, lucidità e buone decisioni...

Una buona fetta di Italiani non vuole i compagni al potere...ha bisogno di gente onesta...di gente che mantiene le promesse senza deluderli e vi seguiranno...hanno bisogno di uno Stato leggero...che sottragga la minor quantità di risorse possibile...e che si abbassino le tasse ogni anno fino a raggiungere un fisco accettabile per tutti e che dia respiro alla nostra economia. Per ora rassegnamoci a vedere un'ennesima lotta tra Bersani e Berlusconi (sempre che sia lui il candidato). E' questa la zuppa che ci stanno preparando!

Roberto Felisati

 

 

 

 

Ritratto di Claudio85
Inviato da Claudio85 il

Sono molto felice di apprendere questa notizia! Credo soltanto che questa decisione sia stata presa con un pò di ritardo, inoltre mi preoccupo per la scarsa visibilità al pubblico di questo movimento.

Comunque speravo tanto che nascesse un movimento come questo, spero che si possa formare anche in Abruzzo!

Avanti così per cambiare questo paese!

Ritratto di estanghe
Inviato da estanghe il

 Il coraggio da te espresso Oscar, scendendo in campo in questo particolare momento della vita politica del paese, ci rende orgogliosi di appartenere alla nuova formazione politica Fid, credo di interpretare il sentimento comune degli aderenti al movimento ricordandoti fin d'ora che qualunque attacco tu dovessi subire sia di natura politica nonchè personale sarà da Noi  considerato come se fosse diretto a ciascuno di noi e/o alla nostra stessa reputazione personale ed allora spero ti sia di conforto sapere che avrai il movimento nella sua compattezza al tuo fianco.

Con grande stima, cordiali Saluti

 

Ritratto di malipo90
Inviato da malipo90 il

forza ragazzi facciamo vedere al paese che l'unico modo per crescere e'. mettere merito e concorrenza in ogni settore e a far pagare lo stato che ci tratta come sudditi
andare da soli senza se e ma i partiti e la politica sono responsabili del disastro italiano voglio giannino e zingales in parlamento

Ritratto di daniele.federico.monarca

Il dado ê tratto!!

Bene, finalmente la decisione é presa!

Ora mi piacerebbe che tutti lasciassero perdere i motivi di contrasto che sono sicuramente fisiologici e anche salutari per un movimento nascente ma che, a mio avviso, in questa fase e con tempi cosi stretti, dopo le dimissioni di Monti , dovrebbero essere accantonati per concentrare tutti gli sforzi in questa avventura davvero ai limiti dell'impossibile ma affascinante e sfidante.

Veniamo da due giorni di gazebo a Rho, cerchiamo di imparare dall'esperienza di strada quello che puó servire a far penetrare il nostro messaggio al maggior numero di aderenti possibile.

Dopo la riunione di oggi, gli esperti di marketing cerchino di trovare la soluzione più efficace possibile per quanto concerne il nome del nostro nuovo partito, poichê credo che anche questo aspetto non sia di secondaria importanza.

Organizziamo attraverso I Comitati , iniziative costanti e incessanti sul territorio, attraverso i network televisivi, anche locali, cerchiamo di avere una presenza qualificata per farci conoscere, impostiamo rapidamente una modalitá di fund raising indispensabile per far fronte alla campagna elettorale, ad esempio, chiedendo un contributo a chi puó, tra coloro che si vogliono candidare, diamoci regole semplici e chiare, e finalmente, andiamo a battagliare sul territorio! Ê lì, piu che sulla rete, che si puó davvero compiere il miracolo!

Grande Oscar, io ci saró!

Grazie

Ritratto di Natascia Finotto

questo è un bellissimo regalo di Natale, grazie! Ed ora forza, risvegliamo tutte le persone per bene! Prenotiamo Piazza Duomo a Milano e sprigioniamo tutta la nostra energia...... avanti tutta!

Ritratto di giampaolo.rigo

Forza Oscar il comitato vicenza ovest e' con te da domani testa bassa e pedalare per portare fermare il declino in parlamento...... Dobbiamo dare un contributo per rivoltare questa Italia e dare un futuro ai nostri figli

Ritratto di cristiano mario sabbatini
Inviato da cristiano mario... (non verificato) il

Sono veramente contento di questa decisione presa dai responsabili e dai coordinatori nazionali e regionali di correre da soli. Una decisione rispettosa di quanto voluto da tutta la base in larga parte. La discontinuità con la vecchia classe politica è troppo importante per il futuro di FiD e di tutto il nostro paese.

Ritratto di Massimo60
Inviato da Massimo60 il

 

Finalmente la scelta è stata fatta. Oscar  il 30 novembre ad Albignasego (Padova) aveva detto che entrò 10 giorni ci sarebbero state novità in seno al movimento, è stato di parola e la notizia   è quella che auspicavo. Non nascondo che  proprio ieri ho avuto dei dubbi,  ascoltando  Oscar alla trasmissione "Nove in punto"  l'avevo sentito piuttosto deluso ed amareggiato tanto da pensare qui si molla tutto. Sono veramente contento che invece si prosegua, dobbiamo diventare l'alternativa a questo sistema politico ed assieme MA DISTINTI  al movimento 5 stelle permettere   che della vecchia politica vengano eletti il minor numero possibile di deputati/senatori. Solo così si potrà auspicare ad una discontinuità con il passato.Dobbiamo convincere il partito dell'ASTENSIONE che siamo l'ALTERNATIVA e che FERMARE IL DECLINO È POSSIBILE.Massimo Bedon

Ritratto di Federico_A
Inviato da Federico_A (non verificato) il

avanti!

cercherò di fare proseliti soprattutto fra i grillini ...bisogna fargli capire l'errore che stanno per compiere

Ritratto di massimo.labbrozzi

Ho appena finito di vedere in onda su La7, dove zingales ha per fortuna parlato di fid. Per fortuna perché c'è' bisogno di visibilità, non ci conosce nessuno.

la mia riflessione e' che a nel panorama politico c e' una non-sinistra che va da molti renziani delusi, molti grillini che stanno la perché non hanno di meglio da scegliere ma sono gente a posto, e tantissimi ex PDL e pefino ex finiani che non hanno una squadra per cui tifare. Loro non lo sanno, ma fid e' la loro squadra. Solo che bisogna dirglielo forte e chiaro tutte le volte che si può .

In questa ottica Non dobbiamo chiudere leporte in modo cieco a gente del PDL (Guido crosetto mi pare interessato a fid e fa nel pdl un discorso compatibile con il nostro) , ma dobbiamo essere noi i leader. Non gettiamo a mare le alleanze, gestiamo le. Non diamo a nessuno la possibilità di mettere su fid il proprio brand, credo sia un Must.

non c'è alternativa a Oscar Giannino come leader con un direttivo provvisorio, ma dobbiamo aumentare la partecipazione, la sensazione di democrazia, la leadership e la visibilità verso gente "normale". Rischio di scatenare molte reazioni, ma con tutta la stima che ho per Giannino rilevo che non ha l immagine giusta del trascina popolo , troppo chic ed autorevole. Lo vedo perfetto come anima fondante e garante delle regole interne, ma auspico la scelta di un personaggio più comunicativo, pubblico, che esprima carisma su una grande quantità di persone. Intendiamoci, non ho in mente nessuno. Però a pensarci bene un giornalista noto sarebbe perfetto, ci darebbe rappresentanza tra i giornali, che ora ci manca. 

Qualcuno lo ha già detto sopra, bisogna organizzare incontri pubblici, con programmi prestabiliti da approvare (abbiamo solo 2 mesi), serve una piattaforma internet molto più potente di questa, che allarghi la partecipazione e serva per organizzare il partito.

mi chiedo: chi può fare questo ?

massimo labbrozzi

Ritratto di stefano truzzi

Massimo,

ho appena finito di vedere anch'io Zingales su la7 e non condivido assolutamente quanto tu affermi, ritengo che Zingales abbia fatto benissimo a non raccogliere l'interesse di Crosetto verso FID , anzi a liquidarlo in diretta,  senza indugi e compromessi andiamo avanti , ne parlerà la Storia!

Ritratto di gilberto.bonaga

"In questa ottica Non dobbiamo chiudere leporte in modo cieco a gente del PDL (Guido crosetto mi pare interessato a fid e fa nel pdl un discorso compatibile con il nostro) , ma dobbiamo essere noi i leader. Non gettiamo a mare le alleanze, gestiamo le. Non diamo a nessuno la possibilità di mettere su fid il proprio brand, credo sia un Must"

Ma dobbiamo mettere i sottotisoli a quanto scriviamo o fate finta di non capire?

Non c'e' spazio epr i transfughi dell'ultimo minuto da altri partitit, non c'e' spazio per movimenti civici che sono un tentativo di questi transfughi dell;ultimo minuto di riciclarsi. Chiaro , semplice ed impossibile da travisare.

Nel particolare caso di Crosetto non f discorsi simili i nostroi, Guid Crosetto dice che dobbaimo uscire dall'euro. Buon viaggio, amici come prima.

A correre ditro ad improbabili voci di alleanze e apparentamenti, bbiamo perso mesi di tempo preziosissimo. Abbiamo sprecato energie e ci siamo distratti dl nostro unico obiettivo: chedere consenso suo dieci punti a chi nonha contribuito allo sfascio del paese.

Abbiamo messo un punto fermo per uscire da questa situazioni in cui tanti sprovveduti (o malintenzionati?) ci avevano infilato. Abbiamo sbagliato una volta. Non accadra' piu'. NOn ci fregherete piu'. Andate a fare le vostre interpretzioni fantasiose sui programmi ed i comunicati degli ltri partiti e movimenti. Noi siamo chiariin quello che diciamo, se dobbiamo dire un cosa la diciamo chiaramente, senza nasconderla dietro giri di parole. E non ci alleeremo con incompetenti che si sono accorti solo ora di fare prte del PDL.

 

Ritratto di maria.toscano

NON E' ESATTO CHE CROSETTO VOGLIA USCIRE DALL'EURO. Prego leggere ciò che ho scritto poco fa sopra o, meglio, riascoltare quella parte della puntata di In Onda di ieri sera.

Ritratto di bertoni
Inviato da bertoni il

condivido pienamente, anche sulla persona citata. Personaggi come Crosetto non possiamo permetterci di perderli, l'altra sera era evidente la sua disponibilità sincera per organizzare qualcosa insieme. Quindi andrei cauto sul tagliare ogni nome, nel centro-destra ci sono persone a posto, come ad esempio oltre a Crosetto il senatore Mario Baldassarri, ma tanti altri ancora.

Caro Oscar ti sei preso una bella gatta, attento a non farti graffiare! Un augurio sincero di buon lavoro.

Mauro

Ritratto di gilberto.bonaga

"non stringere accordi elettorali con alcuno dei partiti oggi rappresentati in Parlamento anche se cammuffati e dei loro leader nonché con la classe dirigente responsabile del declino, e a valutare possibili alleanze con movimenti civici e locali solo dove e nella misura in cui siano compatibili con i nostri principi ispiratori e punti programmatici:

Personaggi come Crosetto, che si accorgono di essere nel PDL solo quando non hanno piu' speranza di essere rieletti, ma per anni hanno tenuto bordone alle porcate del capo, possiamo e dobbiamo perderli. Ci farebbero piu' danni che altro. E abbiamo appena votato per confermare questa cosa.

Se cogliono venire a distribuire volantini, sempre disponibili ad accettare un aiuto. Se vogliono visibilita' da fermare il declino, non hanno capito chi siamo e cosa vogliamo fare: mndarli a casa, fuori dal parlamento.

 

 

Ritratto di stefano truzzi

Questo è un giorno storico! Per il futuro dei nostri figli dobbiamo cambiare questo paese, no alleanze e compromessi, Dx e Sx  tutti a casa !

Oscar il Comitato Sassuolo Terra di Ceramiche è al tuo fianco! Porta la nostra voce in Parlamento!

Ritratto di carlo.zunino

questa deve essere una lunga marcia, non bisogna illudersi di azione rapida.

L'iniziativa è ancora poco conosciuta, i media dedicano all'iniziativa spazi prossimi a 0, e per questo è essenziale definire una strategia.

L'acquisire accordi con vecchie volpi e marpioni travestiti meglio andare con le ns risorse e gambe.

Non possiamo credere che le vecchie volpi, con Monti, e marpioni con il Cavaliere sapranno risolvere i problemi. Pertanto il futuro è nostro!

 

Ritratto di giulio tumbarello

E intanto c'è già chi ha paura di noi. Oggi sul sito di Libero c'è un articolo che parla del ns. Movimento come di un flop e che sarebbe già morto prima di partire e richiama un precedente articolo di tale Michele Fusco (chi era costui?) uscito il 21.11 su  Linkiesta. Sappiamo a quale mulino porti acqua il giornale Libero e questo deve dunque inorgoglirci perché ci temono. Ciò però che è più apprezzabile sono i commenti postati sul l'articolo di Fusco .. Tutti a senso unico nel senso che quelle di Fusco sono tutte minchiate! A questo punto occorre però organizzare un evento che lanci la ns. Campagna e che ci dia maggior visibilità. Il capitolo alleanze e' chiuso ...ma è un peccato che il patrimonio elettorale di Renzi rischi di andare disperso,è necessario che venga convogliato su di noi, l'area liberal del PD no dovrebbe buttare a mare 5 anni in un governo di sinistra tradizionale che nessuno di loro vuole. Inoltre in IF aldilà di Montezemolo che è addirittura controproducente, ci sono una serie di personalità a noi molto vicine a partire da Nicola Rossi che dopotutto è il presidente dell' istituto Bruno Leoni. Infine la discesa in campo di Nerlusconi potrebbe far tornare disponibile per il progetto in Lombardia Albertini. Allora va bene andare da soli, ma qualche buon compagno di viaggio ....volesse il cielo! 

Ritratto di Federico_A
Inviato da Federico_A (non verificato) il

il movimento meno compromesso e più netto nelle sue posizioni è FiD ...se rimarrà tale avrà grande capacità d'attrazione

Ritratto di gilberto.bonaga

Tutti i compagni di viaggio che vuoi, purche non rientrino in queste definizioni: "non stringere accordi elettorali con alcuno dei partiti oggi rappresentati in Parlamento anche se cammuffati e dei loro leader nonché con la classe dirigente responsabile del declino, e a valutare possibili alleanze con movimenti civici e locali solo dove e nella misura in cui siano compatibili con i nostri principi ispiratori e punti programmatici"

Albertini vi rientra.

 

 

 

Ritratto di luca.tolu
Inviato da luca.tolu (non verificato) il

I programmi ci sono, i leader pure, ci manca solo maggiore visibilità e forse un pò di marketing politico.

Se riusciamo a trovare dei compagni di strada non guasterebbe, diversamente c'è la possimao fare anche da soli.

Avanti così...

Ritratto di Sarzi Amadè Sandro

Molto bene ! Questa è la grande novità : un'alternativa liberale e democratica allo sfacelo della politica, dei partiti e dei loro colpevoli interpreti! Un disastro più o meno evidente per tutti ! Più delle formule malefiche e deleterie di disastrose alleanze partitiche dannose ed inconcludenti serve un Nuovo Ordine Civico! Le nostre enormi difficoltà economiche e sociali sono la somma progressiva dei frutti di una costante decadenza civica, etica ed intellettuale! Non serve una sfrenata e medioevale personificazione delle "parti" politiche; serve la valorizzazione ed il continuo miglioramento di idee liberali e progressiste a cui fare seguire la più pragmatica coerenza possibile.L'auspicio è di partire "non inquinati" da personalismi e da personaggi traditori miranti al malaffare alla coruzione ed ai comodi personali.Come "non si deve fare" l'abbiamo esperimentato ed imparato poichè ne soffriamo quotidianamente le conseguente! Perseverare diabolicum ....! Serve vigilare da subito, con grande attenzione e fermezza procedurale, nella scelta dei nuovi interpreti! Combattiamo da subito i pericoli minacciosi dei "sempre pronti inquinamenti umani e...italiani"!! L'obiettivo è il futuro decente per i nostri giovani, per le generazioni prossime. Un forte "In bocca al lupo" a tutti coloro che partono con decisione verso questa scommessa , verso un Nuovo Ordine Civico !Farò personalmente, in questa direzione, quanto è nelle mie possibilità! Ad maiora!

Ritratto di Sarzi Amadè Sandro

AHHH DIMENTICAVO.....proprio il primo dei Commenti, quello in cima , quello di "quel tale MML....è proprio ciò che, a mio modesto parere, DOBBIAMO EVITARE come il veleno, come la morte sicura...ancora prima del parto !! Parlo con ...immodesta enorme Cognizione di Causa !!

Ritratto di Roberto Olivari

molto bene che si siano rotti gli indugi. giusto presentarsi, ricordando che lo scopo non può essere di fare - ben che vada - un pugno di parlamentari, ma di vincere le elezioni.

bum.

cioè: di calamitare consensi su un progetto politico liberale, che per forza di cose ha bisogno di sostegno anche di altri. un centrodestra anglosassone, un "altro" centrodestra rispetto a quello a cui siamo abituati. personalmente, credo che un occhio a chi il 16 andrà in piazza a Roma bisognerebbe buttarlo. stasera a In Onda forse Zingales non ha capito Crosetto, avendogli risposto sul PdL, mentre non mi pareva proprio che Crosetto volesse invitarlo "nel" PdL. anzi, forse Crosetto, la Meloni e una buona parte di centrodestra italiano non vede l'ora di potersi smarcare dalle attuali logiche deteriorate e deteriori del partito del capo, in cui finora è rimasta più che altro per mancanza di alternative (triste, vero).

una battaglia di mera testimonianza sarebbe una bella battaglia, ma improduttiva. chiudersi a riccio sarebbe una scelta a mio modestissimo modo di vedere sbagliata, soprattutto considerando che si va a votare in pratica dopodomani. e che per fermare il declino c'è bisogno, citando Giannino, "di una ampia maggioranza su un programma come il nostro".

Ritratto di gilberto.bonaga

"non stringere accordi elettorali con alcuno dei partiti oggi rappresentati in Parlamento anche se cammuffati e dei loro leader nonché con la classe dirigente responsabile del declino, e a valutare possibili alleanze con movimenti civici e locali solo dove e nella misura in cui siano compatibili con i nostri principi ispiratori e punti programmatici"

Crosetto, la Meloni, ma per carita'. Non avranno alcuna visibilita' da noi. Si rivolgano fiduzioni al MIR, la' hanno delle possibilita' di essere accolti.

Ritratto di luca.bagatin

Penso che Fermare il Declino dovrebbe rimanere autonomo e cercare alleanze e sinergie con i Radicali e con Democrazia Natura Amore, il neo-movimento di Ilona Staller.

Occorre, in sostanza, un'alleanza di persone oneste, capaci di parlare di libertà economiche, civili e sessuali.

Costruendo, quindi, un autentico Partito PER le Libertà

 

www.lucabagatin.ilcannocchiale.it

Ritratto di bertoni
Inviato da bertoni il

ma ci fai o ci sei, con Ilona Staller?! Il suo pregresso non ti dice proprio nulla??

Oggi può essere la più santa di tutte, ma alla decenza ci deve essere un limite ....

Ritratto di gilberto.bonaga

Noi chiediamo consenso sui dicei punti e solo su quelli proprio per non restare impantanti in questioni etiche o morali.

Non mi risulta che la Staller abbia detto di volerli sostenere. Al momento, percio', si possono escludere alleanze di qualuque tipo con il suo movimento.

 

Ritratto di lions85
Inviato da lions85 il

cari amici, 

so già che troverò il vostro dissenso, ma a me la pagliacciata del fare i verginelli che vengono dal paradiso a spaccare il culo ai passeri mi fa un po' ridere.

Io credo che fermare il declino se non prende gente capace di fare politica non farà mai nulla. Va bene, Giannino e gli altri ne sanno di economia, sono perfettamente d'accordo con Giannino, lo stimo e condivido le idee... ma mi spiegate chi sarà chiamato a fare che so, il ministro della difesa? Il ministro degli esteri? Il ministro della giustizia? Non basta saper far girare l'economia per far girare un paese. 

Detto ciò a me pare, come ho già letto talvolta più su, che l'unico modo per questo movimento per contare qualcosa sia quello di prendere spunto dall'ennesimo ritorno il campo del cavaliere cercando di portare dalla propria parte chi nel PDL è deluso da questo ritorno, chi è liberale e chi appoggerebbe i 10 punti, e cercare di tirarli per la giacchetta. Solo così, potendo attingere a un bacino di voti più ampio, si potrà fare qualcosa, e magari anche far capire a Berlusconi che ha rotto il cazzo e che ci siamo rotti di lui (per quanto io l'ho stimato e lo stimi e spesso il purismo alla grillo che leggo su questo sito mi da proprio fastidio), e magari cercare di superarlo. Il PDL non ne è stato capace ed è un limite, ma se voi rimarrete il partito del 5% pur di non votare sinistra sarò costretto a votare PDL ancora una volta.....

Infine mi fa ridere quando dite che voi siete il partito del "sopra" e non del destra o sinistra. E' inutile che ci pigliamo per il culo: il vostro manifesto è un manifesto che vendola brucerebbe all'istante, è un manifesto liberista che non fa per la sinistra attuale (tranne quella megariformista alla renzi). E' un manifesto che non fa nemmeno per il centro statalista di casini e montezemolo che per loro sarebbe meglio essere governati da un commissario europeo.

Insomma, è nel centro destra che fermare il declino può guardare, ma finchè i fondatori faranno i verginelli senza voler implicarsi fino in fondo, mi dispiace ma rimarranno una forza minoritaria.

 

Ovviamente questo è solo il mio parere... 

 

P.S. Certo che poi quando leggo di alleanze con radicali o partiti di Ilona Staller mi viene un conato di vomito... se FID dovesse diventare una roba così..... bleah!

 

Ritratto di franco.maloberti
Inviato da franco.maloberti (non verificato) il

Questo non è un ragionamento. A me non piacciono questi atteggiamenti di "superiorità", anche se c'è. (Ma davvero questi CCCP fedeli alla linea suonano bene?)

Ritratto di fabio.giampaoli

Ho tolto l'ultimo pezzo della mia risposta a "lions85", che in effetti poteva denotare un atteggiamento di arroganza e me ne scuso. Ad ogni modo era il primo concetto che mi interessava e che ribadisco. Ciao

Ritratto di franco.maloberti
Inviato da franco.maloberti (non verificato) il

Questo non è un ragionamento. A me non piacciono questi atteggiamenti di "superiorità", anche se c'è. (Ma davvero questi CCCP fedeli alla linea suonano bene?)

Ritratto di luigi.desiderato

Mi unirei volentieri al coro dei festanti festaioli che inneggiano alle scelte dei fondatori del movimento, se questo fosse semplicemente l' unica cosa da fare. Allo stesso modo, non mi unirei alla sparuta minoranza di chi critica tout-court qualsiasi cosa sia leggermente differente dal proprio modo di vedere In effetti, anche io pensandole in proprio, potrei scrivere cose simili a quelle che si leggono un po' qua e un po' la' - spprattutto di approvazione -, ma ho scelto una strada differente che mi porta ad impegnare diversamente il tempo (poco) che ho (sempre meno a causa del lavoro che non mi permette di dire che le cose si fanno da sole). Sto continuando ad organizzare cene, dopocena e quant' altro con poche persone (massimo 9 o 10) per cercare di spargere "la buona novella" rappresentata da FID e con un certo successo o quanto meno apprezzamento. Facendo questo, mi accorgo di quanto fatalmente io sia ignorante e poco preparato (scusatemi ma e' proprio cosi'), pur capendoli a pelle, ad affrontare temi che non sono pertinenti la mi specifica cultura / competenza che e' infatti distante anni luce da queste materie (io mi occupo dei simpaticissimi "elettroni" per la cui cosa avrei molti meno problemi). Pero' mi sto sforzando e ho capito fondamentalmente una cosa: alle prossime candidature sarebbe preferibile si proponessero delle persone che, oltre a quelli indicati e che mi paiono abbastanza evidenti, abbiano alcuni requisiti base quali una specifica competenza professionale in temi economici (semplicemente da preferire in questa situazione dove l' emergenza economica mi appare prioritaria su altre questioni) ed abbiano comunque un certo credito e visibilita' locale in modo da poter coagulare consenso. Non deve mancare l' arte oratoria e neppure una sana dose di realismo guicciardiniano che potrebbe fare da compendio alla personalita' del candidato. Su questo ultimo punto occorrerebbe fare una profonda riflessione perche' "duri e puri" piace anche a me - che sono di natura un idealista, quindi poco o per nulla propenso a qualsiasi sfaccettatura del compromesso - ma se "duri e puri" dovesse servire solo per prendere il premio di consolazione ed essere messi nell' angolo, mi ricordo che uno dei "mantra" del movimento e' quello di "voler incidere". Incidere significa esserci. Esserci non significa a qualunque costo. Ma una sana dose di real-politik (da cui appunto il riferimento a Guicciardini) potrebbe farci tutti riflettere sulle cose da fare accettandone alcune poco gradite in primis, per evitare di avere solo la medaglia o il diplomino di partecipazione - entrambi inutilissimi - e niente di piu' Anche in questo modo si ferma il declino, cioe' cominciando da qualche parte, magari la meno nobile rispetto alle idee purissime che ognuno di noi ha e vuole realizzare. Confesso che ho incontrato anche gente ex di Forza Italia della primissima ora (con tanto di "tessera") e che ne e' uscita dopo poco tempo (il piu' lesto dopo solo due mesi). Queste persone anelano a molte cose che riguardano i 10 punti, ma affermano anche che nessuno e' riuscito nella realizzazione di quello che individuano come un "sogno", ed anzi si ritengono tradite in questo. Bene, visto che potrei giurare sulla verginita' delle persone, me compreso, solo se non ancora uscite dalla sala parto, io sono dell' idea che occorra guardare nel merito e non solo fare assurdi ragionamenti che, quand' anche corretti secondo logica aristotelica, siano pero' velleitari. Fermare il declino, cio' che tutti vogliamo, e' un' operazione maledettamente pratica e reale per la quale e' obbligatorio "sporcarsi le mani di fango fino alle ascelle". Occorre saperlo bene, altrimenti il declino "sporca" noi e non si ferma, anzi ci travolge. Tutti.

Ritratto di luca.tolu
Inviato da luca.tolu (non verificato) il

Condivido gran parte di ciò che scrivi.

Ok a fare i verginelli con i vecchi partiti, ma non chiudiamo definitivamente le porte agli altri movimenti.

E sopratutto non dobbiamo mai strizzare l'occhio a quel pazzo di Grillo e vergognarci di dirci liberali e liberisti.

Hai ragione, Vendola e Compagni rabbrividiscono di fronte a questi 10 punti, non facciamo finta di capire che il nostro bacino elettorale sta in un area che non è di certo quella del PD.

Un ultimo consiglio a tutti (non a te LIONS). Non liquidate il confronto con frasi del tipo "basta parlare, mi fai perdere tempo". Questo atteggiamento tipicamente grillino non dovrebbe avere cittadinanza politica qui....

Ritratto di fabio.giampaoli

Ho tolto l'ultimo pezzo della mia risposta a "lions85", che in effetti poteva denotare un atteggiamento di arroganza e me ne scuso. Ad ogni modo era il primo concetto che mi interessava e che ribadisco. Spero di meritarmi ancora la cittadinanza politica all'interno di questo movimento. Ciao

Ritratto di Natascia Finotto

beh, il ministro della Giustizia potrebbe essere il munus perfetto per il nostro Prof. Maloberti: è l'unico che ha scritto cose interessanti e lungimirantisul forum. Alla difesa metterei una donna, come pure agli esteri: la Signora Salamon mi pare quella giusta.

Ritratto di gilberto.bonaga

Non possiamo piacere a tutti, ci sno ancora tanti che preferiscono i partiti tradizionali. Ecco, noi nonlo siamo, unpartito tradizionale e non ci trasformeremo inun partito tradizionale.

Sono convinto che troverai abbondanti disponibilita' di partiti tradizionali che accoglieranno con gioia la tua necessita'; di avere persone del calibro di La Russa alla Difesa, la Brambilla al turismo, Zaia all'agricoltura, Rosi Bindi alla sanita', D'Alema agli esteri, Di Pietro ai Lavori Pubblic a ed alle Infrastrutturei, Scajola allo Sviluppo Economico...

Hai ragione, noi simili personalita' dotata di indubbia competenza, non ce le abbiamo propri. E ne siamo orgogliosi.

Ritratto di Roberto Olivari

Luca, c'è un'enorme area - il centrodestra, quello che nel mondo anglosassone si chiamarebbe "il partito conservatore" - che è attualmente senza rappresentanza, martoriata dal circo berlusconiano e dilaniata anche dall'exploit del m5s. i radicali li vedo poco compatibili con questo schema, infatti stanno o nel pd o nel guazzabuglio centrista, entrambi da evitare come la peste. e d'altronde liberismo è diverso da libertarismo, e per certi versi inconciliabile.

comunque, stiamo a vedere.

Ritratto di New deal
Inviato da New deal il

Ottima notizia Grazie

Avanti così

ps

NO ad alleanze con vecchi gerontocrati parcheggiati a 140K (lordi? netti?) all'anno in Parlamento, per tre giorni alla settimana. (Specie se di area Pdl)

Cursus honorum; limite temporale di permanenza; POLITICAL ACCOUNTABILIT;  riduzione dei costi dell'apparato statale, e dimezzamento della burocrazia. E vera spending review.

SPESE DEI PARLAMENTI IN EURO

deputati

Francia 531.567.286; camera (scritto volutamente con la minuscola) 1039397947,23 Uk 502034635

Senato

Francia 344.025.371 Italia 541.760.472,51 Uk 125720.623

TOTALE FRANCIA=875.592.657 ITALIA 1.581.158.419,74 UK 627.755.258

Si aggiungano l'altro milione di personaggi (sottobosco, di varia estrazione) che campa di politica, e tout se tient.

Qualcuno ha capito a cosa serva il Senato, in Italia???

segnalo l'editoriale di Gramellini su "La Stampa", intitolato "Quelli che non si sottraggono"

PS Spero che gli Italiani spengano finalmente i televisori (sono appena rientrato in Italia, e sono rimasto  negativamente sorpreso dal livello, inter alia, della televisione. Su Canale 5 Gerry scotti che esibiva mazzette di denaro in mano...a non so che programma...non guardo la tele, e non compro giornali Italiani, finanziati pubblicamente )

67 posto nel cpi di transparency; 169 per la giustizia (tra Gibuti e Gabon: fonte Banca Mondiale). Il Paese va rivoltato come un calzino.

Ritratto di xabaras
Inviato da xabaras il

Bravo Oscar!! Secondo me bisogna puntare ad alleanze con gente come Crosetto e la Meloni che immagino usciranno quanto prima dal Pdl per fare qualcosa di diverso. Per quanto mi riguarda, l'importante è che NON ci sia alcuna alleanza con Berlusconi, che per me è la causa principale del declino del paese. 

Ritratto di rossella.granatelli

A costo di essere una voce fuori dal coro, speriamo che non sia troppo tardi !  Bisogna tenere poi conto, visto che ormai si votera' col porcellum, dello sbarramento al 5%. Comunque in bocca al lupo a tutti noi !

Ritratto di cristiano mario sabbatini
Inviato da cristiano mario... (non verificato) il

Non vedo motivo per continuare a tirare le lenzuola un pò a destra ed un pò a sinistra al fine di individuare possibili alleanze politiche. FiD ha 10 punti ben chiari e chiunque li sostenga e li appoggi coerentemente non ha alcuna importanza se nel passato abbia votato a sinistra piuttosto che a destra, se sia cattolico o qualsiasi altra cosa. Destra, sinistra tutte etichette funzionali alla vecchia logica politica che ha ridotto il paese in questo stato. Evitiamo di scadere nei luoghi comuni ideologici del passato, perchè tutto è passato dopo la nascita di FiD... sursum corda ed andiamo avanti decisi accogliendo chiunque aderisca ai nostri 10 ounti, senza se e senza ma.

Ritratto di Luca Maria Blasi

 

Avvertenze

in primo luogo direi che la decisione di presentarsi alle elezioni fosse scontata con la nascita del movimento. Sul web esistono centinaia di blog a tema politico, ma era chiaro sin dall'inizio che FiD fosse qualcosa di diverso. Ora il concetto viene ribadito, bene, ma l'entusiasmo da stadio per la decisione mi pare un po' fuori luogo.

Il purismo eccessivo di qualcuno, poi,  e' pericoloso, perché relegherebbe FiD in una riserva indiana. Come abbiamo segnalato in tanti, il compromesso E' la politica; ciò che e' irrinunciabile e' il LIVELLO del compromesso, che deve essere ALTO. Quindi e' irrinunciabile avere facce DI PRIMO PIANO nuove e AUTONOMIA.

Non ho visto la trasmissione in cui si dice che Zingales abbia sbattuto la porta in faccia a Crosetto. Se e' vero, vorrei sapere come e perché. Non mi piacciono ne' i partiti con il padre-padrone ne' i complessi di superiorità . Questo movimento/partito non e' una replica di IDV e nasce per aggregare consensi su pochi punti fondamentali da parte di chi ci vuol stare. Le epurazioni non mi piacciono, specie se preventive. 

L'importante e' che con le alleanze il timone non passi di mano.

Infine una piccola precisazione. Va bene dire - con Boldrin - che FiD e' sopra (stare sotto, peraltro, non e' mai consigliabile...) ma se il centrosinistra oggi e' il tandem Bersani/Vendola, negare che FiD sia il nuovo centrodestra e' arduo, e mi sembra un po' ipocrita. Pur concordando sul fatto che le definizioni di geometria politica, ormai, sono un po' datate.

Comunque sia, e' necessario un congresso, reale o virtuale non importa, ma ci deve essere, per dare sostanza ai 10 punti, mete verso le quali occorre definire un percorso possibile e condiviso dalla base.

Ritratto di gilberto.bonaga

Il purismo eccessico e' di tutti noi. d primo all'ultimo, tutti, m proprio tutti, abbiamo approvato un risoluzione chiara e che non lscia adito a dubbi.

Chi vuole compromessi, e' fuori tempo massimo ed or ha sbagliato indirizzo a cui rivolgersi.

Ci siamo presi la rsponsabilita' di rischiare e saremo noi in primis a pagarne le conseguenze. Ma noi siamo disposti a rischiare perche' siamo persone serie e coerenti. Ci state> Ottimo, lo facciamo per voi. Siete dei fautori di compromessi, inciuci e volete una vita tranquiila? Mi sa che non piotrem soddisfare le vostre aspettative.

E, ipocrita o meno, la nostra posizione e' chiara: Oscar ha detto che siamo "pragmatici", Michele ha detto che siamo "sopra", io aggiungo che "non siamo fessi". I nostri dieci punti sono quello su cui noi chiadiamo consenso  e non su altro, proprio perche' non vogliamo apparire per quello che non siamo, ma raccogliere consenso non ideologico da tutti i cantoni dello schieramento politico. Piantatela di affibbiarci etichette che non ci apprtengono, non siamo un'occasione di rinascita dei liberali, dei socialisti, della destra e della sinistra. Non ce ne ffrega null di queste cose, non lo siamo e non lo vogliamo essere. Noi abbiamo i dieci punti, Non sono di destra o di sinistra. NOn siamo un vecchio partito che si schierava da una parte per contrastare quelli schierti dall'altra parte. Questo atteggiament per cui gli italiani hanno votato per fede ci ha portati dove siamo. Bersani non lo ha capito. O forse lo ha capito benissimo, m vista la tristezza del suo programma,vede come una manna dal cielo l'occasione di chiedere voti contro Berlusconi. Berlusconi, da parte sua, ha sempre chiesto voti contro qualcosa. Noi no. Noi abbiamo dieic proposte. Se vi piacciono le proposte, sono quelle, non sono negoziabili, non aumentabili, non diminuibili. Se non vi piacciono, restano quelle lo stesso.
 

Noi siamo proprio un'altra cosa rispetto ai vecchi partiti, cercate di partire da questo dato, prima di metervi a proporre cose che noi non faremo mai. RIsparmieremo tempo tutti, voi ad inventarvi improbabili alleanze, noi a rispondervi che non se ne parla nenche.

 

 

 

Ritratto di Roberto Olivari

caro gilberto,

non ho l'onore di conoscerti, e magari potrà accadere presto. detto questo, trovo alcuni tuoi post pervasi da un furore iconoclasta (sempre che la "seconda repubblica" possa assurgere ad icona, cosa che in effetti non è) e da un settarismo che non condivido. poi non capisco chi siano i "noi" che avrebbero preso delle decisioni irrevocabili (cos'è: "l'ora segnata dal destino è scoccata! l'ora delle decisioni irrevocabili!"?) e i "voi" che dovrebbero adeguarsi. da aderenti direi che siamo tutti sullo stesso piano, no?

Fermare il Declino, per chi - come me e te - ha aderito e dunque conosce il suo Manifesto e i suoi 10 punti programmatici, è un partito antitetico alla sinistra e al centro. E' una piattaforma di proposte economiche liberiste che, per diventare maggioritaria in Italia, deve aprirsi all'universo politico del centrodestra, o conservatore (in senso anglosassone). infatti sono d'accordissmo con te, e l'ho già scritto, che il centrodestra Italiano visto finora sia inservibile e da cestinare, e quello di cui molti qui parlano non è una sorta di alleanza con i ruderi che ci sono, ma l'esercitare una forza di attrazione verso singoli soggetti dell'attuale centrodestra che si liberino dall'abbraccio mortale di chi porta le responsabilità tra le più grandi del Declino che vogliamo Fermare.

lo scopo di Fermare il Declino, a quanto ho sentito dire da Giannino più volte, è di conquistare una forte maggioranza parlamentare sul nostro programma (i 10 punti) di riforme liberiste. la scalata sarà ovviamente ardua, quasi proibitiva, come si pensa anche solo di iniziarla iniziando a erigere barriere e distinguo?

le nostre uniche "barriere" siano il nostro Manifesto e i nostri 10 Punti.

un abbraccio (non mortale!).

Ritratto di gilberto.bonaga

Non c'e' peggior sordo di chi non vuole sentire. Oscar ha espressamente detto che non siamo e non vogliamo essere di destra. O si sinistra. Tu credi di sapere meglio di chi ha fondato il movimento da che parte si colloca? Credi che il giorno dopo che si e' presa all'unanimita' una decisione perfettamente in linea con la prima riga del manifesto, per correre dietro ad un politico che delira sull'euro, possiamo rimangiarci il manifesto e quanto appena deciso? Noi siamo persone serie. Se non hai capito cosa abbiamo votato, e' riportato da Oscar stesso su questo sito. Comtrolla chi propone cose in linea con le drcisioni prese. E' spiegato molto bene, oi sottotitoli per chi continua a fate finta di non capire.

Ritratto di maria.toscano

L'importante è....

che con le alleanze il timone non passi di mano, che si resti FERMISSIMI sull'impulso di ribellione democratica che ha determinato la fondazione di FiD, sulla meritocrazia e i nostri punti programmatici. Insomma che non venga snaturato FiD.

Detto questo, senza epurazioni preventive, alle persone oneste e in buona fede (quelle poche eccezioni individuali al fallimento dell'intera classe politica contemplate anche nel nostro Manifesto) bisogna almeno permettere che ...apprezzino FiD e ne parlino bene. Pare che si faccia più festa in cielo per una pecorella smarrita che per cento giusti.

Per carità non mi fraintendete: FiD non è il ricovero di "riciclati" opportunisti che nei fatti hanno sempre calpestato i nostri principi, questo è chiaro.

Dico solo che il nostro movimento, visto che Oscar e gli altri benemeriti hanno avuto il coraggio di fondarlo, è prima di tutto la casa di tutti quelli che siamo sempre stati su queste posizioni, ma può anche rappresentare un porto, sia pure ideale, per tanta altra gente  perbene indignata e anche eventualmente per qualche naufrago incolpevole o navigante smarrito (purchè NON  sia la loro faccia a rappresentare FiD).

Ritratto di gilberto.bonaga

NEssuna preclusione per nessuno che voglia aderire e aiutarci da semplice aderente.

Come in pratica dici tu, il discorso cambia per chi vuole posti sotto i riflettori o di responsabilita' nell'organizzazione o di candidarsi con noi.

Questo e' tassativamente escluso.

LE alleanze sono regolate da questo testo, che abbiamo votato sabato:

"non stringere accordi elettorali con alcuno dei partiti oggi rappresentati in Parlamento anche se cammuffati e dei loro leader nonché con la classe dirigente responsabile del declino, e a valutare possibili alleanze con movimenti civici e locali solo dove e nella misura in cui siano compatibili con i nostri principi ispiratori e punti programmatici"

 

Ritratto di maria.toscano

Zingales non ha capito Crosetto, tanto è vero che gli ha risposto che il PDL è morto, mentre Crosetto ed altri sembrano piuttosto sul punto di uscirne dal PDL.  Legga, se vuole, ciò che ho scritto sopra, alle 18,39 o, meglio, riascolti la puntata di In Onda di ieri sera, verso la fine, e potrà giudicare bene da sé.

Ritratto di gilberto.bonaga

Ma dai! Mi stai dicendo che Crosetto e' ancora dentro al PDL e che aspetta di trovare un posto in cui riciclarsi prima di abbandonarlo?

E che ci dovremmo fare con un simile fenomeno"? Che vada a riciclarsi da un'altra parte.

 

 

Ritratto di fabio.micheletti

Molto bene!

Lontani dai vecchi marpioni della politica di ogni colore che in fondo è quello che vuole la gente stanca, delusa e senza "schei"

Forza Oscar!

Ritratto di maurizio.graia

Non potevamo non presentarci, dopo tutti gli sforzi fatti. Le attuali proiezioni elettorali non ci danno grandi cifre, ma siamo in crescita, l'importante sarà avere persone valide in parlamento che pungolino i vecchi partiti, farci sempre più conoscere per crescere e portarci al governo, sperando che non sia troppo tardi.

Ritratto di claudio.paltrinieri

Non sono mai stato di sinistra ma penso che l'unica alleanza possibbile sia con un Renzi uscito dal PD .... oltre ovviamente ad altre formazioni provenienti dalla società civile.

Ritratto di BeppeZ
Inviato da BeppeZ il

 

Claudio , anch'io la penso come te e non ho votato per Renzi alle primarie perchè non potevo accettare di  richiedere il certificato di elettore di centrosinistra !

Ma vedrei Renzi, se lascia il PD che non mi pare l'abbia trattato molto bene, come il personaggio ideale per attirare rapidamente attenzione e consensi su FID e per poter ambire ad un risultato elettorale che consenta veramente di portare avanti il programma e non solo di superare lo sbarramento per accedere in parlamento.

 

 

 

 

Ritratto di franco.maloberti
Inviato da franco.maloberti (non verificato) il

Per Luca Maria Blasi

se vogliamo una classe dirigente qualificata e fatta da persone senza responsabilità del declino dobbiamo vedere i passati  coinvolgimenti. Per Crosetto si legge:

La sua storia politica inizia nella "Democrazia Cristiana"; giovanissimo vi ricopre l'incarico di segretario regionale del movimento giovanile e di responsabile nazionale della formazione, dal 1985 al 1990. Nel 1988 è consigliere economico del presidente del Consiglio Giovanni Goria. Ha ricoperto l'incarico di consigliere di amministrazione dell' Università degli Studi di Torino dal 1985 al 1989. Imprenditore, è stato sindaco di Marene, Provincia di Cuneo dal 1990 2004, e consigliere provinciale di Cuneo dal 1999 al 2009, ricoprendo l'incarico di capogruppo d Forza Italia. È stato coordinatore regionale del Piemonte per Forza Italia dal 2003 al 2009, e responsabile nazionale per il credito e l'industria fin dalla nascita del PDL. Già coordinatore di Forza Italia per il Piemonte è stato eletto alla camera nel 2001, 2006 e 2008. 

Per Giorgia Meloni (riferimento a Olivari):

Nata nel 1977, diplomata presso l'istituto professionale alberghiero Amerigo Vespucci, dal 1966 giornalista professionista. Inizia il suo impegno politico nel 1992 a 15 anni aderendo al Fronte della Gioventù. Fonda il coordinamento studentesco Gli Antenati, che partecipava alla contestazione contro il progetto di riforma della pubblica istruzione del ministro Russo Iervolino. Nel 1996 diventa responsabile di Azione Studentesca. Nel 1998 viene eletta consigliere della Provincia di Roma. Nel 2008 diventa ministro del governo Berlusconi, mantenendo la presidenza di Azione Giovani.

Per entrambi esperienza vera (o non politica) nulla, direi.

Ora che si è appropriatamente valutato Crosetto (brava persona ma abbisognosa di un momento di sosta) mi aspetto di sentire una valutazione sul contributo al declino di Telecom Italia, che possiede il 77% di Telecom Italia Media, proprietaria de La7 (che ha perso nel 2009 circa 72 M€).

 

 

Ritratto di Luca Maria Blasi

Caro Maloberti

tutto sommato, posso anche essere d'accordo con lei, non sono il difensore d'ufficio di Crosetto; dico solo che e' meno impresentabile di altri, Meloni compresa, e che non tutto il passato personale politico di secondo piano vada per forza rottamato, purché (ovviamente) onesto. Specie se si ha poco tempo a disposizione per selezionare nuovi candidati.

Con l'occasione, pero', vorrei mettere in guardia il movimento dalla sindrome del pasdaran. Giannino stesso osserva che i professori  - e mi sembra che FiD sia diventato, purtroppo, una specie di blog per professori  (devo anch'io fare il mea culpa, ovviamente ) - hanno difficoltà  a capire l'elasticità della politica, che non può seguire sempre le logiche scientifiche e quindi necessita di una mentalita' diversa. Qui il governo Monti docet: pur di far quadrare i conti, i professori hanno ammazzato il Paese. Ma su questo dobbiamo fare chiarezza anche in FiD. E perciò critico Zingales - ma non solo - quando fa l'ayatollah e lancia la sua brava fatwa sui nemici della concorrenza. Si, e' vero, abbiamo bisogno di aprire i mercati. Pero' va usato il fioretto, non l'accetta. Il caso del nostro Paese e' come quello del moribondo per sete, al quale non va dato un secchio d'acqua, ma fatta la fleboclisi.

Cordialmente

LMB

Ritratto di maria.toscano

D'accordo con LMB,

le nostre idee debbono essere chiare e ferme, i concetti precisi, ma i toni "civili", ancorché veementi.

Sarà che nell'informazione di oggi non si "buca lo schermo" senza risse e senza fatwe ma penso che mezza Italia si è stufata anche di questo.

FiD dev'essere profondamente diverso, in tutti i sensi.

 

Ritratto di franco.maloberti
Inviato da franco.maloberti (non verificato) il

Caro Blasi,

sono d'accordo che bisogna avere un atteggiamento "politico" ma bisogna essere anche molto attenti nella scelta dei candidati (anche dei leader che si sono proposti - io in realtà credo poco alla necessità di leader, a meno che la leadership non sia conquistata sul campo con la forza dei risultati). Lei nomina Monti associandolo ai professori. Io, direi di no. Non è professore e avendo esaminato il suo curriculum lo associa invece ad altre cose. Ad esempio, considero la sua appartenenza alla trilaterale in posizione di rilievo (ora assunta, guarda un po', da Trichet (!)) e alla sua parteciapazione ai meeting Bilderberg 2010 e 2011: riunioni con finalità "filantropiche" che hanno visto la assidua partecipazione di Enrico Letta e Franco Bernabè, CEO Telecom (azienda che controlla La7) e da ultimo di Lilly Gruber, conduttrice de La7. Non bisogna ovviamente pensare a cospirazioni ma immaginare come tutti questi filantropi osservino, ad esempio, l'ascensore dello spread, può essere istruttivo.

Per i professori un po' più professori sono pienamente d'accordo. Vivendo tra professori da decenni posso dire che la capacità di valutare gli effetti di proprie proposte su un sitema complesso è molto scarsa e spesso quanto viene suggerito ha significativi "effetti collaterali". Questo, in particolare in economia, dato che il sistema è complicato, con forti non linearità e con feedback poco prevedibili.

Infine vorrei dire che il nostro paese non è un morobondo ma uno che il medico (trilateral, ad esempio) vuol farlo passare per ammalato molto più di quanto non sia (per farsi pagare una parcella ben ricca).

Ritratto di PVenti
Inviato da PVenti il

Bene, benissimo, ma è importante che ci presentiamo chiarendo subito di non essere l'ennesima formazione politica che scende in campo: poche chiacchiere e fatti concreti, perchè il rischio di confonderci in mezzo ai velleitarismi e ai populismi è grande. Altri sono stati eletti perchè portatori di idee sane e condivise, ma non sono stati capaci di metterle in pratica perchè bloccati dai complicatissimi meccanismi che regolano il funzionamento delle nostre istituzioni. Dobiamo dare da subito un senso pratico ai nostri 10 punti, predisponendo al più presto 10 disegni di legge da approvare nei primi cento giorni del Governo Giannino che siano capaci di creare le condizioni per rendere poi recepibili nel nostro ordinamento i dieci punti. Devono essere disegni di legge sintetici, a prova di ricorso (al TAR, alla Cassazione, alla Corte dei Diritti dell'Uomo....) e quindi redatti da giuristi esperti, comprensibili e capaci di creare aggregazione popolare, e quindi revisionati da esperti di comunicazione. Sostenendo poche idee molto concrete e mostrando di avere tanta fiducia nelle nostre capacità possiamo raccogliere il consenso di tutte le persone per bene che credono nel lavoro e sanno dare valore all'impegno personale, ma ormai tutti abbiamo capito che le buone idee non bastano, bisogna essere pratici, concreti, pragmatici e anche furbi. 

Ritratto di francesco.paolo.forti

Monti darà le dimissioni subito dopo l'approvazione della legge di stabilità.
Da considerare che Berlusconi si (ri)presenta proprio contro Monti, oltre che ovviamente contro Bersani.
E' quindi abbastanza probabile, secondo me, che un Monti dimissionario sia anche piu' libero di presentarsi come leader di un raggruppamento di centro, spero liberale, che disegni una riedizione rivenduta e ampliata dell'agenda che porta il suo nome, da portare avanti in un paese rinnovato. Nulla a che vedere con quanto ha dovuto fare con questi parlamento, a maggioranza PdL.

La domanda è la seguente, caro Oscar, cari fondatori e cari amici che ci leggete.
Se questo fosse lo scenario, noi dove ci mettiamo?

Non certo con un Berlusconi, responsabile primo del declino.
Non certo con l'asse Bersani-Vendola, che al massimo galleggerebbe, senza fare le riforme che noi sappiamo essere necessarie.

Ora non è che gli amici in centro (Casini e Montezemolo) siano poi messi meglio ma non possiamo certo essere schizzinosi. La legge elettorale premia le coalizioni, non i solitari. Quindi se ci sarà una coalizione di centro noi dovremo esserci, se vogliamo contare qualche cosa nel prossimo parlamento e portare avanti i nostri 10 punti programmatici. Cerchiamo piuttosto di raggruppare attorno a noi, nella coalizione, le forze piu' liberali presenti ovunque.

Ciao!

Ritratto di franco.maloberti
Inviato da franco.maloberti (non verificato) il

La seguo poco, caro FP. A parte monti che, leggendo quanto dice la trilaterale, ha "certi" meriti, lei nomina una serie di personaggi con grandi responsabilità del declino.

THE TRILATERAL COMMISSION

Mario Monti was elected president of the Italian Council of Ministers on November 16, 2011, leading to his resignation as European Chairman of the Trilateral Commission. He is former president of Bocconi University, Milan, and honorary president of Bruegel, the Brussels-based economic policy think-tank. The president of the European Commission entrusted him with a mission on A New Strategy on the Single Market releasedin May 2010, and he was a member of the Reflection Group on the Future of Europe set up by the European Council.

He served as a member of the European Commission, in charge of the internal market, financial services and taxation (1995-1999) and then of competition (1999-2004). In addition to decisions on landmark cases (among which are GE/Honeywell, Microsoft, the German Landesbanken), he introduced radical reforms of EU antitrust and merger control and led, with the U.S. authorities, the creation of the International Competition Network (ICN). Prior to joining the Commission, he was professor of economics and then rector of Bocconi.

He has published extensively on monetary and financial economics, fiscal policy, competition policy, and European integration. He had advisory roles in policy formulation in Italy (starting in the 1980s with financial reform and the first competition law), the UK (on Lord Roll’s Committee proposing independence for the Bank of England in 1993), and France (on the Attali Commission on Economic Growth, appointed by President Sarkozy in 2007). He is international advisor to Goldman Sachs. He graduated from Bocconi University and continued his studies at Yale University. Mario Monti was elected European chairman of the Trilateral Commission in 2010.

January 2012

Ritratto di francesco.paolo.forti

è evidente e lo sappiamo: "La classe politica emersa dalla crisi del 1992-94 - tranne poche eccezioni individuali - ha fallito".
Dovremmo pero' cominciare a fare i nomi, non parlare genericamente di poche eccezioni.
Tra le eccezioni non ci metterei Casini e su Montezemolo ho dei dubbi (non è classe politica ma industriale e non lo conosco bene).
Vediamo cosa fa Monti. La mia premessa infatti è "se lo scenario è questo", nel senso "se Monti si presenta come possibile guida di un futuro governo politico".

Dovrà definire un programma, trovare una squadra, alleanze.
Su questo dovremo valutarlo e stabilire da che parte stare, considerato che la decisione di presentare una lista è cosa fatta e che per le alleanze, indispensabili con l'attuale legge elettorale porcellosa, è tutto da definire.
 

Ritratto di luca.spatazza

Ottimo, ci saremo e nella prossima legislatura sarà importante esserci perche la partita non finisce qui, Bersani affossera ancora di più l'Italia e dopo di lui si tornerà al voto, allora in quelle elezioni FID andrà al governo, ma bisogna lavorare oggi per allora.

Contiamoci, strutturiamoci e diamoci tempo, ma ricordate ci tocca la medicina amare dei compagni ora, resistere, resistere, resistere!!!

Ritratto di marco.marrocchesi

Finalmente vi siete decisi a diventare una "formazione" politica strutturata, anche se molto leggera e poco costosa. Le consultazioni degli aderenti e gran parte della democrazia interna sarà esercitata mediante la rete immagino. Nessuna alleanza con i vecchi partiti. Condivido la Vs linea politica. Rimango trepidamente in attesa di novità, come tutti noi immagino.

Ritratto di michelangelo.zanardo

Beh, ragazzi, che non ci si voglia immischiare con gente dei vecchi partiti, mi sembra inevitabile (d'altra parte non mi viene in mente un solo politico a cui affiderei la mia fiducia). Cerchiamo però di non fare troppo gli schizzinosi, altrimenti chi ci schioderà dal 2-3%? Non provo una gran simpatia per Montezemolo, ma recuperare il rapporto con Italia Futura, cercando di allontanarli dalla morsa mortale di Casini e Fini, ci darebbe una forza che da soli non avremmo. E, magari, ci regalerebbe un Mario Monti, che, "liberalizzatosi" accanto a noi, potrebbe dare a questo Paese un futuro più roseo.

Ritratto di Giorgio 1944

Sito troppo lento ! Comunque con la legge del porcellum (votare in toto la lista bloccata con il buono e il gramo e sperando che il gramo sia indietro nella numerazione) e sondaggi al 2,6% la vedo un po' dura. Comunque vedremo le liste e poi decideremo; inutile dire che la tentazione  - in vigenza di porcellum - è quella di non votare. Comunque sig. Giannino continui la lotta !  

Ritratto di massimo.sperotto

Dopo la bellissima notizia tutti si organizzino per la raccota delle firme che non sarà un giochino da ragazzi , tiriamo fuori le palle e pedaliamo !!!!! Un suggerimento ai Fondatori , sfruttiamo il rapporto che si è creato tra Oscar e Oliviero Toscani per la campagna Porsche Italia e affidiamogli la creazione di manifesti aggressivi e altamente provocatori come sa fare lui !!!!! GRATIS logicamente !!!!!

 

 

Ritratto di Gianni Scioli

Condivido il Suo suggerimento; Toscani quanto a provocazioni e visibilità, è quanto di meglio si potesse proporre.

Intanto, per quanto concerne il logo del futuro partito,

apprezzo molto la scelta della freccia in ascesa che, intelligentemente traslata dai grafici economici,  rappresenta un vettore positivo (non solo economico). Personalmente colorerei

la freccia con quelli della nostra bandiera che, stranamente ma altrettanto opportunamente, si prestano benissimo ad enfatizzare il senso del logo: base rossa, centro bianco, apice

verde.

Modestamente suggerirei anche di sintetizzare "Fermare il Declino" con un più foneticamente robusto FE.DE al posto del mingherlino FiD; se escludiamo i facili equivoci dati

dall'omonimia col noto - temo più del nostro FiD, attualmente - personaggio, ha la qualità di rappresentare un termine significativo, di notevole impatto - specie su una certa fascia

di popolazione, di essere facilmente memorizzabile  e di essere inequivocabilmente distinguibile da tutte le altre sigle.

Ad maiora.

Ritratto di luca.de.simone

Bene, questa è finalmente una buona notizia. Non se ne può proprio più di quelle facce da ... che imperversano nell'etere.

Come il matra che Oscar ci propone ogni mattina alla radio: This is the end! ma per loro stavolta! Se ci crediamo, se ci impegneremo, ognuno con il proprio vicino, con il proprio parente, con il proprio collega, riusciremo nel miracolo di diventare una realtà che abbia la forza di prendere le decisioni. Certo sarà dura, durissima. E ve lo dice uno che sa come si comprano e si vendono i voti da queste parti. Ma mai cominciamo, mai ci convinceremo, mai riusciremo a convincere.

"Per chi viaggia in direzione ostinata e contraria
col suo marchio speciale di speciale disperazione
e tra il vomito dei respinti muove gli ultimi passi
per consegnare alla morte una goccia di splendore
di umanità di verità"

Ritratto di Gian Marco Ferri

Oggi è il mio compleanno, Oscar non poteva farmi un regalo migliore. Avanti da soli con gente nuova. 

Abbiamo bisogno di visibilità, serve una grande convention, magari a Roma.

Forza mettiamoci al lavoro, il quorum non è poi tanto lontano!!

Ritratto di Furetto
Inviato da Furetto il

FID è di destra?

Di sicuro non avrei aderito a FID se lo avessi considerato di destra, perchè io di destra non mi sono mai sentito.

Non ho mai letto nulla che mi facesse sembrare FID di destra o di sinistra, ho aderito perchè penso che sia ora di concentrarsi sulla soluzione dei problemi e di lasciare da parte le etichette.

Poi oignuno, nel suo intimo, è libero di considerarsi di destra o di sinistra.

Ritratto di Carlo Ermanno Maini

penso che destra e sinistra siano due categorie ormai anacronistiche, specialmente in italia dove i concetti sono stati di volta in volta associati al dualismo fascisti- antifascisti o padroni-proletari. Oggi che i fascisti non esistono più, chi aveva 20 anni nel 45 oggi ne ha 87, e di conseguenza anche gli antifascisti. ( a proposito, se c'è una regola non scritta ma sempre rispettata, che il Presidente della repubblica deve essere un ex partigiano chi eleggeremo la prossima volta?) quanto all'altro dualismo ormai è una guerra tra poveri, tra imprenditori sull'orlo del fallimento per colpa della crisi ed operai in mobilità. Il vero dualismo non deve essere tra destra e sinistra ma tra IL CETO MEDIO PRODUTTIVO BISTRATTATO, TARTASSATO E STRATASSATO E CHE TIENE A GALLA IL PAESE CONTRO CHI VIVE DA RICCONE A SPESE DELLA SOCIETA'.

Ritratto di livio gallottini

Ottima scelta quella di presentarsi. Innovazione e coraggio nelle scelte, queste dovrebbero le vere direttrici. Abbiamo bisogno di NUOVE idee e di coraggio per attuarle e promuovere finalmente il cambiamento. Forza Oscar!

Ritratto di marco.alberici

Ho sentito Giannino dire che l'importante è che ci sia una rappresentanza parlamentare pronta a urlare "Vergogna!" ad ogni occasione in cui si sperpera, si tassa ingiustamente, si fanno provvedimenti populistici, si fa falso in bilancio con leggi di stabilità che permettono allo stato di non portare a passivo i contributi INPS non versati per i pubblici dipendenti. Il senso di una partecipazione alle imminenti elezioni è tutto lì.

Poichè siamo "Fermare il declino" e non "Fermare il destino" sarebbe  meglio non alimentare la speranza di far parte di una maggioranza, di vincere le elezioni. Quindi tanti "Con chi..." mi fanno un po'rabbrividire. In fondo col Porcellum lo sbarramento è al 4%, perfetto per un ingresso da single che è molto cauto verso la vita di coppia, oltre che, naturalmente,  verso le ammucchiate.

Realisticamente bisogna riconoscere che il prossimo governo sarà presieduto da Bersani o da Monti; uno dei due sostenuto dall'altro, vista la presenza degli opposti estremisti del terzo millenio (Berlusconi e Grillo). 

Una presenza alle elezioni in uno schieramento di moderati sarebbe sbagliata per principio (siamo immoderati) e a fianco di Bersani e Vendola insensata (siamo contro l'eccesso di presenza dello stato nella vita, nella società e nelle tasche). Una presenza con il PDL inutile e suicida; anche loro si proclamano moderati ed in effetti in quanto a senso dello stato lo sono stati e lo sono veramente.

Con Grillo condividiamo l'avversione verso il finanziamento pubblico ma non la demagogia,   sarebbe comunque bello confrontarsi con tanti giovani che ora lo sostengono,  una presenza di  FID alle elezioni serve  a far germogliare un seme e a vedere una piantina sbucare; non è poco.

Ritratto di alessandro casazza

Era ora, chi è in grado di agire deve farsi avanti. Ci sono moltissimi elettori orfani dai politici che ci hanno deluso e derubato che attendono con ansia il momento di votarci. Ritengo inoltre che si possano recuperare alcuni "sani politici"  che traditi e boicottati nei loro schieramenti politici possono contribuire ad impedire il declino.  

Ritratto di Furetto
Inviato da Furetto il

Un'ultima chiosa sul discorso se FID sia di destra o di sinistra: Giannino al Ri-Party a Milano ha detto chiaramente che lui, aderente anni fa al PRI, si era impegnato per far gravitare il PRI nell'area del centro sinistra.

D'altronde, se leggete la storia del PRI, vedrete che Ugo La Malfa definì il PRI un partito di sinistra e laico, ma non marxista, e che il PRI governò nella prima repubblica nell'area di centro sinistra.

Negli ultimi anni il PRI si era invece avvicinato a Berlusconi, seguendo la deprecabile tattica del trasformismo così in voga in Italia.

Ma tutti questi discorsi oggi lasciamoceli alle spalle, pensiamo ai problemi, la mia è solo un'annotazione storica.

Ritratto di Daniele Parata

Mi collego al discorso e mi rifaccio al saggio suggerimento di Franco Maloberti di cercare di concentrare in poche parole (lui parla di elevator speech) il messaggio di FilD: in questo caso credo che possiamo semplicemente dire: NOI ABBIAMO SMESSO DI INTERESSARCI AI "CONTENITORI" (DESTRA, SINISTRA O CENTRO), E GUARDIAMO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE AI CONTENUTI.

Date un'occhiata e, se vi piace, fate girare.

https://www.fermareildeclino.it/sites/default/files/users/Daniele%20Para...

https://www.fermareildeclino.it/sites/default/files/users/Daniele%20Para...

Ritratto di giuliana.allen
Inviato da giuliana.allen (non verificato) il

AI FAB7, vero vertice di Fermare il declino: dal 1 ottobre ci avete promesso una riunione nazionale che ancora non avete attuato, Benissimo rompere gli indugi: ma continuate a parlare ai vostri 37.000 della base tramite comunicati scarni e asettici. Anche la modalita' della raccolta liste candidati per la lombardia fa a pugni con la trasparenza: decidono tutti dei fantomatici "vicinissimi" a Giannino. Quanta DELUSIONE per i puri e duri che nel manifesto del 30 luglio speravano in una vera novita'. Aspetto trepidante di sapere QUANDO convocherete una vera riunione nella quale ascolterete la vostra base . Continua a mancare la trasparenza e per questo sono delusa

Ritratto di Antona Vincenzo

Carissimi Amici, leggendo con attenzione i Vostri commenti sul presentarsi alle elezioni non posso che esserne d'accordo.

Sin qui allora tutto bene: il bello però viene dai commenti che ho letto: qualcuno dice che bisogna tenere "LE PORTE APERTE" (a chi poi?, a quelli che si sono abbeverati alla fonte e ci hanno portati nell'attuale situazione?); altri dicono che bisogna stravolgere tutto, non pagare i debiti ed altre (a mio parere) "Castronerie del genere"; qualcuno dice che tra gli "attuali politici" qualcuno potrebbe "Andare Bene" (per cosa?, per farlo entrare dalla porta e poi, senza che noi ce ne accorgiamo ci troviamo tutti i suoi "sodali" che sono entrati dalla finestra aperta da Lui?). Carissimi, se si vuole "Iniziare" bene bisogna avere una propria "IDENTITA?" e non farsi ammaliare dal canto delle "sirene".

Facendo "comunella" con altri partiti o liste (tipo IF, piena di riciclati), non saremo altro che i "parenti poveri", perchè questo è quello che diventerà FID se entrerà in un "calderone dove ci offriranno una minestra riscaldata per Noi molto Indigesta".

I personaggi che hanno fatto della politica  un lavoro (fanno solo quello, senza quello farebbero la fame), hanno reso la politica "Impalpabile e Fluttuante", per loro fare politica vuol dire "dire tutto ed il contrario di tutto": per loro la "Parola data" è soltanto "una piccola disquisizione del dare aria alla bocca": sicuramente con questi personaggi non si va da nessuna parte. (almeno Io, non vado da nessuna parte)

Allora la soluzione qual'è? andare da soli?, perchè no!

Bisogna fare accordi "Elettorali" oppure "Inglobare" le varie liste civiche e movimenti che non sono formate dalle seconde, terze e quarte file o dai "Ragazzi di Bottega" di si critica e poi, sicuramente,  con tanto impegno ed un autofinanziamento (da parte di chi ci vuole mettere la faccia), i risultati arriveranno.

 

Ritratto di Roberto Olivari

se è per questo, Furetto, Giannino nel '94 sostenne apertamente e convintamente Berlusconi. anche là, come ora, c'era da contrastare la "gioiosa macchina da guerra" di una sinistra che pensava di aver già vinto a mani basse.

ora che abbiamo imparato che quel centrodestra non fa quello che promette in campagna elettorale, ed è dunque inservibile, credo dovremmo rimpiazzarlo. i 14 milioni di non votanti rispetto al 2008 cui Giannino fa riferimento come bacino elettorale di FiD sono, in massima parte, elettori conservatori delusi da Berlusconi.

poi possiamo dire quello che ci pare su vecchi schemi da superare, e va benissimo. ma per queste idee, mi pare, la cittadinanza è abbastanza chiara, come anche l'analisi del voto a Renzi alle primarie del centrosinistra ha mostrato (cioè il centrosinistra Italiano è idiosincratico verso idee anche solo minimamente liberali, mentre una grossa fetta di centrodestra sarebbe stata pronta a sostenere Renzi e il suo programma).

a me non interessa barricarsi e puntare a fare due parlamentari. la rottura di continuità deve essere epocale, ed è il momento giusto.

Ritratto di vittorio.ranucci
Inviato da vittorio.ranucci (non verificato) il

E' del tutto inutile....! Senza un leader e con la pretesa di andare da soli è solo una perdita di tempo.

Condivido moltissimo dei dieci punti e bisognerebbe lavorare per farli accettare da altri: non fare un partitino dello zerovirgola.

 

Mi auguro che Monti "scenda in campo"....

 

Ps Non vorrei essere nei panni di chi deve tener conto dei commenti fin qui letti...

Ritratto di gilberto.bonaga

Mi spiace deluderti, ma i commenti fin qui letti, sopratutto quelli che invitano a fare alleanze improbabili con personggi in fuga dalla barca del PDL che sta affondando, nn avranno grossi effetti: e' possibile leggere cosa e' statp votato ieri all'unanimita' ed e' chiaramente specificto che non con noi i transfughi dell;ultima ora ed i corresponsabili della situazione italiano non avranno spazio, Potranno aderire, portranno darci una mano a distribuire manifesti, Ma non avranno spazi di primo piano.Cosi' abboam, deciso ieri. mi sembra un po' prestino per tentre di farci cambiare idea, che ne dici?

 

Ritratto di paoloolivieri

Caro Oscar,

FINALMENTE!

Finalmente una dimostrazione di coraggio.

Finalmente un'alternativa.

A mio parere per dimostrare la serietà delle nostre intenzioni sarà necessario non schierarsi con questo o con quello, saper raccogliere il malessere di tutti gli italiani senza pagliacciate alla Grillo, bisogna rompere gli schemi facendo proposte serie, realizzabili in tempi brevi e che aiutino veramente la crescita del Paese.

Per questo servono persone nuove, idee nuove, solo Fermare il Declino in questo momento può presentarsi in questo modo senza pregiudiziali, speriamo solo che gli italiani lo capiscano e che noi siamo in grado di far arrivare il messaggio a tutti.

A prescindere dai nomi e dall'"apparato" che si formerà, é il momento di darsi da fare seriamente.

Ritratto di Aldo Gatti
Inviato da Aldo Gatti il

Bene FORZA FID condivido in pieno la scelta di non allearsi con i vecchi partiti e di non far salire sul carro i vecchi professionisti della politica anche se giovani di età.  

Ritratto di enrico.acerbis

Solo due parole

GRAZIE OSCAR

 

PS le prime due persone a cui ho comunicato questa notizia mi hanno risposto con la stessa frase "bene, adesso so per chi votare"

Ritratto di Galante Luca

cari amci credo che questa notizia dia una lettura nuova e da molti auspicata di FID: proporsi agli italani come l'unica vera alternativa alla vecchia politica e, nello stesso tempo, all'antipolitica alla Grillo che non porterebbe da nessuna parte.

L'unica alternativa politica costruttiva, con un programma efficace (ma certamente da integrare con altri punti complementari), facce nuove credibili e competenti.

Ma la squadra è appena nata; ci vuole fatica, lavoro, energia e la base che sostenga ed alimenti i principi fondamentali del movimento.

Per chi ancora vuole credere che il nostro meraviglioso Paese abbia un'alternativa alla demenza politica degli ultimi decenni è venuto il momento di smettere di lamentarsi e sbuffare, ma di rimboccarsi le maniche e darsi da fare.

Finalmente una speranza per i nostri figli!!!

 

Ritratto di federico.vietti

Una nuova speranza. Già questo è un traguardo che fino a poco tempo fa pareva puramente utopico. 

Adesso dobbiamo "solo" concretizzarlo. E così sia...

Ritratto di gilberto.bonaga

Rgazzi, non tirateci per la giacca s posizioni che non abbiamo mai detto di voler prendere. Quello che conta per noi sono i dieci punti, non chi e' il premier. NOn ingabbiateci in categorie o recinti che non ci possono contenere. Io ad un apersona senz un programma preciso non mi ci affido piu'. Abbiamo avuto troppi uomini della provvidenza che poi ci hanno fregato. Adesso basta.

 

Ritratto di giorgio.mosconi

Guardiamo anche all'estero, ci sono milioni di Italiani che votano e che hanno maturato competenze che servono al paese. Da fuori  e vivendo in democrazie vere , forse , riusciamo piu' facilmente a capire che il Nostro paese non potra' mai farcela con qs classe politica , per questo un nuovo movimento con un programma come ql di FID potrebbe raccogliere il nostro voto. Zingales e Brusco che vivono qui in USA credo siano d'accordo.   

Ritratto di bertoni
Inviato da bertoni il

Egr. Sigg.,

finalmente!

solo una cosa, sommessamente, non trasformiamoci in una movimento solo elitario, per VINCERE (numeri) conta la base popolare che non mi sembra ci abbia in considerazione o che ci conosca. 

P.S.

sulle guide telefoniche italiane sono ricavabili alcune centinaia di migliaia di indirizzi e.mail, quindi pubblici,  perchè non contattare queste persone (ditte) per sollecitare un parere, un sostegno, ecc. ecc.

Spero ancora in questa nostra Italia!!

Mauro

Ritratto di StefanoMilano

Bellissima notizia!

Il tempo è poco quindi c'è un assoluto bisogno di accellerare per portare quanti più voti possibili, io da studente mi permetto di darvi un consiglio....andate nelle università!!!

Non andate solo nei teatri, nei salotti ecc ecc perchè così facendo si raccoglieranno quasi esclusivamente voti della classe più abbiente (da notare che all'inizio quando nelle adesioni c'era ancora la colonna delle professioni la maggior parte degli iscritti erano imprenditori, professionisti, professori ecc ecc), per vincere bisogna ottenere voti anche di tutti gli altri e vi assicuro che potete trovare un tesoro inaspettato negli studenti universitari ossia coloro che non vedono davanti a loro un futuro e che si sono visti respingere anche l'opportunità Renzi e che quindi ora non sono rappresentati da nessuno.

D'altronde i tre principali concorrenti alla presidenza sono Berlusconi, Bersani e Grillo...nemmeno in Ghana hanno candidati così mediocri e impresentabili e dato che per la stragrande maggioranza questi tre non rappresentano nessuno (soprattutto gli studenti) dobbiamo sfruttare questa opportunità a nostro vantaggio.

Io frequento la Cattolica a Milano e parlando un pò del vostro movimento  ho trovato tanti ragazzi che erano interessati a saperne di più e praticamente nessuno vi conosce quindi secondo me andare a fare delle conferenze nelle università e parlare chiaramente ai giovani che sono tra i più interessati al futuro di questo Paese porterà tanti voti al partito.

Pensateci, secondo me continuare ad andare solo nei teatri e salotti vari non ci farà crescere di molto...bisogna estendere il raggio d'azione.

Spero si riesca ad ottenere un ottimo risultato alle elezioni perchè siete la mia ultima possibilità, se vincerà uno qualsiasi dei quei tre menzionati sopra il mio futuro sarà a malincuore all'estero così come quello di tanti altri miei coetanei

Ritratto di gilberto.bonaga

Se ti senti in grado di organizzare tu una conferenza, contatta uno dei coordinatori della Lombardia e vedi cosa riesci a fare.

Non pensare di non essere capace: nessuno di noi e' un politico di professione, abbiamo fatto enormi errori da inespereinza, ma impariamo da questi errori e cerchiamo di non ripeterli, quindi troverai un supporto che ora non ti immagini neanche. Vedrai che alla fine ti troveri a dire, ma se era cosi' facile, perche' nessuno lo ha fatto prima?

 

 

Ritratto di fabio.micheletti

Come già commentato in precedenza non posso  che essere felice per questa notizia. Occorre però da subito essere realisti: il tempo a disposizione prima delle elezioni è veramente poco. Fermare il declino non è ancora riuscito, purtroppo, a bucare lo schermo nei confronti della gente comune che è quella che costituisce la maggior parte degli elettori. Non so quanti di noi abbiano esperienza di campagna elettorale ma credo che  sia assai difficile chiedere il voto o la preferenza di questi tempi, indipendentemente dal colore politico del candidato. Per questo, secondo il mio personalissimo parere, occorre avere visibilità a qualunque costo. Per il movimento 5 stelle è Grillo il catalizzatore: dei singoli candidati non importa nulla a nessuno, difatti le tanto sbandierate loro primarie hanno interessato in realtà si e no 30 mila persone che hanno votato, veramente niente in confronto ai milioni di votanti per Bersani/Renzi. Io lancio una proposta che so già mi attirerà le critiche di molti: visto e considerato che il Sindaco di Verona Tosi sarà certo in difficoltà ad appoggiare Berlusconi visto quanto lo ha criticato finora (ricordo al proposito le critiche di Tosi a Bossi e abbiamo visto come è andata a finire!) Pertanto perchè non cercare un accordo/alleanza elettorale con Tosi visto anche che con Giannino c'è già un certo feeling come indubitabilmente dimostrato dalla recente assise dello scorso Novembre alla Fiera di Verona? Tosi è famoso in tutta Italia, Oscar Giannino un po' meno senza dubbio, ma sono convinto che il ticket Tosi/Giannino rischierebbe veramente di far saltare il banco!

Un'ultima cosa: per far breccia alle elzioni vanno bene certo i professori e gli imprenditori ma occorrono persone candidate che provengano da tutti i ceti sociali e da tutte le professioni copmpresi chiaramente i lavoratori dipendenti, gli artigiani e gli agricoltori.

 

Ritratto di fanoso
Inviato da fanoso il

Escludere alleanze con i partiti politici esistenti equivale a non fare alleanze, eccetto che con montezemolo ...

Io stesso non voglio avere piu a che fare con i vecchi partiti e i vecchi politicanti, ma un minimo di compromesso ci vuole, senno si finisce solo per essere una delle tante sterili voci di protesta.

Ritratto di gilberto.bonaga

"non stringere accordi elettorali con alcuno dei partiti oggi rappresentati in Parlamento anche se cammuffati e dei loro leader nonché con la classe dirigente responsabile del declino, e a valutare possibili alleanze con movimenti civici e locali solo dove e nella misura in cui siano compatibili con i nostri principi ispiratori e punti programmatici"

Secondo te Montezomolo non riesntra inquesta definizione?

Ritratto di IreneS
Inviato da IreneS il

Io vedrei bene un'alleanza con esponenti politici che nell'ultimo periodo si sono significativamente discostati dalle scelte dei rispettivi partiti. Il migliore esempio è certamente Renzi.

Ritratto di ddd.zanchi@gmail.com

Oscar Giannino Premier!

sarebbe bellissimo! Se non altro avremmo al governo qualcuno che conosce gli effetti delle sue azioni! Qualcuno in grado di pensare e vedere la VISIONE più ampia! Senza fermarsi a fare qualche micro calcolo politico di opportunità a breve termine dimenticando i problemi storici del paese e il futuro dello stesso.

Il punto è ... a cosa punta Fermare il Declino?

Ha la potenzialtà di poter essere un partito di Governo? Ha i numeri per poter dire la sua o è un partitino nel mucchio?

Avrete il mio voto comunque, ma la cosa da capire è se ci si può permettere di rischiare di presentarsi da soli prendendo una bella montagna di voti e rischiando di governare o se ci conviene unirci con qualche altro partito/ movimenti per poter presenziare nel nuovo parlamento e da li iniziare una  crescita nel tempo.

Sarebbe bello poter fare subito la prima alternativa. Purtroppo in Italia il voto non è un gesto razionale, spesso e volentieri è un ragionamento ideologico, abitudine! come le squadre di calciio!! Purtroppo.

Ad ogni modo questi conteggi politici sono da fare a monte e sulla base delle aspettative dovrete scegliere anche alleanze antipatiche, ma se utili ..... fondamentali per rendere questo movimento immediatamente credibile e con la forza necessaria per contare e pesare sempre più sulla politica Italiana senza più ne etica ne virtù.

Forza OSCAR!!!

Ritratto di gilberto.bonaga

"non stringere accordi elettorali con alcuno dei partiti oggi rappresentati in Parlamento anche se cammuffati e dei loro leader nonché con la classe dirigente responsabile del declino, e a valutare possibili alleanze con movimenti civici e locali solo dove e nella misura in cui siano compatibili con i nostri principi ispiratori e punti programmatici"

Qui sopra  il testo votato. Mi pre molto chiaro e non lascia spazio a mediazioni o interpretazioni.

NOn lo cambieremo certo a meno di 36 ore dall'verlo votato.

 

 

Ritratto di Luca Maria Blasi

 

Scusi, Bonaga, ma lei chi rappresenta ?

Continua a censurare il pensiero di diversi aderenti, cui si permette di conferire la patente di bravo o cattivo seguace di FiD (quest'ultimo - e' sottinteso, ma neanche tanto - da epurare). 

Con quale legittimazione?

E parla di testo appena  votato. Da chi? E' stato sottoposto all'approvazione degli aderenti? O c'è stato un congresso? Non mi risulta che lei sia il depositario della Verità del Movimento, nonostante le sue citazioni di brani programmatici, dal sapore vagamente evangelico, tendano a far credere il contrario.

Non si appropri di qualcosa che non le appartiene, peraltro con argomentazioni deboli; tutti gli aderenti sono uguali e vanno rispettati; e quanto alla purezza ideologica,  i 10 punti famosi sono talmente generici che possono essere condivisi anche da persone di idee in realta' molto distanti. Per questo, lo ripeto ancora, vanno precisati tramite l'apporto di tutti gli aderenti.

E questo movimento DEVE LOGICAMENTE attrarre elettori delusi dal PDL se vuole avere i numeri per governare (o crede che il declino si possa fermare senza governare?). 

Altrimenti FiD va abbandonato al suo destino senza rimpianti, per adottare le elezioni a sorteggio, il solo modo per evitare le ritualità bizantine tipiche dei partiti, che temo comincino a manifestarsi anche qui

Ritratto di gilberto.bonaga

Io non rappresento nessuno, mi limito a riproporre il testo votato sabato all'unanimita', come annunciato nella "news" successiva a qe=uesta su questo stesso sito..

E' stato votato dai fondatori, dai coordinatori regionali e tematici dai responsabili di varie aree di fermare il declino.

Vi piace? Non vi piace? Questo e' quello che Fermre il declino ha deciso. E' quanto di piu' coerente si possa immaginare con la prima frase del manifesto, quella che prla della classe politica attuale che va sostituita.

Lo abbiamo detto da subito che vogliamo mandare a casa i responsabili del declino. Ora ci siamo semplicemente limitati a ribadire questo concetto anche a chi faceva finta di non averlo capito.

Spazio per interpretazioni fantasiose o dubbi su cosa faremo, mi pare non ne siano rimasti.

Ed e' inutile che ti lamenti con me di una decisione presa all'unanimita', devi fartene un ragione. Alleanze con vecchi arnesi della politica sono escluse espressamente. E' inutile stare a continuare a proporle ed ad offendersi se viene fatto presente che abbiamo appena preso una decisione che le esclude.

Gli elettori del PDL, se trovano interesanti i dieci punti possono benissimo votarci senza bisogno che ci intruppiamo con i personaggi che li hanno presi in giro fino ad ora.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ritratto di Riccardo Bianchi

Il mio commento all'adesione a  fermare il declino era stato  :

Bisogna fermare il declino perchè  pochi hanno capito che il peggio deve ancora arrivare....

Eccolo materializzarsi all'orizzonte......e domani vedremo i mercati......

Per chi avesse mai amato la fantascienza come piaceva a me quando ero giovane...: esisteva un personaggio nei libri della fondazione: "il mule" capace di modificare l'ordine stabilito nella psicostoria di Hari Seldon....Un specie di psiconano,  pericoloso per il destino dell'universo....

.Il ritorno in campo di Berlusconi  vi dice qualcosa?

 

Ritratto di Guido Montagna

e chi se lo dimentica !
Grazie del ricordo delle trilogia galattica di Asimov ma la fantascienza purtroppo
è ancora tra noi , e il nostro "mule " non molla .

L'emergenza non è finita , e la borsa è a picco .
Ma adesso abbiamo anche qualcosa in più in cui credere.
Non Hari Seldon ma Fermiamo il declino

Ritratto di francesco1959

Residenza: tel. +39092431260
Via Meli,105 cell. +39.3395863115
                                                                                                      Uff.     +390924531240

                                                                                             

91014 Castellammare del Golfo(TP) e-mail: francesco.poma1959@libero.it

Blog :  www.francescopoma.blogspot.com                                                              

 

FRANCESCO POMA

Castellammare del Golfo(TP) 25/08/1959

Nazionalità: italiana

Stato civile: coniugato con tre figli

FORMAZIONE

1979                            Diploma di MATURITA’ TECNICA COMMERCIALE        (Ragioniere e Perito Commerciale) conseguito nell’A.S. 1978/1979 presso l’Istituto Tecnico Commerciale “P. Mattarella” di Castellammare del Golfo.

 

QUALIFICHE E CORSI DI SPECIALIZZAZIONE

  • CORSO DI FORMAZIONE INDETTO DAL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE  SULL’ATTIVAZIONE NUOVO PACCHETTO PER IL COLLEGAMENTO ALLA RETE TELEMATICA DEL MPI. 1999
  • CORSO DI FORMAZIONE INDETTO DAL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE SU “OFFICE LIVELLO BASE”. 2000
  • CORSO DI FORMAZIONE PRESSO L’INPDAP DI TRAPANI SU MODALITA’ DI COMPILAZIONE MOD. 770. 2003
  • CORSO DI AUTOFORMAZIONE INDETTO DAL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE IN BASE ALL’ART. 9 DEL D.LVO 19 MARZO 1996, N. 242.1999
  • CORSO DI FORMAZIONE INDETTO DAL CSA DI TRAPANI SU SVILUPPO DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI PER L’AVVIO DELL’AUTONOMIA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE ED EDUCATIVE. 1998
  • CORSO DI FORMAZIONE INDETTO DAL CSA DI TRAPANI SULLA SALUTE E SICUREZZA NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI. 2006
  • CORSO DI FORMAZIONE ONLINE INDETTO DAL MPI  SU FORMAZIONE DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO. 2006
  • CORSO DI FORMAZIONE INDETTO DAL CIRCOLO DIDATTICO L. PIRANDELLO DI C/MMARE DEL GOLFO SUL TEMA “LA COLLABORAZIONE TRA SCUOLA E FAMIGLIA IN UN SISTEMA INTEGRATO” 2007
  • MINISTERO MPI CORSO ELEARNIG DI 12 ORE SUL TEMA SIDI PER LA SCUOLA SESSIONE 1. 2007
  • MINISTERO MPI CORSO ELEARNIG DI 18 ORE SUL TEMA SIDI PER LA SCUOLA SESSIONE 2. 2007
  • MINISTERO MPI CORSO ELEARNIG DI 1 ORE SUL TEMA POLIS – ISTANZE ON LINE SESSIONE 2. 2008
  • I.C. G. PASCOLI C/MMARE GOLFO CORSO DI FORMAZIONE INDETTO DAL CSA DI TRAPANI SUL TEMA “LA RICOSTRUZIONE DI CARRIERA DEL PERSONALE DEL COMPARTO SCUOLA : DECENTRAMENTO DI FUNZIONI  ALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE. 2007.
  • MINISTERO MPI CORSO ELEARNIG DI 7 ORE SUL TEMA IL NUOVO BILANCIO PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE.
  • MINISTERO MPI CORSO DI 20 ORE ANNO 2009 PER ASSISTENTI AMMINISTRATIVI ART. 2 COMMA 2 SEQUENZA CONTRATTUALE EX ART. 62 CCNL/2007 DEL 25/07/2008.
  • IRSEF IRFED TRAPANI CORSO DI  AGGIORNAMENTO PER ASSISTENTI AMMINISTRATIVI  DI 30 ORE SUL TEMA “ELEMENTI DI DIRITTO AMMINISTRATIVO, DI LEGISLAZIONE SCOLASTICA E DI CONTABILITA’

 

LINGUE

                                               Italiano: madrelingua
Francese: scolastico, parlato e scritto    

 

 

SERVIZIO MILITARE

 

  • SERVIZIO MILITARE DI LEVA DAL 01/08/1979 AL 31/01/1981 PRESSO LA MARINA MILITARE IN QUALITA’ DI SOTTUFICIALE DI LEVA.

 

ESPERIENZE

 

 

  • DIPENDENTE DEL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE IN QUALITA’ DI ASSISTENTE AMMINISTRATIVO DAL 01/09/1993 ED ATTUALMENTE IN SERVIZIO PRESSO LA DIREZIONE DIDATTICA “L.  PIRANDELLO” DI CASTELLAMMARE DEL GOLFO.

 

  • OPERATORE SCOLASTICO DAL 01/11/1988 AL 31/08/1992 PRESSO IL PROVVEDITORATO AGLI STUDI DI BERGAMO. E PRECISAMENTE : SCUOLA MEDIA STATALE DI BRIGNANO GERA D’ADDA, LICEO ARTISTICO DI BERGAMO SEZIONE STACCATA DI TREVIGLIO, SCUOLA MEDIA STATALE DI CISERANO.

 

 

 

  • OPERATORE  SCOLASTICO DAL 01/09/1992 AL 31/08/1993 PRESSO L’ISTITUTO ALBERGHIERO DI ERICE.

 

  • RAGIONIERE DAL 01/02/1981 AL 31/10/1988 PRESSO IMPRESE INDUSTRIALI DEL TERRITORIO DI CASTELLAMMARE DEL GOLFO

 

  • VICARIO DEL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI DAL 2001 FINO AD OGGI  PRESSO LA DIREZIONE DIDATTICA “L. PIRANDELLO” DI CASTELLAMMARE DEL GOLFO.

 

  • INSEGNANTE IN CORSI DI FORMAZIONE PRESSO IL CENTRO REGIONALE ENFAGA DI PALERMO DELEGAZIONE PROVINCIALE DI TRAPANI DAL 01/05/1985 AL 31/07/2005.

 

  • SEGRETARIO DELLA BANDA MUSICALE CITTA’ DI CASTELLAMMARE. FINO A SETTEMBRE 2008.

 

  • RSU ELETTO NELLE LISTE DELLA CISL-SCUOLA DAL 2001 A OGGI PRESSO LA DIREZIONE DIDATTICA DI CASTELLAMMARE DEL GOLFO.

 

  • COMPONENTE RAPPRESENTANTE ATA NEL CONSIGLIO DI CIRCOLO E NELLA GIUNTA ESECUTIVA DELLA DIREZIONE DIDATTICA DI CASTELLAMMARE DEL GOLFO DAL 1994 FINO AL 2005. 

 

  • PRESIDENTE DELLA BANDA MUSICALE “IL CASTELLO” DAL 01/01/2001 AL 31/12/2004.

 

  • TITOLARE PER SUPERAMENTO CONCORSO DELLA SECONDA POSIZIONE ECONOMICA(SOSTITUZIONE DEL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI) PRESSO IL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE CON IL PUNTEGGIO DI 40/40

 

  • IMPEGNATO QUOTIDIANAMENTE NEL SOCIALE

CONOSCENZE INFORMATICHE

 

  • OTTIME CAPACITA’ NELL’UTILIZZO DEL PC, SOPRATTUTTO NEL SISTEMA OPERATIVO WINDOWS, E DEI PROGRAMMI TELEMATICI MINISTERIALI: PUBBLICA ISTRUZIONE, INPDAP, INPS, MINISTERO DEL LAVORO, MINISTERO DELL’ECONOMIA E FINANZE ECC…...

 

       

ALTRI INTERESSI

                                               Politica: impegnato nel sociale.

 

 

___________________________________

Autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi della vigente normativa sulla Privacy

F.TO FRANCESCO POMA

Ritratto di ermanno.pedrini

Piedi per terra. D'accordo sul non stringere alleanze in previsione delle prossime elezioni. Ma dopo? Senza il 50%+1 dei voti non si va comunque da nessuna parte senza accordi con le altre forze politiche di stampo liberale e liberista. FID deve solo sperare che i potenziali alleati siano sufficientemente sensibili da escludere dalle loro fila personaggi politici non più presentabili non solo per eventuali condanne giudiziarie ma anche per mancanza di efficacia del loro operato in qualità di rappresentanti dei cittadini.

Ritratto di ermanno.pedrini

Piedi per terra. D'accordo sul non stringere alleanze in previsione delle prossime elezioni. Ma dopo? Senza il 50%+1 dei voti non si va comunque da nessuna parte senza accordi con le altre forze politiche di stampo liberale e liberista. FID deve solo sperare che i potenziali alleati siano sufficientemente sensibili da escludere dalle loro fila personaggi politici non più presentabili non solo per eventuali condanne giudiziarie ma anche per mancanza di efficacia del loro operato in qualità di rappresentanti dei cittadini.

Ritratto di ermanno.pedrini

Piedi per terra. D'accordo sul non stringere alleanze in previsione delle prossime elezioni. Ma dopo? Senza il 50%+1 dei voti non si va comunque da nessuna parte senza accordi con le altre forze politiche di stampo liberale e liberista. FID deve solo sperare che i potenziali alleati siano sufficientemente sensibili da escludere dalle loro fila personaggi politici non più presentabili non solo per eventuali condanne giudiziarie ma anche per mancanza di efficacia del loro operato in qualità di rappresentanti dei cittadini.

Ritratto di gilberto.bonaga

Questo vale ora e anche "dopo".

"non stringere accordi elettorali con alcuno dei partiti oggi rappresentati in Parlamento anche se cammuffati e dei loro leader nonché con la classe dirigente responsabile del declino, e a valutare possibili alleanze con movimenti civici e locali solo dove e nella misura in cui siano compatibili con i nostri principi ispiratori e punti programmatici"

Ritratto di ULISSE57
Inviato da ULISSE57 il

Buonasera

ho aderito a FID perchè seguo da tempo le idee di Oscar Giannino e desidero sostenere questo movimento affinchè porti nella politica italiana una ventata di idee innovatrici su basi meritocratiche.

Sono d'accordo di stare con i piedi per terra ma anche di non fare demagogia.

Approfondiamo insieme i 10 punti proposti arricchendoli con nuove idee condivise da tutti ma per favore andiamo avanti uniti e nella consapevolezza del percorso politico da adottare

Ritratto di MrBuonaventura

A chi parleremo?

Grillo farà leva sulla rabbia della gente, Berlusconi invece punterà sulla voglia di spezzare quelle catene, che soprattutto la Germania ha voluto metterci in modo esagerato. L'accoppiata Bersani e Vendola si rivolgerá a tutte quelle persone (e sono tante) le quali pensano che tutto gli sia dovuto e che lo Stato deve risolvere i loro problemi. Fermare il declino a chi si rivolgerà? Leggendo la maggior parte dei post pubblicati negli ultimi tempi, ho la netta impressione che questo pubblico sia composto in maggioranza da persone che si riempiono le bocche con paroloni da Devoto Oli. Mi sono iscritto qui tempo fa, sperando di trovare qualcosa che in Italia mancava, invece mi sembra di essere entrato in convention di intellettuali. Bisogna parlare al cuore della gente, considerando la loro rabbia, la voglia di non essere trattati come pezzenti dalla Germania e dicendo chiaramente a quelli che in Italia pretendono, che prima bisogna dare e poi chiedere. Dott. Giannino lei deve trovare una persona che riesca a parlare al cuore della gente, con un linguaggio diretto, semplice e comprensibile, il quale possa far crescere nelle persone la voglia di farsi rispettare nel mondo. Una persona che non arrivi, ne dalla politica e neppure dalla moltitudine di intellettuali che sono così diffusi nel nostro paese o peggio ancora qualche imprenditore che si é trovato la pappa pronta. Serve una persona del popolo che sappia chiedere i sacrifici, non perché questi sono imposti da altri paesi ma invece per dimostrare a noi stessi che possiamo cambiare il nostro destino e che domani avremo come popolo un posto d'onore e non da sottomessi. Resta poco tempo per trovare una persona così ma se non la trova, allora è meglio non presentarsi neppure alle elezioni. Basta con i teorizzatori e con uomini di cattedra, servono persone concrete.

Ritratto di mquater
Inviato da mquater il

"Essere pragmatici" o "stare sopra" non significa anticipare il Giudizio Universale e gettare tra le fiamme dell'Inferno tutti coloro che hanno partecipato, in qualsiasi forma e a qualsiasi titolo, al declino del Paese; tantopiù che Giannino è un ex-repubblicano, l'Italia conta milioni di dipendenti pubblici e il tasso di partecipazione alle elezioni politiche è stato storicamente assai alto, qualificando quindi gran parte dei cittadini italiani come collusi, in un modo o nell'altro, col bieco sistema dei partiti.

La testa che ha pensato alla ghigliottina è finita in una cesta...

Se devo leggere interminabili forum con uscite "à la Grille" (per usare un francesismo) in cui si rivendica a FiD una palingenesi verginale, quasi sortisca dal nulla o da un non meglio conosciuto al di là in cui si forgia la autentica nuova politica, ebbene vado a perder tempo e vista sul sito dei grillini.

Qui devono prevalere pragmatismo e concretezza (ecco lo "stare sopra"): quella della propria purezza è pura ideologia! Quindi benissimo nessuna compromissione con vecchi arnesi dei pubblici uffici, ma nemmeno porte chiuse a chi, pur non avendo avuto la forza di farle prevalere, ha comunque avuto idee interessanti e magari ha esperienze tecniche e amministrative da condividere. Serve gente che sappia dove mettere le mani, non dei Pizzarotti (sia detto senza offesa per il sindaco di Parma) tratti dalla strada, la cui assoluta buona fede è vanificata dalla poca o nulla conoscenza del "come fare".

FORZA FiD

Giorgio

 

Ritratto di gilberto.bonaga

Non ci sono porte chiuse per i singoli. Chi ha avuto un passato da eletto, puo' benissimo aderire e nessuno gli dira' nulla. Deve essergli chiaro che non potra' aspirre a psoti di rilievo o d un visibilita' grazie a Fermare il declino. Se accetta essere un normale aderente, come altri 40.000, chiunque sra' il benvenuto. Anche Crosetto e la sua idea di come risolvere e la crisi.

Per gli altri, quelli che sono in cerca di un salvagente, no grazie, noi italiani abbiamo gia' dato.

Ritratto di Dellapenna
Inviato da Dellapenna il

Mi chiamo Alfredo Della Penna e da poco sono iscritto a FID. Sempre nella speranza di una vera discontinuità mi ero iscritto a Italia Futura dove avevo presentato (sono un manager e non riesco a concepire che qualche cosa funzioni senza un minimo di piano sul come fare ), al responsabile regionale, tutta una serie di proposte su come  fare proseliti, redersi visibili , presidiare il territorio e comunicare im primis agli iscritti stessi "chi siamo e cosa volgiamo fare"  ,come scegliere (tramite un codice etico)  i candidati, e come "distiguersi" dagli altri ecc..   

Alla prima riunione eravamo in 400, dopodichè sono stati scelti dall'alto i coordinatori provinciali  ed alla seconda si era in 100 e così via (per inciso nessuna riaposta da parte del coordinatore regionale).Questo è il modo migliore per portare voti a Grillo o ai vecchi partiti che hanno portato il paese alla fame. Se l'intenzione è quella di ripercorrere questa strada grazie ed arrivederci! Se invece,chiarendo bene (perchè leggo intepretazioni diverse tra gli iscritti) o ribadendo per chi non avesse ben chiaro gli obiettivi ed il come arrivsarci, si intende rincorrere non i partiti ma la gente e la competitività del paese  a disposizione per ogni eventuale contributo. 

  

Ritratto di rkm
Inviato da rkm il

Compito di tutti è ora spargere la voce anche nel piccolo iniziando da parenti, amici, colleghi di lavoro. Noto parlandone in giro che in pochi, anzi pochissimi, conoscono questo movimento ma incrociando gli sforzi son sicuro si riuscirà a fare qualcosa di importante.

Un in bocca al lupo e un buon lavoro a tutti per questo impegnativo progetto!

 

Ritratto di elisa soresi

Salve a tutti sono Elisa Soresi e Vi ringrazio per avermi accolta in questo gruppo, spero di aver modo di dire la mia, voglio solo dire In bocca a lupo al movimentoe a Oscar Giannino. Buona giornata

Ritratto di Daniele Parata

 

secondo il mio (modestissimo) punto di vista, dalla lettura di molti post continua ad emergere un grande equivoco: la posizione assunta da FilD nei confronti dei partiti "tradizionali" viene descritta qua e là o come una narcisistica esibizione di "purezza" o come una ottusa chiusura nei confronti della nobile arte della mediazione, ritenuta indispensabile per poter fare politica.Ebbene, secondo me non si tratta nè dell'una nè dell'altra cosa.  Secondo me la posizione di FilD deriva da una precisa scelta strategica, risultato di attenta e seria valutazione dei promotori: per acquisire visibilità e potersi proporre come valida alternativa nel panorama politico italiano, e non diventare agli occhi degli elettori semplicemente l'ennesimo partitino in cerca dell'ennesimo rimborso elettorale, FilD ha bisogno di rendersi differente e riconoscibile rispetto a tutti gli "altri".Quindi, cos'è che può segnare la differenza?1) è determinante che FilD si ponga di fronte agli elettori come un soggetto politico nuovo e di "rottura" col passato? - NO. questo spazio l'ha già occupato il M5S, che è ben più "radicato" e collaudato.2) è determinante che FilD presenti un decalogo di proposte concrete per risolvere i problemi più urgenti e drammatici del paese?- NO. Neanche questo aspetto è così decisivo; di fronte all'evidente insostenibilità della attuale situazione le "ricette" proposte sono spesso simili (almeno superficialmente), e per poter apprezzare la reale diversità delle proposte di FilD bisogna leggerle con attenzione... il che presuppone già una certa "vicinanza" al movimento.   3) è determinante che FilD si presenti con un gruppo di persone competenti, serie, stimate e credibili?- NI'. ...su questo punto una differenza comincia a vedersi, ma è legata soprattutto dall'ultimo aggettivo: "credibili". Però... c'è un però: in che cosa consiste la credibilità? Non è semplice definirla, ma in ultima analisi si può dire che la credibilità dipende dall'immagine di sè che si dà agli altri e dalla coerenza tra ciò che si afferma ed il contesto in cui si agisce.4) è determinante che FilD rivendichi una "radicale diversità dalle attuali forze in campo"?- SI, in un momento in cui più della metà degli italiani dimostrano di essere stufi dell'attuale modo di fare politica, può esserlo, ...purchè però ciò avvenga in un contesto credibile.  Quindi, in conclusione,  per poter "giustificare" la nostra esistenza di fronte agli elettori siamo costretti ad essere credibili; e per essere credibili non possiamo avere "connessioni" con coloro che critichiamo. E' ovvio perciò che questo escluda qualsiasi ipotesi di alleanza con qualunque partito oggi esistente. ...questo è solo il mio (modestissimo) parere, ma sono convinto che sia stata la scelta giusta !

Pagine

Scrivi un commento

Accedi o registrati per inserire commenti.